Cellulite... Un problema primaverile?

Indice delle risposte pubblicate

Buongiorno, sono capitata per caso sul vostro sito cercando argomenti correlati a quanto in oggetto e vorrei chiedere delle informazioni. A seguito di una gravidanza, nella quale avevo messo su 25 kg,ho cominciato all'età di 25 anni a praticare attività sportiva riuscendo in 2 anni a raggiungere quello che credo essere per me un sufficiente livello di allenamento. Ma aimè sono una buona forchetta e solo ultimamente sono riuscita a vincere le tentazioni e a cercare di avvicinarmi ad uno stile sano alimentare. Il problema è questo: sono sempre stata predisposta ad accumulare grasso nella parte inferiore del corpo e dopo la gravidanza la maggior parte dei miei kg si trovavano proprio lì. Ora, mi porto dietro ancora 5 kg dei 25 messi sù, ma credetemi sono tutti concentrati sui fianchi e sul sedere. Ho notato che ho perso diversi cm ma mi chiedevo se il percorso sarà ancora lungo e tortuoso...... e sopra tutto mi chiedevo se mai risolverò questi problemi di circolazione che ho...presento infatti oltre alle classiche culotte de chevalle molta cellulite nelle gambe fino al ginocchio, i polpacci molto gonfi e il ginocchio pure. Ho 28 anni, sono alta 1,74 peso 66 kg, corro circa 3 volte alla settimana a passo medio per circa 40/45 minuti per un totale di 7/8 km a volta e cerco di seguire uno stile alimentare corretto. Cosa potete consigliarmi per questo problema?

 

 

Ultimamente ricevo molte mail come questa, a una di queste ho risposto pubblicamente qualche settimana fa, ciò che scrissi a quella ragazza vale anche per te, in sostanza i concetti alla base della soluzione del problema sono tre:

  1. dove non c'è grasso non c'è cellulite;
  2. il grasso localizzato è l'ultimo ad andarsene;
  3. il grasso con il tempo accumula liquidi e tende a degenerare in cellulite.

 

 

I punti 1 e 2 ti suggeriscono di perdere i 6 kg che ti separano dal peso forma, il punto 3 di farlo quanto prima perché più il tempo passa più il tessuto adiposo degenera in cellulite del secondo e terzo stadio.

Per quanto riguarda i problemi di ritenzione idrica e gonfiore, purtroppo sono causati dalla genetica e ben poco si può fare, a parte il seguire un'alimentazione ipocalorica e iposodica, che consenta di mantenere il peso forma.

Per perdere i kg in eccesso ti consiglierei di aumentare l'attività sportiva per esempio passando a 4-5 uscite settimanali e mantenendo il chilometraggio e l'andatura attuale (che mi sembra di tutto rispetto, complimenti!) e impostando un'alimentazione ipocalorica rigorosa, controllando con sufficiente precisione le calorie che assumi. Una come te, dovrebbe riuscire a dimagrire con una quantità di calorie non troppo restrittiva, per esempio 1500 al giorno. Non occorre fare la fame e si può addirittura essere buone forchette: piuttosto, essere buone forchette non significa strafogarsi di cibi ipercalorici, si può essere golosi anche di cibi ipocalorici. Per quanto mi riguarda, essere una buona forchetta significa mangiare tanto, e personalmente ritengo di essere un'ottima forchetta, ma ho imparato a godere anche di frutta e verdura, di cui sono goloso e che rappresentano uno dei cibi più importanti nella mia alimentazione. Tanto per farti un esempio, da circa una settimana sono arrivate le ciliegie, di cui sono ghiotto, (vivo nella zona di produzione della ciliegia di Vignola): ebbene, ne sto mangiando circa 1 kg al giorno!

 

 

Mi preme sottolineare anche un altra cosa piuttosto importante, che riguarda le donne ma anche gli uomini. Capisco che la voglia di dimagrire scoppi improvvisamente in primavera, perché in estate si vorrà apparire più belli... Ma vi chiedo: volete essere belli per gli altri o per voi stessi? Considerando la quantità di mail che ricevo in questo periodo, direi per gli altri, ma temo che questo approccio sia fallimentare a lungo termine, per esempio, quando si trova marito o moglie, ci si lascia definitivamente andare, tristissimo e poco corretto nei confronti del partner...

Una delle motivazioni che mi spingono a mantenermi magro e in forma, non lo nego, è perché mi piace il mio corpo ed è bello vedere e sentire che è bello ed efficiente. Il fatto che gli altri lo apprezzino, è un ulteriore motivo di orgoglio e fa piacere, ma la soddisfazione puramente narcisistica è più forte ed è quella che, insieme alle altre motivazioni (efficienza fisica, minor stress, salute, divertimento, ecc) mi consentono di mantenrmi in forma tutto l'anno. Invito quindi a riflettere coloro che vanno in ansia da prestazione a primavera e poi tirano i remi in barca da giugno in poi: non è il caso di amarsi un po' di più e di sostituire l'auto-giudizio a quello altrui?

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Posta dei visitatori


Perseverare è diabolico

Ho un dubbio che mi turba da molto tempo, sono un ragazzo che ha fatto parecchie volte diete drastiche con risultati ottimi in breve tempo...


Il calcolo della massa grassa

Mi chiedevo come sia possibile che una semplice bilancia misuri anche il metabolismo, la massa grassa, magra ecc...


La dieta Lemme: geniale o banale?

Dieta Lemme: la dieta del farmacista di Desio basata su spaghetti insipidi a colazione.


Eritritolo: un nuovo dolcificante

Ho trovato un prodotto che mi ha incuriosita, il Lakanto, un dolcificante usato e proveniente dal Giappone...

 


Uova a colazione

Uova a colazione: per tutta la vita ho trovato disgustosa la colazione all'italiana fatta di marmellate, cornetti, latte ecc...


Alimentazione e sport serale

Che tipo di cena potrebbe fare per poter avere una "veloce" digestione dopo lo sport serale?


Facciamo confusione...

Come se già non ce ne fosse abbastanza. E poi ci si lamenta se crescono i problemi dovuti al rapporto tra la persona e il proprio peso.


Qualità del gelato

Ultimamente faccio caso alla tabella degli ingredienti ormai presente in molte gelaterie artigianali...