Intolleranza al lattosio e carenza di calcio

Indice delle risposte pubblicate

Sono intollerante al latte, in ogni piccola forma e manifestazione (lattosio, siero, proteine...) e temo sempre di impoverire le mie ossa...

 

 

È vero che latte e derivati sono gli alimenti che contengono le maggiori quantità di calcio, anche se non è del tutto vero che questo sia poi così ben assorbibile... in effetti, è in un rapporto col fosforo piuttosto "sbagliato" (uso le virgolette perché è sbagliato per noi umani, mentre per i bovini va benissimo!).

Se non puoi assumere latte e derivati - anche se mi pare tu faccia qualche confusione tra intolleranza al lattosio e allergia al latte, che sono due cose totalmente distinte, e che piuttosto improbabilmente troverai insieme... dovrai rivolgerti agli altri alimenti che ne contengono in quantità apprezzabili.

Qualcosa lo stai già facendo, ma si può fare di più: ad esempio, per quanto è possibile usa cereali e derivati e prodotti da forno che siano non raffinati (direi anche "integrali", se sotto questo termine non finissero anche tutti quei prodotti fatti solo di fibre nonché quelli, forse peggiori, fatti con farina 00 e addizionati di cruschello). Nei veri alimenti/prodotti integrali troverai anche il cosiddetto germe del cereale, che è la parte più ricca in calcio: per fare un paragone, diciamo che somiglia al tuorlo dell'uovo, come funzione, e, proprio come il tuorlo, è ricco in calcio.

Intolleranza lattosio

E poi: hai mai pensato che anche l'acqua è un alimento? E che molte acque contengono quote non indifferenti di calcio? In genere, da questo punto di vista, sono da preferire tutte le acque di categoria bicarbonato-calcica, come la Uliveto o la Lete, per intenderci; tuttavia, quella che in assoluto ne contiene di più (oltre 1 g/l) è la Sangemini. Lo so che è un pò cara, ma se sei abituata, ad esempio, a bere un paio di litri d'acqua al giorno, puoi tranquillamente sostituirla con una delle altre, mentre se sei una di quelle persone che beve poco durante tutta la giornata, allora ti conviene questa, data la concentrazione quasi doppia rispetto, ad esempio, alla Uliveto che pure è la più ricca in calcio tra le commerciali.

 

 

Approfitto per dirti che assumere calcio senza assicurarsi un buon apporto di vitamina D è un po' come costruire una casa con soli mattoni, senza cemento: l'uno senza l'altro servono a poco. Dunque, a meno che tu non viva a Pantelleria, e dunque abbia una sufficiente esposizione al sole durante tutto l'anno, ti conviene integrare con un po' (400-600 UI sono più che sufficienti) di vitamina D durante tutto il periodo invernale, assicurandoti poi d'estate un'efficace esposizione al sole - naturalmente protetta da schermi anti-UV!

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Posta dei visitatori


Perseverare è diabolico

Ho un dubbio che mi turba da molto tempo, sono un ragazzo che ha fatto parecchie volte diete drastiche con risultati ottimi in breve tempo...


Il calcolo della massa grassa

Mi chiedevo come sia possibile che una semplice bilancia misuri anche il metabolismo, la massa grassa, magra ecc...


La dieta Lemme: geniale o banale?

Dieta Lemme: la dieta del farmacista di Desio basata su spaghetti insipidi a colazione.


Eritritolo: un nuovo dolcificante

Ho trovato un prodotto che mi ha incuriosita, il Lakanto, un dolcificante usato e proveniente dal Giappone...

 


Uova a colazione

Uova a colazione: per tutta la vita ho trovato disgustosa la colazione all'italiana fatta di marmellate, cornetti, latte ecc...


Alimentazione e sport serale

Che tipo di cena potrebbe fare per poter avere una "veloce" digestione dopo lo sport serale?


Facciamo confusione...

Come se già non ce ne fosse abbastanza. E poi ci si lamenta se crescono i problemi dovuti al rapporto tra la persona e il proprio peso.


Qualità del gelato

Ultimamente faccio caso alla tabella degli ingredienti ormai presente in molte gelaterie artigianali...