Faraona alla leccarda

VIDEORICETTA >>

La faraona alla leccarda è un secondo piatto umbro, in particolare della provincia di Terni, che viene cotto e consumato nelle grandi occasioni, come ad esempio le festività natalizie.

 

 

Si tratta di un piatto della tradizione, molto semplice da preparare e che assicura un grande consenso tra i commensali, dato che le carni della faraona sono più saporite di quelle del pollo, pur appartenendo sempre alla categoria delle carni bianche.

Inoltre, nella ricetta alla leccarda la faraona è cucinata con molte erbe aromatiche tipiche della macchia mediterranea e con i suoi stessi fegatini che poi vengono ridotti ad una crema da servire in accompagnamento, cosa che la rende ancor più saporita. La leccarda non è altro, infatti, che questo patè di fegatini, che può anche essere preparato a parte con i fegatini di pollo, più facili da reperire.

Non ultimo, le carni della faraona sono magre e questa ricetta si può adattare perfettamente ai vincoli della Cucina Sì, soprattutto se accompagnata da un piatto di verdure fresche.

 

 

Ricetta della faraona alla leccarda umbra

Faraona leccarda umbra

Autore:

Tempo di preparazione:

Tempo di cottura:

Tempo totale:

Ingredienti per 4 persone

  • 1 faraona intera (circa 1,3 kg)
  • 1 limone non trattato
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 1 spicchio d'aglio
  • 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva
  • un mix di erbe aromatiche (rosmarino, origano, maggiorana, salvia)
  • sale e pepe q.b.

Per la leccarda

  • 300 g di fegatini di pollo (e di faraona se reperibili)
  • 2 fette di mortadella
  • 2 fette di prosciutto crudo
  • 15 olive nere denocciolate
  • 10 capperi
  • 2 cucchiai di aceto di vino bianco
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • un mix di erbe aromatiche (rosmarino, salvia, prezzemolo)
  • 1 limone (la scorza)
  • sale e pepe q.b.

Preparazione

 

 

Privare la faraona della testa e delle zampe, se non è già stato fatto dal macellaio, e insaporirla con sale e pepe anche internamente, riempirle il ventre di erbe aromatiche, di aglio e di fette di mezzo limone con la buccia. Appoggiarla in una ciotola con le restanti erbe aromatiche, il succo di mezzo limone e il vino bianco, quindi coprirla con pellicola trasparente e lasciarla marinare per una notte intera in frigorifero.

Il giorno dopo trasferire la faraona in una teglia coperta da carta da forno con tutti gli odori e aggiungere l'olio, quindi cuocerla in forno già caldo a 200°C per circa un'ora.

Nel frattempo preparare la leccarda mettendo in una pentola i fegatini insieme agli aromi tritati, alle fette di prosciutto e mortadella tritate, ai capperi e alle olive anch'essi tritati, alla scorza di limone, sistemando di sale e pepe. Fare cuocere il tutto per pochi minuti dopo di che aggiungere l'aceto e il vino bianco facendoli sfumare. Il composto deve risultare denso e omogeneo.

Una volta pronta la faraona, tagliarla a pezzi e sistemarla sul piatto da portata cosparsa del patè di fegatini. Si accompagna bene ad un'insalata fresca o a delle patate al forno.

Informazioni nutrizionali per porzione

 

Energia

421 kcal - 1760 KJoule

 

Proteine ad alto VB 

55 g

Proteine

55 g - 56%

Carboidrati

5 g - 5%

Grassi

17 g - 39%

di cui

 

saturi

4.6 g

monoinsaturi

7.2 g

polinsaturi

3.0 g

Fibre

0 g

Colesterolo

298 mg

Sodio

340 mg

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina

Polpette di tonno e patate al forno

Cerchi una ricetta per far mangiare il pesce in modo divertente ai propri figli? Una soluzione potrebbe essere rappresentata dalle polpette di tonno e patate al forno.

Torta di mele light: può un cibo essere dietetico?

Spesso i dolci sono spesso banditi dalle diete, anche se in realtà è possibile preparare torte leggere e non eccessivamente caloriche.

Torta tenerina: la ricetta originale

La torta tenerina è forse uno dei dolci più diffusi e preparati in Italia: semplicissimo da preparare e adatto anche a chi è alle prime armi.

Guacamole allo zenzero con mele e gamberi

Guacamole allo zenzero con mele e gamberi: una variante sfiziosa della salsa di origine messicana, per stupire i vostri ospiti.

 

Vellutata di castagne, quenelles di zucca e gamberi rossi lardellati

La vellutata di castagne, quenelles di zucca e gamberi rossi lardellati è una ricetta un po' elaborata, ma che non richiede particolari abilità e di sicuro stupirà i vostri ospiti.

Gnocchi di spinaci con porri e fonduta di parmigiano

Gli gnocchi di spinaci sono una variante degli gnocchi tradizionali, scopriamoli in abbinamento a un letto di porri e alla fonduta di parmigiano.

Crostata meringata al limone e zenzero

La crostata meringata al limone e zenzero è una variante molto interessante del classico dolce di origine anglosassone.

Involtini di sgombro ripieni di patate e uvetta

Gli involtini di sgombro ripieni di patate e uvetta sono una ricetta sfiziosa, non troppo complicata da realizzare, economica, salutare, e dall'impatto visivo molto interessante.