Tortellini di Valeggio - Storia e ricetta

I tortellini, si sa, sono una specialità emiliana, la cui paternità è contesa tra le città, eterne rivali, di Modena e Bologna. 

 

 

Forse non tutti sanno, tuttavia, che esiste una terza città che rivendica l'origine di questa pasta ripiena: è Valeggio sul Mincio, comune di 15 mila abitanti situato in provincia di Verona, non lontano dal Lago di Garda.

Cosa sono i tortellini di Valeggio

I tortellini di Valeggio sono una pasta all'uovo ripiena, di dimensione simile ai tortellini emiliani, ma di forma leggermente diversa: il taglio della pasta è ondulato e non dritto come nei tortellini bolognesi, e la chiusura è simile ma con piccole differenze.

Anche il ripieno è differente, perché è sempre cotto (quello bolognese non lo è), e contiene prevalentemente carne mista (di pollo, maiale, vitello e manzo)

Un'altra differenza sostanziale riguarda il fatto che mentre a Bologna e Modena la tradizione della pasta tirata a mano, al mattarello, è ancora molto viva, la sfoglia per i tortellini di Valeggio viene per lo più tirata a macchina, mentre la chiusura è ovviamente a mano, almeno per quanto riguarda il prodotto tradizionale (i tortellini, a livello industriale e anche semi-artigianale, vengono confezionati a macchina, almeno in Emilia, a Valeggio non so).

 

 

Tortellini di Valeggio

La sfoglia per i tortellini di Valeggio viene tirata molto sottile, mediamente più sottile rispetto ai tortellini emiliani.

Un'altra differenze dei tortellini di Valeggio riguarda sicuramente la varietà: mentre a Bologna la tradizione viene rigorosamente rispettata, e le varianti sul tema sono davvero molto limitate, a Valeggio i tortellini vengono proposti con ripieni molto diversi tra loro e anche molto fantasiosi. Una delle varianti più classiche sono i tortellini con ripieno di ricotta e limone, molto buoni e originali.

Un'altra differenza riguarda la possibilità di gustare i tortellini conditi con burro e salvia, variante che in Emilia non esiste (al limite si può utilizzare la panna, anche se molti puristi storceranno il naso).

Origine dei tortellini di Valeggio

Non si conosce l'origine di questo piatto, nato probabilmente nel tardo Medioevo o nel Rinascimento.

Esiste ovviamente una leggenda che fa risalire la ricetta al 1300, allorché un soldato e una ninfa, innamorati, per sfuggire ai nemici si buttarono nell Mincio, lasciando come simbolo del loro amore in riva al fiume un fazzoletto annodato.

Oggi "nodo d’amore" è il nome della festa dedicata ai tortellini di Valeggio, che si tiene tutti gli anni, a giugno, sul bellissimo Ponte Visconteo, dove viene allestita una lunga tavolata.

Dove si possono gustare

I tortellini di Valeggio si possono gustare in uno dei tanti ristoranti presenti in paese, o nel vicino Borghetto dove si trova il Ponte Visconteo, una location molto affascinante, con tanti ristoranti che si affacciano sul fiume.

 

 

Si possono anche acquistare da portare a casa, in uno dei diversi pastifici presenti in centro, tra i più famosi citiamo il Re Tortellino, oppure il pastificio Remelli.

Ricetta dei tortellini di Valeggio

La ricetta tradizionale, oltre alle carni di vitello, manzo, pollo e maiale, contiene in genere anche il prosciutto crudo e il Grana Padano, oltre a un mix di spezie e aromi come il rosmarino, il pepe e la noce moscata, e il pangrattato per "legare" il ripieno.

Alcuni aggiungono anche i fegatini di pollo, un ingrediente che si sposa molto bene con il ripieno.

Per vedere come si preparano nei pastifici di Valeggio, ti consiglio questo video.

I tortellini si possono gustare in brodo di cappone, oppure anche con burro e salvia.

Autore:

Tempo di preparazione:

Tempo di cottura:

Tempo totale:

Ingredienti per 6 porzioni

Ingredienti per la sfoglia

  • 400 g di farina
  • 4 uova

Ingredienti per il ripieno

  • 80 g di filetto di maiale
  • 80 g di polpa di vitello
  • 80 g di polpa di manzo
  • 80 g di petto di pollo (o fegatini di pollo)
  • 80 g di prosciutto crudo
  • 80 g di formaggio grana padano o parmigiano
  • 30 g di pane grattato
  • 30 g di olio extra vergine d’oliva
  • 1 rametto di rosmarino
  • noce moscata
  • cipolla
  • sale

Preparazione

Tritare la cipolla, farla cuocere per qualche minuto nell'olio in una casseruola, aggiungere la carne tagliata a pezzettini, il rosmarino, la noce moscata, cuocere per una quindicina di minuti, coperto e a fuoco medio-basso, mescolando spesso, finché la carne non è cotta fino al cuore, il tempo dipende dalla dimensione dei pezzetti di carne.

 

Regolare di sale e pepe, togliere il rosmarino, frullare insieme al prosciutto e al formaggio. Assaggiare e regolare di sale, pepe e noce moscata se occorre.

 

Preparare la pasta, vedi l'articolo sui tortellini bolognesi.

 

Tagliare la sfoglia in quadrati di 3 cm di lato, posizionare al centro un po' di impasto e chiudere i tortellini.

Informazioni nutrizionali per porzione

 

Energia

327 kcal - 1367 KJoule

 

Proteine ad alto VB 

17 g

Proteine

22 g - 26%

Carboidrati

29 g - 35%

Grassi

15 g - 39%

di cui

 

saturi

5.8 g

monoinsaturi

5.4 g

polinsaturi

1.7 g

Fibre

1 g

Colesterolo

113 mg

Sodio

703 mg

 

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina

Zeppole di San Giuseppe

Zeppole di San Giuseppe: i dolci tipici campani, diffusi un po' in tutto il sud Italia, a base di pasta per bignè che però viene fritta, dopo un passaggio in forno.

Busiate trapanesi (o busiata) - Ricetta

La busiata (o busiate): un formato di pasta siciliano da abbinare al pesto trapanese fatto con pomodori freschi, mandorle e basilico.

Crema pasticcera

La ricetta della crema pasticcera: la tecnica di preparazione, la scelta degli amidi, lo zucchero, i tuorli, i valori nutrizionali e le calorie.

Frittelle di mele - Gonfie e soffici

Le frittelle di mele sono un dolce tipico della regione Trentino Alto Adige, ma diffusa in tutta Italia. Scopri come farle gonfie e soffici!

 

Crema di nocciole proteica

Crema di nocciole proteica: una Nutella più saziante, proteica, meno calorica, adatta per gli spuntini golosi di chi vuole rimanere in forma.

Ricetta Rose del deserto con uvetta

Rose del deserto con uvetta: i biscotti di morbida pasta frolla avvolti con croccanti cornflakes, ricetta veloce, con o senza burro.

Pasticciotto leccese - Storia e ricetta originale

Pasticciotto leccese: la storia e la ricetta originale del dolce tipico pugliese a base di pasta frolla fatta con lo strutto, e crema pasticcera.

Gumbo (ricetta della Louisiana)

Il gumbo: una zuppa a base di riso, crostacei, carne e tante spezie tipica della cucina creola.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.