Proselitismo e frustrazione

Indice delle risposte pubblicate

Ciao, è da circa un anno che io, mia moglie e mia figlia cerchiamo in tutti i modi di consumare cibi che non abbiano grassi idrogenati, parzialmente idrogenati o conteneti margarina. Ci siamo resi conto che, spulciando alla "Sherlock Holmes" tra tutte, ma proprio tutte le etichette delle merendine, snack, biscotti, grissini, fette biscottate, risotti in busta, gelati confezionati, patatine, presenti nei supermercati, almeno il 90% di loro contengono oli o grassi vegetali, oli o grassi di palma, alcuni dei quali sono idrogenati o parzialmente idrogenati e francamente quello che ti fa arrabbiare è che le grandi industrie alimentari ti bombardano di pubblicità senza neanche un minimo accenno agli ingredientii in modo da tenere ignoranti le persone. La gente dedica + attenzione all'acquisto di una TV o di un PC che a quello che butta quotidianamente nel loro corpo.. Cosa si può fare per sensibilizzare molto di più le persone? Parenti, colleghi o amici mi prendono per deficiente quando mi chiedono "Ma perchè non mangi la Nutella"? Io rispondo che è meglio la Crema Novi, e sorridono da ignoranti....

 

 

Quando ci si appassiona a qualcosa, qualunque cosa, bisogna sempre fare molta attenzione quando ci si rapporta con le altre persone. Spesso infatti nella smania di "contagiare" il prossimo, si ottiene l'effetto di non ottenere alcun risultato, o addirittura di farlo trincerare dietro alle proprie convinzioni.

Mettiti nei panni del tuo interlocutore: mangiare è un piacere della vita, e tutti sono più o meno consapevoli del fatto che sia anche un fattore importante per la salute, quindi tutti pensano di mangiare abbastanza bene e abbastanza sano. Poi arrivi tu, che magari non sei nemmeno un medico o un nutrizionista, e gli dici che mangiano schifezze, le stesse schifezze che il giorno prima hanno sentito dire in TV che sono sanissime. Di fronte a queste premesse, capisci che non è semplice essere convincenti!

 

 

Allora che fare? Intanto bisogna rendersi conto che la media delle persone ha una qualità di vita mediocre, si può tranquillamente aspirare ad essere sopra la media: questo vale anche per ciò che si mangia. I prodotti veramente salubri sono la minoranza, perché sono per la minoranza delle persone che mangia veramente in modo sano.

Pensiamo al prezzo del pane: a me non spaventa perché di pane ne mangio sì e no 100 g al giorno. Una famiglia di 4 persone in sovrappeso di 10 kg ognuna ne acquista magari 2 kg al giorno (e magari ne butta 1 kg perché incapace di gestire l'economia domestica), e a loro importa. Queste famiglie (mediocri) sono la maggioranza in Italia ed ecco che nasce l'"emergenza" pane.

 

 

Tuttavia, ci piacerebbe che i nostri cari, genitori e amici, vivessero meglio grazie a un'alimentazione migliore. La mia esperienza mi suggerisce che è improbabile che questi reagiscano in modo diverso dal resto della popolazione, anzi spesso reagiscono peggio.

Il motivo principale è che ci sono persone senza speranza: che per un motivo o per l'altro non seguiranno mai la "strada giusta". A queste persone tu puoi spiegare diecimila volte che i grassi idrogenati fanno male, ma loro continueranno a mangiare la loro brioche con margarina tutti i giorni. Siccome queste persone sono la maggioranza, è molto probabile che tra i nostri cari ce ne sia... La maggioranza, se non la totalità.

L'approccio migliore è quello di rimanere calmi quando si toccano questi argomenti, cercando di non sentirci coinvolti più di tanto, cercando di non aggredire l'interlocutore cercando di dimostrargli che quello che dice è tutto sbagliato, a prescindere dalle inesattezze che afferma. L'approccio che dà più risultati, secondo la mia esperienza, è quello di dimostrarsi molto distaccati e di dire una sola cosa, la frecciatina che lasci il segno, senza insistere.

Se ti chiedono perché non mangi Nutella, tu puoi semplicemente dire: "ho assaggiato la crema Novi e l'ho trovata altrettanto buona. Allora ho scelto quella perché contiene quasi il triplo delle nocciole rispetto alla Nutella, che invece è composta soprattutto da oli vegetali non ben identificati."

A chi si mette a dieta per l'ennesima volta: "non penso sia una buona idea, purtroppo le diete non funzionano, in genere si riprendono i chili persi al massimo dopo 6 mesi." Dato che chi si mette a dieta ha già vissuto l'effetto yoyo, vedrai che il tuo messaggio lascerà il segno...

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Posta dei visitatori


La dieta Lemme: geniale o banale?

Dieta Lemme: la dieta del farmacista di Desio basata su spaghetti insipidi a colazione.


Eritritolo: un nuovo dolcificante

Ho trovato un prodotto che mi ha incuriosita, il Lakanto, un dolcificante usato e proveniente dal Giappone...


Uova a colazione

Uova a colazione: per tutta la vita ho trovato disgustosa la colazione all'italiana fatta di marmellate, cornetti, latte ecc...


Alimentazione e sport serale

Che tipo di cena potrebbe fare per poter avere una "veloce" digestione dopo lo sport serale?

 


Facciamo confusione...

Come se già non ce ne fosse abbastanza. E poi ci si lamenta se crescono i problemi dovuti al rapporto tra la persona e il proprio peso.


Qualità del gelato

Ultimamente faccio caso alla tabella degli ingredienti ormai presente in molte gelaterie artigianali...


Alimentazione per crescita muscolare

La giusta alimentazione per la crescita muscolare senza incappare in pregiudizi alimentari.


Il miele fa bene... Ma non per la tosse!

Salve ho letto il vostro articolo e sono andata anche nel sito dell'istituto nazionale apicoltura, che avevate sottolineato...