Acqua borica: usi e controindicazioni

L'acqua borica: cos'è e perchè si usa

L'acqua borica è una soluzione antisettica formata da acqua e acido borico, o più propiamente acido ortoborico. Questa sostanza è un acido debole che conferisce alla soluzione proprietà antibatteriche e antifungine. La concentrazione di acido borico in soluzione è in genere bassa e precisamente del 3%. 

 

 

Viene usata come medicinale sia per gli essere umani che per gli animali: a questo proposito molto usata è l'acqua borica per alcuni disturbi del cane.

L'acqua borica può essere utilizzata per diversi scopi, sia in campo dermatologico che per il trattamento degli occhi. Viene consigliata per combattere l'acne e per le irritazioni provocate nelle pelle da punture di insetti o scottature solari di modeste entità. Inoltre, può essere impiegata per le infiammazioni della pelle, come le dermatiti da sebo, così come anche per le follicoliti. Viene usata in genere in tutti i casi di pelle screpolata o irritata, in cui l'acqua borica svolge un'importante funzione disinfettante. Inoltre, essa ha la capacità di lenire il bruciore della pelle ristabilendo lo stato di salute dell'epidermide.

 

 

Un altro uso dell'acqua borica è in caso di congiuntivite batterica e in tutti i casi di infezioni oculari. In generale, può essere usata in caso di secchezza, affaticamento e irritazioni degli occhi, così come anche nel caso in cui siano presenti corpi estranei nell'occhio. Si realizzano così dei bagni oculari con acqua borica, che ha per questi scopi una formulazione diversa da quella usata per l'uso dermatologico. Infatti, nel caso di uso della sostanza nell'occhio, essa deve essere delicata e sterile, in modo da non arrecare ulteriori danni. In generale, l'acqua borica viene usata negli occhi per la loro igiene e per prevenire eventuali infezioni in corso, in concerto con farmaci appositi. Viene, infatti, consigliata nel post-operatorio del glaucoma, in quanto aiuta nella prevenzione delle infezioni. 

Altri scopi per cui spesso viene usata l'acqua borica sono il trattamento delle orecchie, sia nel cane che negli uomini. Sembra, infatti che questo prodotto possa dare sollievo in caso di otiti o per il lavaggio dell'orecchio in generale, soprattutto se si ha un eccessivo accumulo di materiale all'interno dell'orecchio. In questi casi, l'acqua borica deve essere a temperatura ambiente, per evitare shock termici che potrebbero causare dolore ulteriore. 

Meccanismo d'azione dell'acqua borica

 

 

L'acqua borica deve le sue proprietà all'acido borico in essa presente, che è in grado di indurre la denaturazione delle proteine presenti all'interno delle cellule e sulla membrana plasmatica dei microrganismi patogeni, in particolare funghi e batteri. 

In realtà, per quanto riguarda i batteri, essa non ha la capacità di indurre la morte dei batteri, ossia non ha attività battericida. Il suo effetto è quello, invece, di portare ad un rallentamento e ad un blocco della crescita batterica, azione definita "batteriostatica".

Dove si compra l'acqua borica

L'acqua borica è venduta in farmacia o parafarmacia ad un prezzo in genere abbastanza contenuto. Non è necessaria la ricetta medica, in quanto è considerata una medicinale di automedicazione. Risulta, però, necessario, chiedere il parere del medico o del farmacista in caso di dubbi sulla necessità di utilizzo. Per la posologia, bisogna sempre seguire le indicazioni riportate nella confezione. 

Come si usa l'acqua borica

L'acqua borica negli adulti va in genere applicata da una a due volte al giorno sulla parte del corpo interessata, cute o occhi. Può essere applicata anche sulla cute irritata o infiammata dei bambini al di sopra dei 3 anni di età. In caso di infezioni micotiche, è possibile fare degli impacchi con acqua borica per contribuire ad eliminare i funghi dall'organismo. Questo è particolarmente utile in caso di verruche, spesso riscontrate in seguito ad infezioni della pelle esposta a luoghi pubblici, come le piscine o gli spogliatoi delle palestre. 

