Herpes genitale

L'herpes genitale è una comune infezione sessualmente trasmissibile causata dal virus herpes simplex (HSV). Il virus si diffonde attraverso un rapporto sessuale e dopo l'infezione iniziale rimane dormiente nel corpo e può riattivarsi anche più volte.

 

 

L'herpes genitale può causare dolore, prurito e ferite nella zona genitale, ma può anche essere asintomatico, per cui si può essere contagiosi anche se non si hanno piaghe e altri sintomi visibili. Non esiste una cura per l'herpes genitale, ma i farmaci possono alleviare i sintomi e ridurre il rischio di infettare le altre persone, così come i preservativi possono aiutare a prevenire la diffusione dell'infezione.

Cause

Sono due i tipi di virus che possono causare questa infezione e comprendono:

  • HSV-1: questo è il tipo di virus che di solito causa ferite e vesciche intorno alla bocca. L'HSV-1 è solitamente diffuso attraverso contatto diretto pelle contro pelle e può essere diffuso alla zona genitale durante un rapporto di sesso orale. Le ricadute sono molto meno frequenti di quelle con HSV-2.
  • HSV-2: questo è il tipo di virus che comunemente causa l'herpes genitale. Il virus si diffonde attraverso il contatto sessuale, è molto comune e altamente contagioso.

Poiché il virus muore rapidamente al di fuori del corpo, è quasi impossibile contrarre l'infezione attraverso il contatto con i bagni, gli asciugamani o altri oggetti utilizzati da una persona infetta.

 

 

Sintomi

La maggior parte delle persone affette da HSV non è a conoscenza dell'infezione perché non presenta segni e sintomi o perché i sintomi sono molto lievi. Se sono presenti, i sintomi possono presentarsi da due a dodici giorni dopo l'esposizione al virus, e possono includere:

  • dolore o prurito nella zona genitale;
  • piccoli pallini rossi o piccole bolle bianche;
  • ulcere, in seguito alla rottura delle bolle, che possono rendere dolorosa la minzione;
  • croste, dopo che le ulcere guariscono.

Durante un primo episodio dell'infezione si possono presentare segni e sintomi simil-influenzali, come linfonodi gonfi nella zona dell'inguine, mal di testa, dolori muscolari e febbre. I sintomi possono apparire in diverse zone, infatti inizialmente sono localizzati soprattutto nella zona inguinale interna, ma possono diffondersi in tutto il corpo se con le mani viene toccata la zona infetta prima e poi altre parti del corpo. Si possono sviluppare delle piaghe su:

Herpes genitale
  • gambe e cosce;
  • ano;
  • bocca;
  • uretra;
  • zona vaginale interna, genitali esterni e cervice per le donne;
  • pene e scroto per gli uomini.

Dopo una prima infezione le ricadute sono comuni, l'herpes genitale si manifesta in maniera diversa per ogni persona, per alcuni i sintomi possono ripetersi per anni, altre sperimentano solo qualche ricaduta. Per molte persone, tuttavia, i focolai sono meno frequenti con il passare del tempo. Poco prima di una recidiva si possono avvertire i seguenti segnali d'allarme:

  • formicolio e prurito nelle zone genitali;
  • dolore alla schiena, ai glutei e alle gambe.

Fattori di rischio

 

 

Il rischio di infezione da herpes genitale può essere maggiore in base a: 

  • Sesso: le persone di sesso femminile hanno maggiori probabilità di contrarre l'herpes genitale rispetto agli uomini. Il virus si trasmette più facilmente dagli uomini verso le donne rispetto al contrario.
  • Rapporti sessuali con diversi partner: ogni partner sessuale aumenta il rischio di essere esposti al virus che causa l'herpes genitale.

Complicazioni

Le complicanze associate all'herpes genitale includono:

  • Altre infezioni sessualmente trasmesse: la presenza di lesioni genitali aumenta il rischio di trasmettere o contrarre altre infezioni, compreso l'AIDS.
  • Infettare il feto: le madri infette possono esporre il loro bambino al virus durante il processo di crescita intrauterina e il parto, ciò può causare danni al cervello, cecità o morte.
  • Problemi della vescica: in alcuni casi, le piaghe associate ad l'herpes genitale possono causare un'infiammazione dell'uretra, tubo che trasporta l'urina dalla vescica a fuori. Il gonfiore può causare l'ostruzione dell'uretra per diversi giorni, richiedendo l'inserimento di un catetere per scaricare la vescica.
  • Meningite: in casi rari, l'infezione da HSV porta ad un'infiammazione delle membrane e del fluido cerebrospinale che circonda il cervello e il midollo spinale.
  • Infiammazione rettale: l'herpes genitale può portare ad un'infiammazione del retto, in particolare il rischio è maggiore per gli omosessuali.

