Intolleranze alimentari: a volte sono vere!

Indice delle risposte pubblicate

Salve, ho letto la domanda di Silvia sul lievito e vorrei dire qualcosa sull'argomento, ho una bambina di nove anni che in 2 anni e' ingrassata 10 chili, premetto che faceva e fa attivita' fisica e che non mangiava pane e nutella tutti i giorni in quanto ho sempre cercato di stare molto attenta ha quello che mangiava e pure non riuscivo a farla dimagrire, non solo ma negli ultimi tempi aveva sempre dolori addominali e non si riusciva a capire il perche'. Vengo al punto: intolleranza al lievito. Ha perso 5 chili in 40 giorni, abbiamo aggiunto qualche verdura e sostituito le merendine con alcune senza lievito. Io non so se sono "attendibili" ma il risultato c'e' stato.

 

 

Intolleranze alimentari

Quando si parla di intolleranze sono sempre molto scettico, per le ragioni che ho illustrato nell'articolo sulle intolleranze alimentari e dei relativi test dalla valenza scientifica più che dubbia. Il fatto è che il lievito e i latticini compaiono praticamente sempre nella lista dei cibi alle quali si è intolleranti e questo mi insospettisce... Voglio dire, se io diagnostico SEMPRE l'intolleranza al lievito con qualcuno ci prendo di sicuro (e ottengo il risultato), con gli altri qualche miglioramento lo ottengo perché elimino un bel po' di calorie dalla loro alimentazione (almeno transitoriamente) e la rendo più regolare migliorando i piccoli problemi digestivi che dipendono spesso da una vita sregolata associata allo stress e a un fisico debole.

 

 

Ora, questo non significa che alcuni soggetti siano allergici o intolleranti veramente al lievito o ad altre sostanze. Il fatto che tua figlia, oltre a non dimagrire, fosse soggetta a disturbi digestivi doveva farti insospettire e hai fatto bene a sottoporla a dei test. Fortunatamente hai trovato la soluzione, ma non ti fidare troppo dei test, considera sempre che in questo campo la verità spesso non è facile da individuare come sembra.

Un mio amico per anni ha avuto problemi con i latticini, tanto che prendeva il lattosio in gocce quando li mangiava convinto di essere intollerante. Bene, dopo 10 anni ha finalmente capito che i suoi problemi derivavano dallo stress lavorativo associato a una dieta sregolata e ora mangia formaggio e latticini senza problemi. Come vedi spesso la nostra mente e il nostro stile di vita sono la causa dei problemi, non il levito o qualche altro cibo...

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Posta dei visitatori


Perseverare è diabolico

Ho un dubbio che mi turba da molto tempo, sono un ragazzo che ha fatto parecchie volte diete drastiche con risultati ottimi in breve tempo...


Il calcolo della massa grassa

Mi chiedevo come sia possibile che una semplice bilancia misuri anche il metabolismo, la massa grassa, magra ecc...


La dieta Lemme: geniale o banale?

Dieta Lemme: la dieta del farmacista di Desio basata su spaghetti insipidi a colazione.


Eritritolo: un nuovo dolcificante

Ho trovato un prodotto che mi ha incuriosita, il Lakanto, un dolcificante usato e proveniente dal Giappone...

 


Uova a colazione

Uova a colazione: per tutta la vita ho trovato disgustosa la colazione all'italiana fatta di marmellate, cornetti, latte ecc...


Alimentazione e sport serale

Che tipo di cena potrebbe fare per poter avere una "veloce" digestione dopo lo sport serale?


Facciamo confusione...

Come se già non ce ne fosse abbastanza. E poi ci si lamenta se crescono i problemi dovuti al rapporto tra la persona e il proprio peso.


Qualità del gelato

Ultimamente faccio caso alla tabella degli ingredienti ormai presente in molte gelaterie artigianali...