Come scegliere la pasta migliore valutando anche la sostenibilità ambientale

Pasta corta o lunga? Integrale o bianca? Liscia o ruvida? Secca o fresca? Cotta al dente oppure più morbida?

La scelta della pasta non è soltanto questione di gusti, ma anche di abbinamenti gastronomici, di consistenza e di stagionalità.

 

 

Esiste sempre una regola ferrea che afferma come all'aumentare dello spessore della pasta debba aumentare anche la complessità del sugo che la accompagna, per realizzare un perfetto equilibrio di aromi e di sapori.

Inoltre, esistono anche regole non scritte per cui ad ogni condimento corrisponde un preciso formato di pasta: dalle trofie al pesto, ai tonnarelli cacio e pepe, alle tagliatelle alla bolognese, soprattutto nella tradizione italiana la scelta del formato di pasta è sacra.

C’è poi un presupposto indispensabile per avere la certezza di gustare un piatto in grado di soddisfare ogni aspettativa: scegliere prodotti rispondenti a elevati standard qualitativi.

Ma quali sono i tipi di pasta disponibili? Vediamo una breve panoramica.

Formati di pasta: quali sono e come sceglierli

Indiscutibilmente considerata la migliore del mondo, la pasta Italiana si caratterizza per un aspetto omogeneo, per un colore uniforme e per una notevole variabilità di formati.

Gli abbinamenti più indicati con i diversi condimenti devono tenere conto dei vari formati, che sono:

  • pasta lunga, come spaghetti, tagliatelle, fettuccine, lasagnette, pappardelle, bucatini, capellini, bavette, ziti, vermicelli e linguine;
  • pasta corta, come fusilli, tubetti, farfalle, penne e mezze penne, mezze maniche, rigatoni, orecchiette, paccheri, cavatelli, gramigna, sedanini, pipette, gnocchetti;
  • pasta liscia, che può essere di vari formati, ma sempre con la superficie omogenea e priva di solchi;
  • pasta rigata, che si distingue per la presenza di solchi superficiali, spesso prodotti dalla trafilatura a bronzo.

Pasta lunga

 

 

La salsa di pomodoro è perfetta per la pasta lunga, che si abbina molto bene anche al pesto, alla carbonara, alla gricia, al burro fuso e salvia (o basilico) e ai sughi di pesce (tonno, sarde, acciughe, nasello a cubetti), di molluschi e crostacei.

Molto indicati sono anche i condimenti vegetariani a base di verdure, come zucchine, capperi, piselli oppure il tradizionale aglio e olio.

I formati più sottili, come tagliolini, spaghettini e capelli d'angelo sono perfetti per abbinarsi a sughi a base di formaggio e burro.

Pasta corta

Le salse dense e poco omogenee sono la scelta migliore per condire la pasta corta che, proprio per la sua forma e per le dimensioni contenute, è in grado di mescolarsi alla perfezione con i condimenti.

Con queste caratteristiche, è consigliabile optare per ragù di carne, di verdura oppure di cacciagione, condimenti saporiti che comunque non coprono mai il gusto della pasta.

Salsiccia e cubetti di speck, magari uniti a zucchine o piselli, sono il completamento ideale di formati come gramigna, sedanini oppure mezze penne.

 

 

Cime di rapa, friarielli, funghi e legumi possono accompagnare qualsiasi formato corto, a patto di completare la ricetta con una salsa cremosa a base di latte, burro e formaggio.

Pasta liscia

La pasta liscia dovrebbe venire condita con sughi densi e corposi, in grado di aderire alla superficie senza scivolare nel piatto.

L'opzione più indicata è senza dubbio quella di salse a base di besciamella, formaggi filanti, latte, panna e uova, meglio se arricchite con qualche erba aromatica.

Anche la ricotta, abbinata a verdura o legumi e unita con spezie come zafferano, pepe e aglio, può essere un completamento perfetto per i formati lisci.

Pasta corta e liscia, come ditalini, è perfetta per zuppe di verdura oppure minestre di fagioli, lenticchie e ceci.

Pasta rigata

Si tratta della pasta più indicata per catturare il condimento, che rimane ben attaccato ai suoi solchi distribuendosi in maniera omogenea.

Per simili formati si può utilizzare un'ampia gamma di sughi, a cominciare dal tradizionale ragù di carne, ai sughi di pesce, alla salsa di pomodoro fresco e a tutte quelle a base di formaggio.

Non solo gusto: il peso della sostenibilità nella scelta della pasta

Il mondo della pasta, come visto sino ad ora, è quindi estremamente variegato, ricco di forme e gusti. Tuttavia, oggigiorno è importante tenere in considerazione altri fattori per scegliere quale prodotto acquistare, non necessariamente legati al gusto.

Uno di questi è senza dubbio la sostenibilità ambientale: in un mondo dove il cambiamento climatico e le sue conseguenze sono sotto gli occhi di tutti, ogni aspetto della vita quotidiana deve adattarsi come può e anche i produttori di pasta, in molti casi si sono adattati.

Un esempio è costituito da La Molisana, pastificio centenario, che dal 2021 ha adottato delle nuove confezioni progettate proprio per limitare al massimo l'impatto ambientale, servendosi di un packaging green di tipo riciclabile in quanto prodotto con carta proveniente da foreste certificate FSC.

Ovviamente la sostenibilità non si limita solo a questo, il pastificio è infatti impegnato da sempre in tal senso, operando sin dagli albori con una filiera certificata e locale, che oltre a garantire una maggiore sostenibilità, fa sì che anche la qualità del grano ne benefici.

Il brand offre praticamente tutti i formati della tradizione e non solo: scoprite tutti i tipi di pasta su lamolisana.it, dove sarà possibile trovare anche numerose e golosissime ricette per tutti i gusti.

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione

Guida: come fare una spesa sana

La pianificazione della spesa, l’attenzione alle etichette nutrizionali e la scelta di prodotti freschi e non trasformati sono elementi chiave per una dieta equilibrata.

L’alimentazione che ti migliora la vita: perché leggere The Open Ring

L’alimentazione che ti migliora la vita: perché leggere The Open Ring

Il digiuno: benefici, storia e evoluzione

Il digiuno: benefici, storia e evoluzione

L'aceto balsamico di Modena di Acetaia Leonardi nella cucina moderna: idee e ricette innovative

L'aceto balsamico di Modena di Acetaia Leonardi nella cucina moderna: idee e ricette innovative

 

Vitamine del gruppo B: in quali alimenti si trovano e quando integrarle

Tra i componenti più importanti rientrano le vitamine del gruppo B: vediamo in quali alimenti si trovano e quando integrarle.

Alimenti ricchi di vitamina B12 per una dieta equilibrata

La B12 è una vitamina che insieme a tiamina, riboflavina, niacina, acido pantotenico, piridossina, biotina e acido folico fa parte delle vitamine del gruppo B.

5 alimenti che supportano il sistema immunitario

Per contrastare la comparsa dei malanni di stagione, è fondamentale aiutare il sistema immunitario debole attraverso uno stile di vita più sano, l'assunzione di integratori e un'alimentazione equilibrata.

Alla scoperta del pangasio: perché fa bene e come usarlo in cucina

Il pangasio è un pesce che a oggi non è particolarmente conosciuto, tuttavia si sta sempre più ritagliando un ruolo di spicco sulle tavole di molte famiglie italiane.