Pasteis de Belem (o de nata) - Storia e ricetta originale

Il pastel de Belem (pasteis de Belem al plurale) è un dolce tipico Portoghese, fatto con una base di pasta sfoglia e un ripieno di crema pasticcera.

 

 

Storia dei pasteis de Belem

La tradizione narra che questi dolci venivano confezionati dai monaci del Monastero dos Jerónimos a Belém, una località che un tempo era indipendente, mentre oggi è un quartiere (freguesia, l'equivalente di "parrocchia" o "località) di Lisbona. Dopo la chiusura dei monasteri la tradizione è stata portata avanti da una pasticceria, l'Antiga Confeitaria de Belém. Il dolce è diffuso in tutto il Portogallo e si trova praticamente in tutti i bar e le pasticcerie, inoltre si trova facilmente in tutti i paesi di lingua portoghese e ovunque ci sia stata in passato una massiccia emigrazione di portoghesi, come in Canada, Australia, Lussemburgo, Stati Uniti e Francia.

Vedi: pastel de Belem su Wikipedia

Pasteis de Belem o de nata: quale differenza?

I due termini sono sinonimi, ma uno si riferisce all prodotto realizzato e venduto dalla Oficina do Segredo, situata nella Fábrica dos Pastéis de Belém, unico che può commercializzarli con questo nome, mentre l'altro è il termine generico che utilizzano tutti gli altri produttori.

La ricetta originale dei pasteis de Belem è un segreto dei pasticceri della "Oficina".

 

 

Sì o No?

La cucina Sì propone ricette sazianti e ipocaloriche, senza rinunciare al gusto e soprattutto senza rinunciare ad alcun ingrediente, lo fa ponendo esclusivamente dei limiti alla densità calorica dei piatti.

I pasteis de Belem sono un dolce ipercalorico, da mangiare ogni tanto, visto che superano abbondantemente le 350 kcal/hg. Hanno sicuramente un vantaggio, tuttavia, dal punto di vista dietetico: sono abbastanza piccoli, dunque se ci si limita ad uno di questi dolci si assumono circa 190 kcal, che non sono di certo un dramma. L'importante è accontentarsi, e soprattutto abbinare a questo dolce altri alimenti che siano molto sazianti e che abbiano poche calorie. Se per esempio vogliamo concederci un pasteis de nata a colazione, possiamo abbinarlo a uno yogurt greco: la nostra colazione, nel complesso, sarà saziante e non troppo calorica! Se vuoi provare una ricetta simile al pasteis de Belem, ma che rispetti i vincoli della cucina Sì per i dolci da forno (250 kcal/hg), ti consiglio di provare il nostro flan patissier.

Se vuoi saperne di più riguardo la cucina Sì clicca qui. Qui invece troverai molte ricette Sì gratuite, per iniziare subito a ridurre le calorie ma non il gusto dei piatti!

La ricetta dei pasteis de Belem

Pasteis de Belem

La difficoltà dei pasteis de Belem è tutta nella preparazione della pasta sfoglia, per questo abbiamo realizzato delle foto che ti mostrano, passo dopo passo, come fare le pieghe per realizzare la pasta sfoglia.

Autore:

Tempo di preparazione: (esclusi i tempi di riposo)

Tempo di cottura:

Tempo totale:

Ingredienti per 4 pasteis

 

 

per la pasta sfoglia (con questa quantità si fanno 15 pasteis circa)

  • 250 g di farina di frumento
  • 160 g di burro
  • 70 g di latte intero
  • 30 g di zucchero
  • 10 g di lievito di birra
  • 6 g di sale

per la crema

  • 400 g di latte intero
  • 170 g di zucchero
  • 80 g di tuorli d'uovo
  • 35 g di maizena
  • cannella in polvere
  • scorza di limone

Preparazione

Realizzare la crema amalgamando tuorlo e 170 g zucchero con una frusta, quindi aggiungere la maizena e la cannella e rendere il composto omogeneo e senza grumi. Versarlo in una casseruola ed aggiungere 415 g di latte e la scorza di limone, amalgamando bene. Accendere quindi il fuoco e portare ad ebollizione amalgamando continuamente. Togliere dal fuoco, rimuovere la scorza e lasciar riposare.

