Cereali e legumi: i nuovi killer della tavola?

Indice delle risposte pubblicate

Gentili esperti, cosa mi potete dire della tossicità delle lectine presenti in cereali e legumi? Ho trovato ad esempio questo progetto di ricerca dell'Università di Verona dove si sostiene che le lectine del grano stimolano la produzione di citokine infiammatorie. Ma l'articolo più preoccuante è questo "Whole Wheat Heart Attack" (per adesso è stata pubblicata solo la prima parte, il prossimo mese verrà pubblicata la seconda). Descrive in che modo le lectine presenti in cereali e legumi siano i principali responsabili dell'arteriosclerosi riportando bibliografia scientifica. Sono confusa, ma se cereali e legumi sono secondo questi articoli i responsabili dell'arteriosclerosi, come mai allora negli ultimi anni stanno uscendo tanti studi che indicano che il consumo di cereali integrali e di legumi prevengono l'insorgenza dell'arteriosclerosi?

 

 

Chiunque inizia a navigare con curiosità su internet alla ricerca di informazioni sulla salute e sull'alimentazione si imbatte ben presto in decine di teorie che promettono di salvare il mondo guarendo (guardacaso) da tutte le patologie più pericolose. Negli ultimi 50 anni, queste patologie sono le malattie dell'apparato cardiovascolare e il cancro. La paleodieta è una di queste, ma ti assicuro che ce ne sono decine, e tutte promettono miracoli.

 

 

Il meccanismo su cui si basano queste teorie è lo stesso: si prendono gli articoli presenti in letteratura, si selezionano quelli che fanno comodo, e si utilizzano per dimostrare la propria tesi. Capire l'attendibilità di queste teorie, trovando ricerche che dimostrano il contrario, o dimostrando che non esiste un nesso forte tra ciò che dimostrano tali ricerche e le tesi del santone di turno, non è facile e richiede molto tempo. Ci sono tuttavia alcuni stratagemmi molto semplici per convincersi che è inutile dare credito a queste teorie.

Il primo è semplicemente questo: nessuno di coloro che propongono queste teorie ha dimostrato di avere una qualità di vita superiore agli altri. Atkins è morto d'infarto, Sears (della zona) non mi sembra che abbia uno stato di salute migliore di quello di qualunque altra persona della sua età (non sembra nemmeno in peso forma), ecc.

 

 

Esistono alcune cose che la scienza ha ormai dimostrato in modo inequivocabile, e a mio parere per massimizzare la qualità di vita, rendendola molto superiore a quella della maggioranza delle persone, basta seguire queste regole:

1) Essere magri. Gli obesi non arrivano a 80 anni. I sovrappeso ci arrivano difficilmente. I centenari sono tutti magrissimi.

2) Fare un'attività fisica sufficientemente intensa e frequente. Chi pratica correttamente lo sport arriva a 70 anni con l'energia e l'efficienza di un 50enne.

3) Evitare i cibi che contengono sostanze palesemente nocive: grassi di pessima qualità, additivi nocivi. Limitare i cibi contenenti sostanze cancerogene o tossiche (cibi bruciati, fritti, cotti alla griglia).

4) Mangiare di tutto, rispettando il vincolo 1. In questo modo, riduciamo al minimo il rischio alimentare (se cambio sempre i cibi che mangio, anche ammesso che ce ne siano di tossici, non ne assumerò quantità pericolose se vario in continuazione).

Questo dal punto di vista alimentazione/sport. Rispettare tutti questi vincoli nella società moderna è una sfida che richiede un impegno a tempo pieno, ma che garantisce risultati a lungo termine. Cosa che non accade con tutte le altre teorie. Ecco perché, di fronte a questi articoli e a queste teorie, io non mi faccio di certo spaventare. Anche perché mangio legumi 1 volta la settimana e cereali integrali 2-3 volte la settimana.

Il pensiero che siano questi ad uccidermi, visto che non fumo, ho il colesterolo buono a 80 e il totale a 180, i trigliceridi a 40, e una massa grassa inferiore all'8%, al massimo suscita in me un sorriso di sufficienza.

 

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Posta dei visitatori

Total Immersion: il nuoto "reinventato"

Il metodo di allenamento Total Immersion: il nuoto "reinventato" che permette di fare meno bracciate per vasca.

Il miele fa bene... Ma non per la tosse!

Salve ho letto il vostro articolo e sono andata anche nel sito dell'istituto nazionale apicoltura, che avevate sottolineato...

Formaggio di capra e colesterolo

Discussione sulla veridicità dell'affermazione che il formaggio di capra non conterrebbe colesterolo.

Perseverare è diabolico

Ho un dubbio che mi turba da molto tempo, sono un ragazzo che ha fatto parecchie volte diete drastiche con risultati ottimi in breve tempo...

 

Il calcolo della massa grassa

Mi chiedevo come sia possibile che una semplice bilancia misuri anche il metabolismo, la massa grassa, magra ecc...

La dieta Lemme: geniale o banale?

Dieta Lemme: la dieta del farmacista di Desio basata su spaghetti insipidi a colazione.

Eritritolo: un nuovo dolcificante

Ho trovato un prodotto che mi ha incuriosita, il Lakanto, un dolcificante usato e proveniente dal Giappone...

Uova a colazione

Uova a colazione: per tutta la vita ho trovato disgustosa la colazione all'italiana fatta di marmellate, cornetti, latte ecc...

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.