La conservazione del prodotto è importante al fine di mantenerne intatte le caratteristiche. Esso va tenuto in luogo fresco ed asciutto, lontano da fonti di calore e dall'umidità. Inoltre, è sempre bene assicurarsi di tenere il prodotto lontano dalla portata dei bambini, in quanto vi sono stati casi di morte in seguito ad ingestione accidentale del prodotto. 

Quando e come non si usa l'acqua borica

L'acqua borica non ha efficacia nel trattamento dell'herpes virus, così come anche per l'igiene intima femminile, motivo per cui spesso viene impropriamente usata al fine di prevenire le infezioni da Candida. In quest'ultimo caso, infatti, esistono prodotti appositamente formulati a base di acido borico, che possono essere usati per le lavande vaginali. L'acqua borica, invece, nella formulazione dermatologica o oculare, non è specificatamente realizzata per questi scopi e pertanto potrebbe essere inutile ed inefficace. La migliore soluzione è quella di chiedere il parere medico sui prodotti più idonei a questi scopi. 

L'acqua borica non ha, invece, controindicazioni se usata per gli scopi per cui è stata formulata e in dosi contenute. In caso di utilizzo improprio o eccessivo del prodotto, però, potrebbero manifestarsi degli effetti indesiderati, come dermatite, eritema o irritazioni. 

L'acqua borica non va applicata su cute lesa o ferite agli occhi, in quanto l'acido borico può, in questi casi, penetrare nell'organismo e diffondersi per via sistemica. Come conseguenza potrebbero esserci effetti collaterali come: nausea, vomito, diarrea, spossatezza, convulsioni, anemia e confusione mentale. 

L'acqua borica non si usa in bambini al di sotto dei 3 anni, nemmeno per gli occhi. Per quanto riguarda l'uso in gravidanza, non sono disponibili dati sufficienti per affermare una sicurezza assoluta del prodotto sullo sviluppo del feto e dell'embrione. Va detto, però, che per quanto riguarda il prodotto usato per scopo cutaneo, l'assorbimento della sostanza sulla cute intatta è minimo, per cui l'effetto sistemico è ridotto. Lo stesso discorso vale in caso dell'uso durante l'allattamento

In caso di uso improprio o ingestione di acqua borica è necessario contattare subito il medico o il pronto soccorso per evitare conseguenze più gravi. Infatti, sono stati anche segnalati casi di intossicazione e morte in seguito ad uso non consono di acqua borica. 

L'acqua borica è invece sicura se usata secondo gli scopi e le modalità per cui è stata formulata. A questo proposito è bene ricordare che questo prodotto non si può ingerire

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Salute


Agopuntura: è solo effetto placebo?

L'agopuntura è una pratica tipica della medicina tradizionale cinese che viene proposta per diversi scopi terapeutici ma che non ha prove scientifiche solide.


Medicina alternativa

Medicina alternativa: elenco pratiche e analisi critica in base alla letteratura scientifica.


Fungo reishi: è davvero il fungo del'immortalità?

Il fungo reishi, il cui nome scientifico è Ganoderma lucidum, è un saprofita di alcune piante, usato nella medicina cinese ma dagli effetti non ancora ben confermati.


Criolipolisi: effetti e risultati

La criolipolisi è una metodica che sembra essere sicura ed efficace nella rimozione del grasso localizzato sottocutaneo. Non è efficace in caso di obesità e non ha effetti collaterali.

 


Acqua ossigenata: usi e caratteristiche

L'acqua ossigenata è un composto biodegradabile usato per diversi scopi e ambiti, come quello industriale, medico e cosmetico perché ha basso costo ed è facilmente reperibile.


NADH come integratore: cos'è, opinioni ed effetti

IL NADH è un coenzima che partecipa al metabolismo energetico. Viene spesso proposto come integratore per diversi scopi ma gli studi in merito sono deboli e con risultati incerti.


Rimedi naturali per la perdita dei capelli: funzionano?

I rimedi naturali per la caduta dei capelli non sempre funzionano. Alcuni potenziano l'effetto del farmaco, altri abbreviano la durata della caduta stagionale.


LMSM come integratore per capelli

L'MSM è una molecola usata sia in ambito industriale che per la formulazione di integratori, che favoriscono la crescita dei capelli.