Scorfano

La Scorpaena scrofa, o più volgarmente scorfano rosso, è un pesce di mare appartenente alla famiglia delle Scorpaenidae, famiglia che comprende circa 200 specie di pesci, tra i quali lo scorfano rosso è la specie sicuramente più grande e commercialmente più pregiata.

 

 

Lo scorfano rosso si distingue dallo scorfanotto (Scorpena notata) che, anche se ha una colorazione simile, ha dimensioni molto più piccole, e dallo scorfano nero (Scorpena porcus) per il colore e per le appendici più sviluppate.

Il corpo dello scorfano rosso è tozzo e la testa molto grande, inoltre è provvisto di numerose creste e spine e possiede anche delle appendici carnose sul mento. La sua colorazione è molto varia, perché è un pesce mimetico, e presenta sfumature che vanno dal rosso vivo al rosa, dal giallo zolfo al marrone, variegate di macchie scure. È un pesce cosiddetto da "agguato" perché si nutre più grazie alla sua capacità mimetica che alle doti di nuotatore, passa, infatti, la maggior parte del tempo immobile in un punto rialzato del fondale attendendo che una preda gli passi davanti. Raggiunge circa i 50-60 cm di lunghezza, anche se è più comune tra i 20 e i 30 cm.

Il veleno dello scorfano

Scorfano

Le spine della pinna dorsale dello scorfano sono molto grandi e robuste e racchiudono delle ghiandole velenifere. Al toccarle pungono provocando un intenso dolore, non sono certamente mortali, ma una puntura di scorfano può comunque provocare stati di perdita di coscienza, vertigini e ipotensione. Occorre risciacquare e disinfettare subito la parte interessata dalla puntura, togliere le spine e tenerla o sotto la sabbia o in ghiaccio perché il veleno dello scorfano si attiva con il calore.

Zone di diffusione dello scorfano

Lo scorfano è diffuso nell'Oceano Atlantico orientale, dalle isole britanniche al Marocco, nelle coste delle Canarie e delle Azzorre e nel Mar Mediterraneo. Abita i fondali rocciosi, sabbiosi e fangosi da 15 m fino a 200 m di profondità.

Tecniche di pesca dello scorfano

 

 

Lo scorfano viene catturato sia con lenze che con palamiti, tremagli, nasse o reti a strascico. È una preda ambita anche dei pescatori subacquei, proprio per le sue doti mimetiche che ne rendono difficile l'individuazione e la cattura. Occorre, inoltre, essere degli esperti e fare molta attenzione alle sue spine velenifere.

Il consumo dello scorfano

Lo scorfano si trova sui mercati italiani in quantità limitate, eppure le sue carni sono molto apprezzate e ricercate. È, per esempio, un ingrediente fondamentale per preparare il cous cous alla trapanese, il caciucco alla livornese o il brodetto all'anconetana, e si presta bene in generale alle zuppe, ai guazzetti o ai sughi per la pasta. È, inoltre, un pesce molto spinoso e difficile da pulire, per questo spesso viene commercializzato già sfilettato, allora lo si può cucinare al forno o fritto.

Curiosità sullo scorfano

Nel vocabolario italiano il termine ?€?scorfano?€? è ormai entrato di diritto per indicare non solo il pesce, ma anche una persona dall'aspetto brutto e sgraziato, proprio in riferimento all'aspetto strano e orripilante del pesce.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Frutta esotica: elenco completo e come sceglierla

Colorata, dalle forme strane e con un gusto molto gradito, la frutta esotica esiste di moltissime tipologie, alcune delle quali crescono anche in Italia.


Migliori diete del 2020: la classifica americana

La classifica delle migliori diete del 2020 è stata stilata da un portale americano di informazione, servendosi del supporto di esperti del settore salute.


Glifosato nel grano: tra bufale ed accordi internazionali

Il glifosato nel grano, specie in quello canadese, è stato oggetto di diversi dossier che si sono rivelati poi delle bufale.


Glifosato negli alimenti: dove si trova e come evitarlo

Il glifosato è un erbicida usato in agricoltura che potrebbe causare il cancro nell'uomo: ecco in quali alimenti si trova e come evitarlo.

 


Clinto: storia e caratteristiche del vino proibito

Il Clinto non appartiene alla specie solitamente usata per la produzione del vino comune. La sua diffusione è ostacolata da leggi italiane ed europee.


Uva fragola: caratteristiche e proprietà dell’uva dei climi freddi

L’uva fragola ha sapore e profumo molto particolari ma la legislazione italiana ne impedisce la diffusione, specie del vino da essa derivato: il Fragolino.


Coppiette di maiale romane: storia e come si mangiano oggi

Le coppiette di maiale romane sono un’antica ricetta romana diffusasi poi oggi in tutta Italia. Nascono per l’esigenza di conservare la carne.


Dieta nordica o dei Vichinghi: la sfida alla dieta Mediterranea

La dieta nordica è molto simile a quella mediterranea e si basa sul minor consumo di alimenti animali, privilegiando quelli vegetali e locali.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.