Pagello e pagello fragolino

I pagellus sono dei pesci di mare appartenenti alla famiglia degli Sparidi. Ne esistono numerose specie (pagellus acarne, pagellus affinis, pagellus bellottii, pagellus bogaraveo o besugo, pagellus natalensis e pagellus erythrinus). La specie di cui andrò a trattare in questo articolo è l'ultima, il pagellus erythrinus, chiamato comunemente pagello o pagello fragolino, il più comune nei mari italiani.

 

 

Come la maggior parte degli sparidi anche il pagello ha un corpo ovale e allungato, compresso ai lati e un sistema di riproduzione ermafrodita proterogino (ovvero nasce femmina per diventare maschio durante la crescita). Le sue particolarità sono il suo colore di un rosa molto intenso, privo di fasce, ma costellato di piccole macchie azzurre nella parte dorsale e sopra gli occhi, e l'unica pinna dorsale che ha raggi duri come aculei. Le sue dimensioni massime raggiungono i 50 cm di lunghezza e i 3 chili di peso, ma è più comune trovarlo di 20 cm e 400 grammi.

Zone di diffusione del pagello

Pagello

Il pagello fragolino vive nel mar Mediterraneo, nell'Oceano Atlantico tra la Manica e l'Angola e nel mar Nero. In Italia è diffuso nell'Adriatico e in Sicilia. Vive in prossimità delle coste dai 20 ai 100 metri di profondità, e predilige i fondali sabbiosi.

La pesca del pagello

Il pagello fragolino viene pescato in tutto il Mediterraneo principalmente con reti a strascico, reti a traino pelagico, reti da posta, palangari di fondo, nasse e lenze a mano. In Italia è pescato soprattutto nei mari attorno alla Sicilia ed in Alto Adriatico.

Il pagello in cucina

 

 

Il pagello viene commercializzato fresco o surgelato nei banconi del pesce italiani. Ha carni buone, sode e saporite, è un pesce bianco, magro e facilmente digeribile, ricco di sali minerali, fra i quali potassio, calcio e magnesio. Il pagello è ottimo alla brace, al cartoccio, al forno, in padella e si abbina bene con i capperi.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Proteine della carne

Le proteine della carne si trovano in egual misura nella carne rossa e in quella bianca, nella prima sono legate a una maggiore quantità di grassi saturi e colesterolo.


Caseina (proteina del latte e dei formaggi)

La caseina, o meglio le caseine, sono le proteine maggiormente rappresentate nel latte, costituendo circa l'80% delle proteine contenute nel latte di vacca, bufala, pecora e capra.


Qualità delle proteine: valore biologico e altri indicatori

Qualità delle proteine: il valore biologico delle proteine, gli altri indicatori, l'aminoacido limitante. Come valutare la qualità delle proteine.


Latte condensato

Il latte condensato è un prodotto ottenuto dal latte vaccino provato di parte dell'acqua e di solito addizionato con zucchero. Utile in molte preparazioni dolci.

 


Toffee o caramelle mou

Le caramelle mou o toffee, di origine inglese, sono a base di caramello scuro e burro o panna montata.


Proteine del siero del latte (whey)

Le proteine del siero del latte (whey protein in inglese) sono le proteine più utilizzate come integratore.


Dieta in base al somatotipo: perché non ha senso

La teoria del somatotipo suddivide i tipi corporei in tre categorie: ectomorfo, endomorfo, mesomorfo. La dieta formulata in base a queste categorie appare senza senso.


Proteine del latte

Le proteine del latte sono contenute nei derivati del latte e vengono anche isolate e proposte in forma più o meno pura sottoforma di integratori alimentari.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.