Nuoto e gambe

Indice delle risposte pubblicate

Buon giorno, vorrei un consiglio; si può mettere massa nelle gambe facendo nuoto? Da un mese che faccio piscina tre volte la settimana e nuoto solo con le gambe senza usare le braccia perché il mio scopo e mettere massa solo lì, perché dalla cintola in sù sono messo discretamente. Sicuramente è meglio fare palestra ma il problema è che per adesso non la posso fare perché ho una bella infiammazione ai tendini d'achille e il fisiatra mi ha detto di fare per un po' di mesi piscina! Ma a parte questo avrei nuotato solo con le gambe perché ho gambe troppo esili e perché la palestra a volte mi crea dei problemi (nuoto sia a dorso che a stile libero con la tavoletta). Quindi oltre a voler sapere se con la piscina posso mettere massa nelle gambe voglio sapere se devo nuotare velocemente o lentamente per aiutare la crescita dei muscoli e cosa devo mangiare e se un'ora per tre volte la settimana va bene. Se cortesemente puo darmi un programma personalizzato per mettere massa nuotando solo con le gambe tenendo conto che non sono molto allenato. Comunque le dico qual è il mio allenamento per darmi un programma personalizzato ma graduale: mi alleno 3 volte la settimana per un’ora quindi tre ore la settimana, nuoto lentamente facendomi 75 metri di continuo con un minuto e mezzo di riposo e poi riprendo, alternando nel frattempo lo stile libero (con tavoletta) e dorso, sempre nuotando lentamente.

 

 

L'allenamento ideale per costruire massa nelle gambe è quello di fare esercizi specifici di sollevamento pesi, allenandosi con un metodo che massimizzi lo sviluppo della forza ipertrofica. Tale metodo è quello che utilizzano i bodybuilder, basato su un grande volume di allenamento, con una intensità pari al 70% della forza massima.

 

 

L'allenamento in acqua difficilmente riesce ad avvicinare questi requisiti, anche se applicando appendici alle gambe che generino una grande resistenza all'avanzamento, e con esercizi specifici tipo leg extension in acqua, forse sarebbe possibile fare ripetizioni della durata di 30'' sviluppando una forza vicina al 70% di quella massima. Ma si tratta di esercizi specifici: nuotare è tutta un'altra cosa.

Infatti nuotando la forza espressa dalle gambe è molto bassa, perché la resistenza offerta dall'acqua è limitata, inoltre lo sforzo è continuo, dunque il volume di allenamento è troppo alto per pensare di raggiungere intensità sufficienti. Per non parlare della escursione del movimento durante la pinneggiata, insufficiente per far lavorare seriamente i quadricipiti.

 

 

Un metodo di valenza generale per capire se uno sport possa o meno sviluppare un muscolo specifico è quello di guardare i campioni: i nuotatori hanno gambe sviluppate? Dire proprio di no. Quindi, il nuoto non sviluppa le gambe!

Una possibile soluzione potrebbe essere quella di indossare pinne da allenamento e fare ripetizioni da 25-50 metri al massimo, con riposo 1' tra le ripetizioni. Oppure mettersi in verticale, in acqua alta, e pinneggiare da fermi al massimo, cercando di mantenere il corpo il più possibile fuori dall'acqua.

Ma questi allenamenti non farebbero altro che farti infiammare ancor di più i tendini di Achille!

Morale della favola: l'allenamento di una zona del corpo sollecita le strutture tendinee di quella zona. Non è quindi possibile allenare la zona ad intensità elevate senza sollecitare i relativi tendini.

L'unica soluzione possibile è quella dell'elettrostimolazione, che tra l'altro funziona molto bene con i quadricipiti.

Il mio consiglio tuttavia è quello di guarire e poi iniziare gradualmente l'allenamento con i pesi, oppure in bicicletta e possibilmente in salita. Nel frattempo, nuota usando il meno possibile le gambe, così guarirai prima!

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Posta dei visitatori


La dieta Lemme: geniale o banale?

Dieta Lemme: la dieta del farmacista di Desio basata su spaghetti insipidi a colazione.


Eritritolo: un nuovo dolcificante

Ho trovato un prodotto che mi ha incuriosita, il Lakanto, un dolcificante usato e proveniente dal Giappone...


Uova a colazione

Uova a colazione: per tutta la vita ho trovato disgustosa la colazione all'italiana fatta di marmellate, cornetti, latte ecc...


Alimentazione e sport serale

Che tipo di cena potrebbe fare per poter avere una "veloce" digestione dopo lo sport serale?

 


Facciamo confusione...

Come se già non ce ne fosse abbastanza. E poi ci si lamenta se crescono i problemi dovuti al rapporto tra la persona e il proprio peso.


Qualità del gelato

Ultimamente faccio caso alla tabella degli ingredienti ormai presente in molte gelaterie artigianali...


Alimentazione per crescita muscolare

La giusta alimentazione per la crescita muscolare senza incappare in pregiudizi alimentari.


Il miele fa bene... Ma non per la tosse!

Salve ho letto il vostro articolo e sono andata anche nel sito dell'istituto nazionale apicoltura, che avevate sottolineato...

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.