Cotoletta alla bolognese

Cos'è la cotoletta alla bolognese

La cotoletta alla bolognese nasce come variante più ricca, e di conseguenza più calorica, della cotoletta alla milanese.

 

 

La ricetta bolognese della cotoletta, diffusa un po' in tutta l'Emilia, prevede che la carne, generalmente di vitello, sia impanata, fritta e poi messa al forno ricoperta da formaggio grattugiato (Parmigiano Reggiano) e prosciutto crudo dolce tipo Parma. Alcuni aggiungono anche brodo o passata di pomodoro.

Un'altra ricetta tipica di Bologna e dell'Emilia è quella della cotoletta alla petroniana, che segue lo stesso procedimento, poi, una volta uscita dal forno, le si aggiunge sopra il tartufo nero o scorzone a scaglie.

Ogni ristorante, trattoria od osteria tipici bolognesi hanno in menù questo piatto, la cui ricetta ufficiale è stata depositata alla Camera di Commercio di Bologna nel 2004 ed è tutelata e valorizzata dall'Unione dei Ristoranti Buon Ricordo. Ovviamente non tutti vi si attengono e come sempre accade in Italia, tutti hanno qualcosa da ridire sulle ricette degli altri, com'è accaduto per esempio nella puntata di Bologna del famoso programma "4 ristoranti" con Alessandro Borghese.

 

 

Diversi personaggi famosi si sono cimentati con la ricetta della cotoletta alla bolognese, per esempio la chef televisiva Spisni e il comico Vito. Anche l'Artusi proponeva una ricetta simile, sotto la dicitura "cotoletta al prosciutto".

Differenze con la cotoletta alla milanese

Tra la classica cotoletta alla milanese e quella alla bolognese ci sono varie differenze, a partire dal tipo e dal taglio di carne usato: tradizionalmente entrambe sono composte da carne di vitello, ma nella versione bolognese vengono usati  anche altri tipi di carne, quella di pollo o di maiale in primis. Poi, mentre la milanese usa la costoletta, una fetta della lombata, e viene servita con l'osso, quella bolognese usa la fesa, la parte della coscia, e viene servita senz'osso.

Cotoletta bolognese

La tradizione bolognese vuole, inoltre, che la cotoletta sia fritta, anzichè nel burro come la milanese, nello strutto, un ingrediente molto usato nei decenni passati dalla cucina emiliana, ma che oggi è stato quasi completamente sostituito dall'olio vegetale (di semi o extravergine di oliva).

Ricetta della cotoletta alla bolognese

Un segreto per preparare un'ottima cotoletta alla bolognese che la rende molto morbida è il brodo. Se non si ha tempo per preparare un brodo di carne si può optare per un brodo vegetale da realizzare velocemente immergendo in acqua fredda alcuni ortaggi (carota, cipolla, sedano o zucchina) e portando ad ebollizione, sconsigliamo ovviamente l'uso del dado da brodo.

 

 

Inoltre, la carne va battuta con un battitore apposito affinchè sia più sottile e tenera.

Autore:

Tempo di preparazione:

Tempo di cottura:

Tempo totale:

Ingredienti per 4 persone

  • 4 fettine di fesa di vitello
  • 2 uova
  • pangrattato q.b.
  • 4 fettine di prosciutto crudo dolce di Parma
  • 30 g di Pamigiano Reggiano
  • olio di semi o strutto per friggere
  • 1/2 bicchiere di brodo di carne o vegetale
  • sale e pepe q.b.

Preparazione

Battere con un battitore per la carne le fettine di vitello (meglio farlo fare direttamente al macellaio) e stenderle su un ripiano asciugandole con carta assorbente. Battere le uova con una forchetta sistemando di sale e pepe. Immergere le fettine di carne prima nell'uovo poi nel pangrattato.

Friggere le fettine impanate in olio bollente affinchè diventino dorate da entrambi i lati, poi asciugarle con carta assorbente.

In una teglia da forno imburrata o ricoperta da carta da forno sistemare le fettine fritte e rivestirne ognuna con una fetta di prosciutto e con del parmigiano tagliato a scaglie molto sottili, aggiungere il brodo versandolo non sulle cotolette ma a lato, per non inzupparle (ne basta uno strato molto sottile), coprire con la carta alluminio e cuocere per qualche minuto a 200 gradi, modalità ventilato, finché il parmigiano non è fuso. Questa operazione si può fare anche in padella, il parmigiano deve fondere grazie al vapore del brodo, non deve abbrustolirsi e tantomeno il prosciutto, che diventerebbe troppo salato.

Le cotolette alla bolognese si abbinano bene al purè, alle patate arrosto o anche a qualsiasi altro tipo di verdura saltata in padella o grigliata.

Informazioni nutrizionali per porzione

 

Energia

546 kcal - 2282 KJoule

 

Proteine ad alto VB 

59 g

Proteine

60 g - 44%

Carboidrati

11 g - 8%

Grassi

30 g - 48%

di cui

 

saturi

11.0 g

monoinsaturi

9.8 g

polinsaturi

6.5 g

Fibre

0 g

Colesterolo

266 mg

Sodio

870 mg

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina


Quale farina usare per la pizza?

Come scegliere la farina in base al tipo di pizza che si vuole preparare: la scelta dipende dall'idratazione e dalla lunghezza della lievitazione.


Ricetta Mousse al cioccolato light senza panna

La mousse al cioccolato in versione light, una ricetta senza panna, che esalta il gusto del cioccolato fondente con la metà delle calorie.


Quiche lorraine ricetta

La quiche lorraine è una torta salata a base di pancetta, panna e uova tipica della regione francese della Lorena.


Brutti ma buoni ricetta alle nocciole

I brutti ma buoni sono dolci a base di albume, zucchero e frutta secca, solitamente mandorle, ma in questo articolo trovate la versione con nocciole.

 


Pasta brisée

La pasta brisée: la base di tante torte salate come la quiche lorraine o dolci. Composta da soli 4 ingredienti e semplicissima da preparare.


Gnocchi alla bava ricetta

Gli gnocchi alla bava sono il termine poco raffinato col quale si indica una ricetta tradizionale valdostana, a base di panna e formaggio.


Mousse al cioccolato veloce (ricetta classica)

La mousse al cioccolato nella sua versione più classica e più semplice: la cosiddetta mousse al cioccolato veloce.


Mostaccioli di Oristano ricetta

I mostaccioli di Oristano sono la più famosa variante sarda di questi biscotti, e probabilmente una delle più originali nel panorama italiano.