Occhiata

L'occhiata (Oblada melanura) è un pesce d'acqua salata appartenente alla famiglia degli Sparidi, molto simile al sarago, dal quale si distingue per l'evidente macchia nera bordata di bianco all'attaccatura della pinna caudale e per l'occhio di grandi dimensioni, circa la metà dell'intero muso, al quale deve il suo nome.

 

 

La sua forma è ellittica, il corpo allungato e schiacciato lateralmente e la livrea di colore grigio-azzurra con riflessi argentei. Normalmente le dimensioni dell'occhiata nostrana vanno dai 18 ai 25 cm ed il suo peso varia dai 700 grammi al chilo. Come molti altri sparidi, anche l'occhiata è un pesce ermafrodita, soggetto al cambiamento di sesso con l'avanzare dell'età.

Zone di diffusione dell'occhiata

Occhiata

L'occhiata è presente in tutto il mar Mediterraneo, nell'Oceano Atlantico orientale fino alle coste delle Canarie e di Capo Verde ed anche nel mar Nero. Vive vicino alla costa fino a massimo 40 metri di profondità. Predilige i fondali rocciosi ed erbosi e si sposta in branchi molto numerosi.

La pesca all'occhiata

Le tecniche di pesca usate per catturare le occhiate sono principalmente reti da posta, nasse, tremagli, sciabiche e palamiti. È un pesce soggetto anche alla pesca sportiva con lenze ed esche naturali quali pane, formaggio o bigattini. Nei mari italiani viene pescata soprattutto in Sicilia e nel basso Adriatico.

 

 

L'occhiata in cucina

Le carni dell'occhiata sono bianche, sode e dal sapore delicato, molto simili a quelle dell'orata o del sarago.

L'unico inconveniente è che sono molto spinose, quindi gli esemplari più grandi sono adatti a preparazioni al forno, come al sale o al cartoccio, mentre le più piccole sono indicate per le zuppe o i condimenti per la pasta. In Italia l'occhiata viene consumata principalmente in Sicilia.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Dietidea: la dieta del riso Scotti del prof. Sorrentino

Dietidea è la nuova dieta del riso, ideata dal prof. Sorrentino in collaborazione con Scotti. Scopriamo i pro e i contro di questa dieta.


Come verificare l'attendibilità di uno studio scientifico?

L'attendibilità di uno studio scientifico si ha quando quest'ultimo rispetta diverse caratteristiche che rendono i risultati vicini alla verità.


Pollo da allevamento biologico

L'allevamento biologico del pollo, sia per la produzione di carne che per quella delle uova, richiede costi maggiori ma permette un prodotto di maggior qualità.


Polli allevati a terra o all'aperto: quali sono le differenze?

L'allevamento dei polli a terra o all'aperto presenta notevoli differenze, sia per quanto riguarda le modalità, sia per la salubrità degli alimenti prodotti.

 


Allevamento intensivo dei polli

L'allevamento intensivo dei polli è un metodo di produzione di carne e uova che nasconde diversi problemi, non solo per la salute degli animali, ma anche per quella umana.


Tenerezza della carne bovina

I tagli di carne più tenera: la tenerezza delle carni bovine secondo uno studio scientifico che valuta la qualità dei vari muscoli dei bovini.


Dieta volumetrica: dimagrire con la densità calorica

La dieta volumetrica si basa sul concetto promosso e utilizzato fin dall'inizio della mia attività nel campo dell'alimentazione, quello della densità calorica.


Il modello a calorie o sistema Atwater

Il modello a calorie è stato ideato da Atwater e colleghi che hanno studiato la quantità di energia fornita da carboidrati, proteine e grassi.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.