Conservazione degli alimenti con il calore

Gli enzimi e i microorganismi sono molto sensibili al calore, quindi uno dei più efficaci metodi per prolungare la durata degli alimenti è quello di sottoporli ad alte temperature.

 

 

Gli enzimi vengono inattivati in pochi minuti a temperature tra i 50 e gli 80 gradi, poiché essi sono costituiti da proteine, che denaturano a queste temperature.

I microorganismi sono particolarmente sensibili al calore umido, che tende a coagulare le proteine. I più resistenti sono quelli sporigeni, come il Clostridium botulinum (il botulino), che resiste al calore umido fino a 20 minuti a 120 gradi, mentre la maggio parte delle forme vegetative muore a temperature di 60-70 gradi in 10 minuti, sempre per esposizione al calore umido.

La composizione chimica ma soprattutto il grado di acidità influenzano molto la termoresistenza dei microorganismo.

Gli alimenti acidi, con pH inferiore a 4.5, non consentono lo sviluppo degli organismi sporigeni (come l'antrace e il botulino), e necessitano quindi di trattamenti molto più blandi, poiché le altre fonti di contaminazione sono molto meno resistenti, come si può vedere dalla tabella che segue.

Questa tabella riporta il cosiddetto Tempo di Morte Termica: il tempo che occorre per uccidere un microrganismo ad una certa temperatura.

 

 

MICRORGANISMI MINUTI GRADI CELSIUS
Salmonella typhosa 4,3 60
Staphilococcus aureua 18,8 60
Escherichia coli 20-30 57
Streptococcus thermophilus 15 70-75
Lactobacillus bulgaricus 30 71
SPORE DI:
Bacillus anthracis 1,7 100
Bacillus subtilis 15-20 100
Clostridium botulinum 100-330 100
Clostridium calidotolerans 520 100

Chimica degli alimenti - Cappelli, Vannucchi - Zanichelli

 

 

ALIMENTI AD ALTA ACIDITÁ (pH < 4.5) pH
Mele 3.4
Ciliege 3.5
Succo di limone 2.4
Pesche 3.8
Pere 4.1
Sott'aceti 3.9
Succo di pomodoro 4.3
Succo d'arancia 3.7

ALIMENTI A BASSA ACIDITÁ (pH > 4.5) pH
Asparagi 5.5
Fagioli 5.4
Carote 5.2
Fichi 5.0
Funghi 5.8
Patate 5.2
Spinaci 5.4

pH MEDIO DI ALCUNI ALIMENTI DI ORIGINE ANIMALE pH
Latte 6.4
Burro 6.3
Crema 6.5
Yogurt 4.2
Fromaggi duri stagionati 5.4
Pesce 6.5
Vitello 6.0
Pollo 6.3
Prosciutto 6.0

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Frutta: fa ingrassare? | Quanta (e quale) mangiarne a dieta?

Sulla frutta esistono un sacco di luoghi comuni. Fa ingrassare? Si può mangiare ai pasti? Scopriamo perché non fa ingrassare, ma solo a patto che...


Bioimis | Accademia alimentare | Funziona?

Il metodo Bioimis è l'ultima frontiera del marketing applicato al campo delle diete.


Alternative al lievito di birra per pane e pizza

Esistono alternative al lievito di birra? Molte persone cercano sostituti del lievito di birra, ma spesso senza reali motivi!


Formaggi magri con poche calorie: la lista dei migliori

Formaggi magri con poche calorie: le tipologie, le migliori marche, come sceglierli, come introdurli nella dieta.

 


Dieta intermittente o restrizione calorica intermittente

La dieta intermittente può essere di diverse tipologie e durata, ma non è ancora chiaro se apporti un reale vantaggio rispetto alla dieta dimagrante classica.


Miele o zucchero: qual è meglio?

Lo zucchero è il dolcificante più demonizzato in assoluto, ma il miele è sempre uno zucchero... Come fa a non essere ugualmente dannoso?


Legumi - Elenco - Propietà

I legumi appartengono alla famiglia delle Papillonacee. I legumi più comuni sono il fagiolo, la fava, il pisello, il cece, la lenticchia, la soia e l'arachide.


Colesterolo nella carne | Bianca o rossa? | Quale la migliore?

Tutti sanno che per abbassare il colesterolo bisogna mangiare meno carne... Ma siamo sicuri che sia vero?

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.