Lo zucchero d'uva

Indice delle risposte pubblicate

Spett. Le Cibo 360, spinta dalle risposte esaurienti e chiare che date ai visitatori del sito, vorrei porvi un quesito in merito allo yogurt che consumo abitualmente (magro alla frutta). Si tratta di un'azienda non pubblicizzata che afferma di coltivare le materie prime biologicamente. Leggendo attentamente gli ingredienti che compongono lo yogurt, ho notato la presenza di zucchero d'uva: vorrei sapere le caratteristiche di questo elemento e le differenze con lo zucchero normale. Inoltre è presente "amido di mais ceroso". Anche in merito a quest'elemento vorrei conoscerne le caratteristiche ed avere un consiglio in merito all'assunzione (se consigliata o meno). RingraziandoVi anticipatamente per la cortese attenzione, porgo cordiali saluti. Manuela

 

 

Cara Manuela,

lo zucchero d'uva è il nome "volgare" del glucosio, lo zucchero più importante per il funzionamento del nostro organismo.

In realtà l'uva contiene, oltre al glucosio, anche una buona percentuale (circa il 30%) di fruttosio, e dato che per legge ai fini dell’indicazione nell’elenco degli ingredienti lo zucchero estratto dall’uva può essere designato “zucchero d’uva”, quest'ultimo non è costituito solo da glucosio.

Lo zucchero d'uva (come il malto) viene impiegato soprattutto nei prodotti biologici, probabilmente perché dà l'idea che il prodotto sia più naturale.

 

 

Il vantaggio obbiettivo che può dare riguarda un potere dolcificante lievemente superiore a quello del saccarosio, vantaggio tutto sommato trascurabile.

A volte invece viene utilizzato insieme ad altri zuccheri (sciroppo di glucosio, zucchero, ecc.) per fare in modo che questi ingredienti compaiano più in basso nella lista degli ingredienti, facendo credere che ce ne sia una quantità modesta, quando invece sono uno degli ingredienti principali. Se invece del 25% di zucchero uso il 10% di sciroppo di glucosio e il 25% di zucchero d'uva, questi ingredienti passano in secondo piano rispetto ad altri...

Il mais ceroso è una varietà di mais molto ricca di amilopectina, polisaccaride in grado di legare molta acqua e utilizzato quindi per addensare le salse, i budini, ecc. L'ingrediente di per sè è innocuo, ma non vedo perché debba essere utilizzato in uno yogurt.

Uno yogurt di qualità deve essere denso senza utilizzare addensanti, anche se naturali. Questo è un tipico esempio di come i prodotti biologici non garantiscano la qualità del prodotto, che deve essere comunque valutata con altri metodi più obbiettivi.

< />  

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Posta dei visitatori


La dieta Lemme: geniale o banale?

Dieta Lemme: la dieta del farmacista di Desio basata su spaghetti insipidi a colazione.


Eritritolo: un nuovo dolcificante

Ho trovato un prodotto che mi ha incuriosita, il Lakanto, un dolcificante usato e proveniente dal Giappone...


Uova a colazione

Uova a colazione: per tutta la vita ho trovato disgustosa la colazione all'italiana fatta di marmellate, cornetti, latte ecc...


Alimentazione e sport serale

Che tipo di cena potrebbe fare per poter avere una "veloce" digestione dopo lo sport serale?

 


Facciamo confusione...

Come se già non ce ne fosse abbastanza. E poi ci si lamenta se crescono i problemi dovuti al rapporto tra la persona e il proprio peso.


Qualità del gelato

Ultimamente faccio caso alla tabella degli ingredienti ormai presente in molte gelaterie artigianali...


Alimentazione per crescita muscolare

La giusta alimentazione per la crescita muscolare senza incappare in pregiudizi alimentari.


Il miele fa bene... Ma non per la tosse!

Salve ho letto il vostro articolo e sono andata anche nel sito dell'istituto nazionale apicoltura, che avevate sottolineato...