Amalgamare farina, lievito, sale e 30 g di zucchero, poi cominciare ad impastare aggiungendo gradualmente latte e acqua (70 g + 70 g) fino ad ottenere un composto compatto. A questo punto incorporare 20 g di burro morbido ed impastare nuovamente.

Pasteis de nata passo 1
Pasteis de nata passo 2

Proseguire a lavorare la pasta sul piano di lavoro per 8-10 minuti fino ad ottenere un panetto molto liscio ed elastico, poi coprire con pellicola trasparente e lasciar lievitare in frigorifero per 2 ore. Prendere il panetto di burro da 140 g, tagliarlo e disporlo su carta forno formando un quadrato (13 cm di lato), coprirlo e stenderlo delicatamente con matterello per renderlo uniforme.

Togliere l'impasto dal frigo, stenderlo in forma di quadrato (19 cm di lato) e poggiarvi sopra il panetto di burro ruotato di 45°.

Chiudere i lembi della pasta formando un pacchetto, saldarlo bene puizzicandolo con le mani.

FASE A) stenderlo col matterello fino a triplicarne la lunghezza. FASE B) piegarlo in 3 parti su sé stesso, prima il lembo di destra, poi quello di sinistra.

FASE C) Coprire con pellicola e fare riposare in frigo per 30 minuti. Ripetere altre 2 volte il procedimento A+B+C, l'ultima volta lasciando riposare in frigorifero per 2 ore.

Stendere la pasta col matterello formando un rettangolo alto circa 40 cm e largo 40, quindi arrotolarlo su se stesso. Tagliarlo quindi in 20 parti da 2 cm ciascuna, ottenendo delle girelle. Posizionare ciascuna in un pirottino (circa 8 cm di diametro) adatto alla cottura in forno (se non è di silicone, prima imburrarlo ed infarinarlo) e schiacciare la pasta finché non copra la base ed i bordi raggiungano circa i 2 cm di altezza. A questo punto riempirlo con un paio di cucchiai di crema ed infornare a 180° per circa 30 minuti. Servire una volta tiepidi o a temperatura ambiente.

Informazioni nutrizionali per un pasteis de Belem

 

Energia

192 kcal - 803 KJoule

 

Proteine ad alto VB 

3 g

Proteine

3 g - 7%

Carboidrati

32 g - 63%

Grassi

7 g - 30%

di cui

 

saturi

3.5 g

monoinsaturi

1.9 g

polinsaturi

0.5 g

Fibre

0 g

Colesterolo

131 mg

Sodio

5 mg

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina

Fritto misto all'italiana

Si fa presto a dire fritto misto all'italiana ma le varianti regionali sono tantissime.

State pensando al menu di Pasqua e Pasquetta? Ecco i nostri consigli

State pensando al menu di Pasqua e Pasquetta? Ecco i nostri consigli.

Cucina nuova: come organizzare gli spazi al meglio?

L'organizzazione dello spazio in cucina è fondamentale per chiunque desideri un ambiente funzionale, accogliente e esteticamente piacevole.

Ricette stufato di carne con il Multicooker Moulinex

Lo stufato di carne può essere preparato in maniera tradizionale oppure avvalendosi del Multicooker per accorciare i tempi di preparazione.

 

La Putana (torta vicentina ricetta originale)

La putana è una torta di origine vicentina, fatta con pane raffermo, farina di mais, farina di frumento, burro, latte, e altri ingredienti ad insaporire.

Tradizioni natalizie a Roma: 5 usanze

Questa guida vi porterà alla scoperta di cinque usanze tipiche romane che rendono il Natale nella Città Eterna un'esperienza da vivere almeno una volta nella vita.

Pasta salsiccia peperoni e funghi

Le pasta con salsiccia peperoni e funghi è un primo piatto molto gustoso e abbastanza facile da preparare. Scopriamone tutti i segreti iniziando dall'aspetto nutrizionale.

Sovracosce di pollo in umido light

Le sovracosce di pollo sono una parte del pollo molto interessante, perché non sono stoppose come il petto, non sono grasse e poco carnose come l'ala.