Crema di limoncello veloce - Ricetta

La crema di limoncello è una delle varianti più amate del limoncello, il classico dolce consumato in tutta Italia, preparato con le scorze di limone messe in infusione nell'alcol, filtrate e diluite con uno sciroppo di zucchero.

 

 

La crema di limoncello si prepara aggiungendo all'infusione di scorze di limone in alcol un preparato composto da latte, panna e zucchero. In pratica, al posto dell'acqua si utilizzano il latte e/o la panna, al fine di ottenere un liquore più denso e goloso, grazie ai grassi del latte e soprattutto della panna

In questo articolo vi proponiamo una crema di limoncello veloce, ottenuta partendo da un limoncello già fatto. Il vantaggio di questa ricetta è la velocità: si prepara in soli 10 minuti.

Perché è meglio prepararlo con la panna

Moltissime persone cercano su google la ricetta della crema di limoncello senza panna, e lo fanno prevalentemente perché hanno un pregiudizio salutistico nei confronti della panna, che si ritiene essere un prodotto ipercalorico, e quindi pericoloso per la linea.

Purtroppo (o per fortuna) le cose sono un po' più complesse: è vero che la panna è ipercalorica, ma per esempio l'olio extravergine lo è ben di più (ha quasi il triplo delle calorie per 100 g), tuttavia nessuno cerca, per esempio, il "pesto senza olio"!

 

 

Quando siamo di fronte ad un ingrediente ipercalorico, dobbiamo sempre chiederci se abbia senso eliminarlo. Per capire se ne valga o meno la pena, dobbiamo innanzitutto considerare la quantità di alimento che consumeremo. In questo caso, stiamo parlando di un liquore che ha circa 30 gradi alcolici, che possiamo bere sporadicamente, e in quantità limitata. Basta dare un'occhiata ai valori nutrizionali per bicchierino da 30 ml, riportati in fondo a questa pagina, per accorgersi che stiamo parlando di circa 100 kcal, contro le 75 kcal del limoncello. Una differenza di sole 25 kcal, che non avrebbe alcun impatto nemmeno se bevessimo tutti i giorni un bicchierino di crema di limoncello (cosa sconsigliabile, a meno che non sia l'unica fonte di alcol che ingeriamo).

Dunque, che ci sia la panna o meno, fa veramente poca differenza. E dato che la panna fa una grande differenza (solo il latte, anche se intero, non rende il prodotto abbastanza denso e goloso), il mio consiglio è di utilizzarla. Ovviamente potete tranquillamente preparare una crema di limoncello senza panna, semplicemente utilizzando solo il latte, al posto della panna che proponiamo nella nostra ricetta. Ma non vi aspettate lo stesso risultato.

Limoncello

Ricettadella crema di limoncello veloce

Per preparare la crema di limoncello veloce bisogna disporre di un buon limoncello, preparato in casa o acquistato. Vi rimandiamo alla nostra ricetta, se volete prepararlo da voi, altrimenti cercate un prodotto di qualità che abbia almeno il 30% di alcol in volume (più o meno tutti i prodotti hanno questo tenore alcolico). La crema di limoncello commerciale ha circa il 17% di alcol, anche la nostra ricetta non si discosta molto da questi valori.

 

 

Autore:

Tempo di preparazione: 1

Tempo di cottura:

Tempo totale: 2

Ingredienti

  • 600 g di limoncello
  • 250 g di panna liquida da cucina (fresca, non UHT)
  • 150 g di zucchero

Preparazione

Portare ad ebollizione la panna e lo zucchero, a fuoco medio, mescolando per farlo sciogliere. Quando tutta la massa sarà arrivata ad ebollizione, spegnere e far raffreddare (aiutatevi con un bagnomaria di acqua fredda), mescolando di tanto in tanto.

Quando la miscela sarà arrivata a temperatura ambiente, unire il limoncello, mescolare bene, imbottigliare e conservare in congelatore.

Il prodotto si conserva a lungo in congelatore, ma è bene non superare i 6 mesi di conservazione.

Informazioni nutrizionali per bicchierino da 30 ml

Un bicchierino del nostro limoncello, che ricordo ha una gradazione pari a 30 gradi, contiene 7 grammi di alcol, 5 grammi di zucchero e tre grammi di grassi.

Energia

100 kcal - 314 KJoule

 

Proteine ad alto VB 

0 g

Proteine

0 g - 0%

Carboidrati

6 g - 80%

Grassi

3 g - 20%

di cui

 

saturi

1 g

monoinsaturi

0 g

polinsaturi

0 g

Fibre

0 g

Colesterolo

10 mg

Sodio

0 mg

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione

I fichi fanno ingrassare?

I fichi non hanno 50 kcal/hg come riportato in molti siti: ne hanno molte di più, e per questo non possono essere consumati in grande quantità.

Fichi

I fichi e il fico, le varietà, la stagionalità, i fichi secchi, canditi o caramellati.

L'olio extravergine di oliva nutraceutico: cos’è e dove trovarlo

Recentemente si è sentito molto parlare delle proprietà nutraceutiche dell’olio di oliva: scopriamo cosa significa e dove trovare l'olio nutraceutico.

Il gelato fa ingrassare?

Il gelato è un dolce e come tale di sicuro non può essere considerato un alleato della linea... Ma fa davvero ingrassare?

 

La normativa italiana sulla canapa alimentare

Un quadro completo delle leggi e delle implicazioni sui regolamenti nazionali in materia di uso alimentare della canapa.

Quanti albumi si possono mangiare al giorno?

Scopriamo quanti albumi (o chiare d'uovo) si possono mangiare al giorno... Il problema non è tanto negli albumi ma in cosa ci abbiniamo!

Il fenomeno del "freezer burn"

Il fenomeno del freezer burn: avviene quando i cibi congelati, confezionati in modo non appropriato, perdono umidità in superficie.

I fagiolini crudi fanno male a causa della fasina

I fagiolini crudi contengono fasina, una sostanza tossica che viene neutralizzata con la cottura. Scopriamo come evitare i rischi.