Diagnosi

Si può diagnosticare l'herpes genitale in base ad un esame fisico ed a dei risultati di alcuni test di laboratorio, quali:

  • Coltura virale: questo test comporta il raschiamento delle piaghe genitali o un prelievo di un campione di tessuto per farlo esaminare in laboratorio.
  • Reazione a catena dalla polimerasi (PCR): un segmento di DNA, prelevato da un campione di sangue, di tessuto, da un fluido o dal liquido spinale, viene testato per stabilire la presenza di HSV e in caso per determinare quale tipo di HSV sia.
  • Analisi del sangue: questo test analizza un campione di sangue e identifica la presenza di anticorpi per rilevare un'infezione da herpes, anche passata.

Trattamento

Non esiste una cura per l'herpes genitale, ma il trattamento con dei farmaci antivirali può:

  • aiutare le piaghe a guarire;
  • ridurre la gravità e la durata dei sintomi;
  • ridurre la frequenza delle ricadute;
  • ridurre al minimo la possibilità di trasmettere il virus dell'herpes ad un'altra persona.

I farmaci antivirali usati per l'herpes genitale includono:

  • Acyclovir
  • Famciclovir

Questi farmaci sono generalmente ben tollerati, con pochi effetti collaterali.

Prevenzione

Avere l'herpes genitale porta con sé non solo dei fastidi fisici, ma anche psicologici, infatti può essere causa di imbarazzo, vergogna e rabbia. Si può provare un sentimento di risentimento e di sfiducia nei confronti del partner che ha causato il passaggio dell'infezione. Questi sentimenti possono essere trattati in maniera sana nella coppia:

  • Comunicando con il partner: essere aperti e onesti con i sentimenti, fidarsi del partner e non assegnare una colpa. L'herpes genitale può rimanere inattivo nel corpo per molti anni, per cui è difficile determinare quando si è diventati infetti.
  • Informarsi: parlare con i medici per imparare a convivere con la condizione e ridurre al minimo le possibilità di infettare gli altri. È importante sapere le opzioni di trattamento e come gestire i focolai cronici.
  • Supporto: frequentare un gruppo di supporto, parlare dei sentimenti e imparare dalle esperienze degli altri può aiutare a gestire la malattia.

I suggerimenti per prevenire l'herpes genitale sono uguali a quelli consigliati per prevenire altre infezioni sessualmente trasmissibili:  

  • usare un preservativo durante ogni rapporto sessuale;
  • evitare un rapporto sessuale se uno dei due partner ha l'herpes.

Durante la gravidanza se si soffre di herpes genitale bisogna informare il medico per ridurre al limite le possibili complicazioni legate al feto, sia durante il periodo di gravidanza che durante il parto.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Salute


Medicina antroposofica: una storica terapia che non funziona

La medicina antroposofica è una pseudoscienza creata dopo la prima guerra mondiale, ma di cui non si hanno prove scientifiche circa la sua reale efficacia.


Omeopatia o medicina omeopatica: la pseudoscienza dell'effetto placebo

L'omeopatia è una pseudoscienza che fa parte della medicina alternativa. Ad oggi non vi sono studi che dimostrino una sua efficacia se non nell'indurre un effetto placebo.


Trapianto fecale: promettente utilizzo del microbiota intestinale

Il trapianto fecale è una promettente tecnica che ha diverse applicazioni promettenti, tra cui contro la colite ulcerosa e la colite pseudomembranosa.


Morbo celiaco o celiachia

Il morbo celiaco o celiachia è una malattia cronica, con caratteristiche lesioni della mucosa dell'intestino tenue e malassorbimento.

 


Le regole fondamentali per un'alimentazione senza glutine

Le regole fondamentali per un'alimentazione senza glutine sono state stilate da AIC e prevedono non solo alimenti da escludere ma anche comportamenti da adottare in cucina.


Yarsagumba: effetti dimostrati, ma solo sugli animali

Lo Yarsagumba, o Cordyceps sinensis, è un fungo parassita di diverse specie di larve, a cui sono attribuite proprietà non ancora dimostrate negli umani, ma solo in alcuni animali.


Fitoterapia: un aiuto ai farmaci di sintesi

La fitoterapia è una disciplina che usa principi attivi di origine vegetale per la cura o la prevenzione di alcune patologie.


Calvizie: che cos'è e differenza con l'alopecia

La calvizie si differenzia dall'alopecia, anche se spesso viene confusa con essa, perché è una condizione transitoria dovuta a diverse cause.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.