Pesce San Pietro

Il pesce San Pietro ( nome scientifico Zeus faber) è un pesce d'acqua salata, appartenente alla famiglia delle Zeidae. È un pesce dalle sembianze molto bizzarre, ha un corpo ovale, con una pinna dorsale formata da lunghi filamenti simili ad aculei, una pinna caudale ampia e trasparente con raggi bianchi, e le pinne ventrali molto grandi come ventagli.

 

 

Il capo è grande e sembra ricoperto da una corazza. Tutto il corpo, inoltre, è ricoperto da placche spinose. Una caratteristica che accomuna tutti i pesci san pietro è una macchia scura situata sui fianchi.
La colorazione è molto varia, di solito prevede un colore di fondo biancastro, screziato di beige, di giallo o di bruno.
Le dimensioni massime raggiunte da un pesce san pietro si attestano sui 90 cm di lunghezza per 8 kg di peso, ma è più comune da 30 a 40 cm.

Zone di diffusione del pesce san pietro

Pesce san pietro

Il pesce san pietro vive in tutte le acque temperate e tropicali, nel Mar Mediterraneo, nel Mar Nero, nell'Oceano Atlantico dalla Scandinavia al Sudafrica, nell'Oceano Pacifico dal Giappone all'Australia e anche nell'Oceano Indiano. Vive isolato o in piccoli gruppi e predilige i fondali fangosi fino a 400 metri di profondità. In Italia lo si trova prevalentemente nel Mar Adriatico.

Pesca del pesce san pietro

Il pesce san pietro si pesca con reti da traino, a strascico, da posta e palamiti. Dato che le sue carni sono apprezzate in molti paesi, è oggetto di intensa pesca sia commerciale che sportiva.

Il pesce san pietro in cucina

 

 

Le carni del pesce san pietro sono delicate e molto buone. Viene venduto solitamente fresco e si presta a svariate preparazioni: bollito, al forno, in padella con pomodoro ed olive taggiasche, ed è anche un ingrediente fondamentale per zuppe e brodetti.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Dietidea: la dieta del riso Scotti del prof. Sorrentino

Dietidea è la nuova dieta del riso, ideata dal prof. Sorrentino in collaborazione con Scotti. Scopriamo i pro e i contro di questa dieta.


Come verificare l'attendibilità di uno studio scientifico?

L'attendibilità di uno studio scientifico si ha quando quest'ultimo rispetta diverse caratteristiche che rendono i risultati vicini alla verità.


Pollo da allevamento biologico

L'allevamento biologico del pollo, sia per la produzione di carne che per quella delle uova, richiede costi maggiori ma permette un prodotto di maggior qualità.


Polli allevati a terra o all'aperto: quali sono le differenze?

L'allevamento dei polli a terra o all'aperto presenta notevoli differenze, sia per quanto riguarda le modalità, sia per la salubrità degli alimenti prodotti.

 


Allevamento intensivo dei polli

L'allevamento intensivo dei polli è un metodo di produzione di carne e uova che nasconde diversi problemi, non solo per la salute degli animali, ma anche per quella umana.


Tenerezza della carne bovina

I tagli di carne più tenera: la tenerezza delle carni bovine secondo uno studio scientifico che valuta la qualità dei vari muscoli dei bovini.


Dieta volumetrica: dimagrire con la densità calorica

La dieta volumetrica si basa sul concetto promosso e utilizzato fin dall'inizio della mia attività nel campo dell'alimentazione, quello della densità calorica.


Il modello a calorie o sistema Atwater

Il modello a calorie è stato ideato da Atwater e colleghi che hanno studiato la quantità di energia fornita da carboidrati, proteine e grassi.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.