Le origini del whiskey

Il whiskey, così come tante altre bevande alcoliche, lega la propria presenza nel mondo contemporaneo non solo al proprio gusto ma anche alla mistica che gli aleggia intorno, alla cultura che si è creato nella società.

 

 

La sua nascita rimane da secoli contesa tra Scozia e Irlanda e in particolare il whiskey irlandese blended è una delle bevande storiche che ha accompagnato gli anni del proibizionismo e la guerra civile, si è legato indissolubilmente alle sfere più "popolari" della società, per via del basso costo e del basso coefficiente di difficoltà con cui veniva prodotto.

Prima di raccontarti questa straordinaria storia, ti invito però (se non lo avessi ancora fatto) a provare il whiskey irlandese perché è davvero un’esplosione di sapore; qui scopri i nostri Whiskey irlandesi preferiti, o almeno una parte.

Negli anni il whiskey è diventato via via un prodotto universale, per tutti i gusti: sia per chi ama testare le bevande raffinate, sia per chi lo beve più abitudinariamente in compagnia. Tra i più particolari merita una menzione Jameson Black Barrel: un whiskey irlandese morbido e unico nel suo genere, grazie alla peculiarità di essere stato affinato in botti di rovere di bourbon e sherry, carbonizzate due volte.

La controversia tra Irlanda e Scozia

Irlanda o Scozia? Dove è nato il whiskey? Le sue origini sono oggetto di controversie tra questi due popoli oramai da secoli: da una parte, gli scozzesi ne rivendicano la nascita per via di alcune testimonianze scritte, dall'altra, gli irlandesi lo associano ad un'antica tradizione monastica Cristiana: quella di produrre acquavite, ovvero “L'acqua della vita”. Questa seconda ipotesi risulta essere la più valida e accreditata perché il maggior sviluppo lo ebbe proprio grazie ai missionari, i quali portavano la parola di Dio nel mondo nella stessa terra irlandese.

 

 

Qualunque sia la sua origine, quella della distillazione del whiskey è una storia affascinante. Il whiskey è stato, infatti, prodotto per secoli in maniera clandestina e contrabbandato in tutto il mondo. Importante è fare una distinzione tra il cosiddetto whiskey parlamentare e il poteen; il primo veniva distillato su concessione e licenza del monarca, Il secondo era quello propriamente illegale (che rappresentò anche l'industria più fiorente).

Nel 1909, la Corona irlandese decise di introdurre una commissione sulla produzione del whiskey e, pochi anni dopo, vietò la vendita di quello invecchiato per meno di tre anni. Da qui, iniziarono ad essere venduti whiskey più puri e di alta qualità e, proprio grazie a questo cambio di rotta, il whiskey oggi è uno dei distillati più apprezzati al mondo.

Irish Distillers

 

 

Commissioni e dazi a parte, una vera e propria battuta d’arresto per il whiskey irlandese arrivò nel 1919 a causa del proibizionismo negli Stati Uniti, uno dei paesi più redditizi per l'Irlanda. Alla fine di quel periodo storico, nel 1933, i produttori irlandesi di whiskey non erano più in grado di soddisfare le richieste americane tanto che solo nel 1966, quando tre delle più grandi distillerie irlandesi decisero di fondare Irish Distillers, l’economia del whiskey iniziò a risalire.

Tra le tre fondatrici dell’Irish Distillers compare anche Jameson: quest'ultima fu fondata nel 1780 con il nome di The Stains Family Bow Street Distillery, almeno fino a quando John Jameson non divenne il direttore generale e, successivamente, nel 1805, proprietario della compagnia. Oggi Jameson è la distilleria di whiskey irlandese che produce e vende di più in tutto il mondo, grazie anche al noto apprezzamento per il suo fiore all’occhiello: Jameson Black Barrel.

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione

Vitamine del gruppo B: in quali alimenti si trovano e quando integrarle

Tra i componenti più importanti rientrano le vitamine del gruppo B: vediamo in quali alimenti si trovano e quando integrarle.

Alimenti ricchi di vitamina B12 per una dieta equilibrata

La B12 è una vitamina che insieme a tiamina, riboflavina, niacina, acido pantotenico, piridossina, biotina e acido folico fa parte delle vitamine del gruppo B.

5 alimenti che supportano il sistema immunitario

Per contrastare la comparsa dei malanni di stagione, è fondamentale aiutare il sistema immunitario debole attraverso uno stile di vita più sano, l'assunzione di integratori e un'alimentazione equilibrata.

Alla scoperta del pangasio: perché fa bene e come usarlo in cucina

Il pangasio è un pesce che a oggi non è particolarmente conosciuto, tuttavia si sta sempre più ritagliando un ruolo di spicco sulle tavole di molte famiglie italiane.

 

Nutrizione Autunnale: Consigli per una Dieta Equilibrata

Con l’arrivo dell’autunno è normale avere voglia di cibi più calorici per contrastare l’abbassamento delle temperature, nonché rinforzare l’organismo per evitare i malanni di stagione.

I fichi fanno ingrassare?

I fichi non hanno 50 kcal/hg come riportato in molti siti: ne hanno molte di più, e per questo non possono essere consumati in grande quantità.

Fichi

I fichi e il fico, le varietà, la stagionalità, i fichi secchi, canditi o caramellati.

L'olio extravergine di oliva nutraceutico: cos’è e dove trovarlo

Recentemente si è sentito molto parlare delle proprietà nutraceutiche dell’olio di oliva: scopriamo cosa significa e dove trovare l'olio nutraceutico.