Lenticchie

Le lenticchie (lens culinaris) sono i semi di una pianta erbacea annuale della famiglia delle Fabaceae, originaria dell'Asia sud occidentale.

 

 

Il colore delle lenticchie può variare dal giallo-verdastro fino al nero, passando per il rosso e il marrone. Dopo la raccolta, le lenticchie vengono essiccate e messe in commercio, oppure destinate all'industria alimentare che le cuoce e mette in scatola.

La pianta è composta da uno stelo ramificato e rampicante che può raggiungere i 50 cm di altezza, e possiede dei baccelli rettangolari e schiacciati, ognuno dei quali contiene 2-3 semi dalla forma tondeggiante e appiattita: le lenticchie vere e proprie.

Sembra che le lenticchie siano stati i primi legumi ad essere stati coltivati, fin dal 7000 a.C. Fu il cibo di base della popolazioni povere dei greci e dei romani, tanto che si pensa che la famiglia romana dei Lentuli derivi proprio dalle lenticchie. Questo legume diede il nome anche alle lenti di vetro, nel corso del XVII secolo, grazie alla loro forma.

In Italia la coltivazione delle lenticchie è diffusa soprattutto negli altipiani dell'Italia centrale, dove le condizioni di clima e di terreno conferiscono una particolare qualità a questi legumi.

Non a caso le lenticchie più famose sono quelle di Castelluccio di Norcia, coltivate nell'omonima piana situata a 1300 metri di altitudine, ma anche negli altipiani di Colfiorito in Umbria o di Leonessa nel Lazio.

 

 

Caratteristiche delle lenticchie

Lenticchie

Le lenticchie si differenziano per la grandezza del seme, per il colore e per il fatto di essere o meno decorticate. Quelle a seme piccolo in genere sono più saporite, quelle decorticate, molto diffuse in oriente, si sfaldano in cottura producendo una sorta di purè.

Le lenticchie decorticate si riconoscono dal colore, giallo o rosso (lenticchie egiziane).

Calorie e valori nutrizionali delle lenticchie secche

Calorie e valori nutrizionali delle lenticchie cotte o in scatola

Ricette Sì a base di lenticchie

Ricette con le lenticchie

Le lenticchie secche, a differenza della maggior parte degli altri legumi, non hanno bisogno di ammollo perché cuociono facilmente in circa 20 minuti.

 

 

Si preparano in umido, soprattutto con fondi di cottura a base di pancetta, o speziate con preparazioni alla orientale, oppure in insalata, in questo caso sono indicate le lenticchie di grandi dimensioni come quelle di Altamura.

Tradizione vuole che si consumino le lenticchie abbinate al cotechino a capodanno: personalmente ritengo questo modo di consumare le lenticchie valido, ma non di certo dopo un cenone di capodanno, quando il piatto (non di certo leggero) non può essere gustato con piacere! Meglio gustarlo in altra situazione come piatto unico.

Lenticchie di qualità

In Italia e in Europa esistono molte lenticchie di qualità, che hanno ottenuto una certificazione IGP, DOP, prodotto agroalimentare tradizionale (PAT) o sono presidio slow food.

Ricordiamo le lenticchie di Castelluccio di Norcia, di Colfiorito (PAT), di Santo Stefano di Sessanio (PAT e presidio slow food), di Ustica (PAT e presidio slow food), di Onano (PAT e presidio slow food), di Altamura (PAT), di Villalba (PAT), di Ventotene (PAT), di Rascino (PAT), di Valle Agricola (PAT).

In Francia è molto famosa la lenticchia verde di Puy (DOP).

Valori nutrizionali delle lenticchie

Le lenticchie hanno i valori nutritivi simili agli altri legumi, dunque si tratta di cibi sazianti, ricchi di fibre, molto importanti in un'alimentazione sana.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Proteine del pesce

Le proteine del pesce sono ricche di amminoacidi essenziali e si accompagnano ad omega 3, vitamine e sali minerali, come ferro e iodio.


Acqua e limone al mattino: fa bene?

L'acqua e limone, generalmente il succo, ha alcune proprietà utili per aiutare ad avere un'alimentazione bilanciata ma gli sono attribuite anche false proprietà benefiche.


Proteine della carne

Le proteine della carne si trovano in egual misura nella carne rossa e in quella bianca, nella prima sono legate a una maggiore quantità di grassi saturi e colesterolo.


Caseina (proteina del latte e dei formaggi)

La caseina, o meglio le caseine, sono le proteine maggiormente rappresentate nel latte, costituendo circa l'80% delle proteine contenute nel latte di vacca, bufala, pecora e capra.

 


Qualità delle proteine: valore biologico e altri indicatori

Qualità delle proteine: il valore biologico delle proteine, gli altri indicatori, l'aminoacido limitante. Come valutare la qualità delle proteine.


Latte condensato

Il latte condensato è un prodotto ottenuto dal latte vaccino provato di parte dell'acqua e di solito addizionato con zucchero. Utile in molte preparazioni dolci.


Toffee o caramelle mou

Le caramelle mou o toffee, di origine inglese, sono a base di caramello scuro e burro o panna montata.


Proteine del siero del latte (whey)

Le proteine del siero del latte (whey protein in inglese) sono le proteine più utilizzate come integratore.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.