Spaghetti con le vongole rossi (con pomodoro)

Chi l'ha detto che servire gli spaghetti con le vongole rossi, cioè con pomodoro, è un'eresia? A noi piacciono tanto quanto nella versione bianca solo con le vongole, e poi, bisogna dirlo, il pomodoro aiuta nel caso in cui non si riuscisse a rendere gli spaghetti alle vongole abbastanza cremosi. Il rischio più grande in cui si incappa quando si preparara un piatto di spaghetti alle vongole, infatti, è quello di lasciare i due ingredienti slegati, spaghetti da una parte e vongole dall'altra, senza che si siano amalgamati bene, dando vita a un piatto asciutto, poco convincente.

 

 

Se si è alle prime armi, o anche solo se ci piace sperimentare una versione diversa, si può optare per aggiungere del pomodoro, sotto la forma che preferiamo: passata di pomodoro, pomodoro fresco, pomodorini confit (essiccati al forno).

Il pomodoro da un lato fungerà da legante tra spaghetti e vongole e dall'altro darà un tocco di acidità in più a questo piatto a tendenza spiccatamente dolce. Rispetto al pomodoro fresco che rilascia acqua durante la cottura, va tenuto presente, però, che il pomodoro confit, invece, è quasi del tutto privo di liquidi, quindi non possiamo aspettarci che funga altrettanto bene come legante.

Abbinate al pomodoro io personalmente preferisco le veraci, più dolci, rispetto ai lupini, più sapidi e intensi, che possono anche da soli completare il piatto.

 

 

La ricetta degli spaghetti con le vongole rossi (con pomodoro)

Spaghetti con vongole e pomodoro

Usando il pomodoro, che conferisce acidità, si può ridurre o eliminare del tutto (dipende da quanto pomodoro si aggiunge e dall'acidità dello stesso) l'aggiunta di vino, importante invece nella versione in bianco.

Un'altra differenza importante riguarda la quantità di olio necessaria: nella versione in bianco degli spaghetti con le vongole, onde evitare di ottenere un sugo asciutto, occorre utilizzare più olio rispetto alla versione col pomodoro, poiché quest'ultimo contribuisce a formare un sugo con la giusta umidità. Comunque usando la stessa quantità di olio non si sbaglia... Solo non è strettamente necessaria.

Il sale non è necessario in quanto l'acqua rilasciata dalle vongole sarà già abbastanza saporita.

Autore:

Tempo di preparazione:

Tempo di cottura:

 

 

Tempo totale:

Ingredienti per 4 persone

  • 320 g di spaghetti
  • 2 kg di vongole o lupini
  • 200 g di passata di pomodoro o di pomodori datterini
  • 40 g di olio extravergine di oliva
  • 100 g di vino bianco secco
  • 4 spicchi d'aglio
  • prezzemolo e peperoncino (facoltativi)

Preparazione

Far aprire le vongole al vapore, filtrare il liquido di cottura, farle raffreddare e sgusciarle, tenendone da parte qualcuna intera per la decorazione finale dei piatti. Tritare l'aglio e il peperoncino. Bollire 1 litro di acqua NON salata e mettervi a cuocere gli spaghetti. Scaldare bene una padella di 28 cm, versarvi l'olio e farlo scaldare, quindi unire l'aglio (e il peperoncino se piace), soffriggere per 10 secondi, spegnere il calore con il vino e tutta l'acqua delle vongole e riportare ad ebollizione. Se si usa la salsa di pomodoro, aggiungerla a questo punto e portare il tutto ad ebollizione. Se, invece, si utilizzano i pomodorini freschi vanno aggiunti dopo, quando la pasta è quasi pronta. I pomodorini confit (fatti essiccare in forno) vanno semplicemente aggiunti sul piatto finito, ma in questo caso la ricetta rimane identica a quella in bianco, solo con aggiunta finale dei pomodori.

Scolare gli spaghetti dopo 4 minuti di cottura, conservando un po' della loro acqua di cottura, e risottarli in padella, continuando la cottura mantenendo gli spaghetti sempre umidi, aggiungendo, se serve, acqua di cottura della pasta, poca alla volta. Unire le vongole sgusciate, mescolare e servire decorando con le vongole non sgusciate. Cospargere con prezzemolo tritato direttamente sul piatto.

Densità calorica: 150 kcal/hg

Informazioni nutrizionali per porzione

 

Energia

490 kcal - 2048 KJoule

 

Proteine ad alto VB 

13 g

Proteine

22 g - 18%

Carboidrati

68 g - 55%

Grassi

14 g - 26%

di cui

 

saturi

2.1 g

monoinsaturi

7.7 g

polinsaturi

2.9 g

Fibre

3 g

Colesterolo

43 mg

Sodio

154 mg

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina


Tortelloni di ricotta e prezzemolo con burro e salvia

I tortelloni di ricotta: preparati tradizionalmente con spinaci, vi proponiamo in questo articolo una versione con prezzemolo.


Zuppa imperiale

La zuppa imperiale: un primo piatto in brodo tipico bolognese ma meno conosciuto dei tortellini e dei passatelli.


Wafer

I wafer: i biscotti di origine austriaca composti da più cialde ripiene di vari gusti.


Vincisgrassi

I vincisgrassi, la variante marchigiana delle più famose lasagne bolognesi.

 


Valigia reggiana (valigini reggiani)

La valigia reggiana, o valigini reggiani, è un secondo piatto emiliano composto da involtini di vitello.


Uova strapazzate

Le uova strapazzate: un piatto semplicissimo servito spesso a colazione.


Uova all'occhio di bue

Le uova al tegamino o all'occhio di bue, i trucchi e i consigli per non farsi dire "Non sai fare neanche un uovo al tegamino"!


Tzatziki (salsa greca)

Il tzatziki: la famosissima salsa greca all'aglio e al cetriolo usata in abbinamento di piatti di carne.