Risotto con salsiccia e funghi secchi

I funghi secchi sono un ingrediente incredibilmente versatile, economico e pratico, che consente di preparare ottimi piatti a base di funghi anche quando di funghi se ne trovano pochi, come ahimè capita sempre più spesso a causa della carenza di piogge nel periodo estivo.

 

 

In questo articolo vi proponiamo un risotto con salsiccia e funghi secchi, da preparare senza utilizzare il brodo e senza preparazioni particolari. Insomma una ricetta veloce e gustosa con la quale stupire gli ospiti senza doversi impegnare troppo ai fornelli.

Sì o No?

La cucina Sì propone ricette sazianti e ipocaloriche, senza rinunciare al gusto e soprattutto senza rinunciare ad alcun ingrediente, lo fa ponendo esclusivamente dei limiti alla densità calorica dei piatti.

I primi piatti senza verdure "favorevoli" non possono soddisfare i vincoli della cucina Sì, ovvero 120 kcal/hg. Le verdure, con appena 20 kcal/hg sono l'unico ingrediente in grado di farci preparare un primo piatto davvero saziante e ipocalorico. Dunque, difficilmente potremo inserire il piatto proposto in questo articolo (che non contiene verdure se non in minima quantità) in un piano alimentare ipocalorico, a meno di non essere soggetti che consumano più di 2500 kcal al giorno. Ovviamente non tutte le ricette che prepariamo devono essere leggere... Il piatto proposto in questo articolo lo possiamo tranquillamente consumare come eccezione alimentare, sostenibilissimo se all'interno di un'alimentazione in cui la maggior parte dei piatti che prepariamo soddisfano i vincoli della cucina Sì.

Se vuoi saperne di più riguardo la cucina Sì clicca qui. Qui invece troverai molte ricette Sì gratuite, per iniziare subito a ridurre le calorie ma non il gusto dei piatti!

 

 

La ricetta del risotto con funghi e salsiccia

Risotto con salsiccia e funghi secchi

In genere nei risotti si utilizza il Parmigiano-Reggiano, e lo si può tranquillamente utilizzare anche in questo, tuttavia ho preferito abbinare alla salsiccia e ai funghi un formaggio più delicato, che non andasse a coprire il gusto di questi due ingredienti: la burrata (che può essere sostituita con la stracciatella). Se non amate questo formaggio, potete tranquillamente spolverare il risotto col parmigiano, ma consiglio comunque di farlo direttamente sul piatto e non in mantecatura.

Come funghi secchi scegliete ovviamente dei porcini, e che siano di buona qualità (commerciale o ancora meglio speciale), per capire come sceglierli correttamente vi rimando all'articolo sui funghi porcini secchi.

La salsiccia compratela dal macellaio, perché quella del supermercato molto difficilmente è di qualità. Se non potete andare dal macellaio, cercate la salsiccia tagliata a punta di coltello, in vendita in sempre più supermercati, in questo caso potete anche utilizzarne 400 g, perché in genere è più magra di quella convenzionale.

 

 

Autore:

Tempo di preparazione:

Tempo di cottura:

Tempo totale:

Ingredienti per 4 persone

  • 300 g di riso carnaroli
  • 300 g di salsiccia di suino
  • 20 g di funghi porcini secchi
  • 150 g di vino bianco secco
  • 100 g di passata di pomodoro
  • 200 g di burrata (o stracciatella)
  • 1 cipolla
  • sale, pepe

Preparazione

Tritare la cipolla e mettere in ammollo i funghi in acqua tiepida, in una tazza.

Sbudellare la salsiccia e ridurla a pezzetti con le dita, metterla in una casseruola antiaderente di 20-22 cm di diametro. Cuocere a fuoco alto, mescolando spesso, finché non rilascia il suo grasso e non inizia a prendere colore. Con un cucchiaio di legno, rompere i pezzetti più grossi per ridurli tutti più o meno alle stesse dimensioni. Quando la salsiccia è pronta unire la cipolla e cuocere per un paio di minuti mescolando spesso, quindi sfumare col vino e farlo evaporare.

Bollire 1 litro di acqua in una casseruola, oppure utilizzare il bollitore.

Tostare il riso in una casseruola di acciaio di 20 cm di diametro, a fuoco medio-alto, per un paio di minuti, mescolando spesso, quindi metterlo da parte.

Unire il riso alla salsiccia, versare una parte dell'acqua bollente, unire anche il pomodoro, salare e mescolare bene. Continuare la cottura a fuoco medio (deve sobbollire).

Tirare fuori i funghi dall'acqua di ammollo, strizzarli bene e tritarli abbastaza finemente. Unirli al risotto e unire anche l'acqua di ammollo, facendo attenzione a non versare anche sabbia depositata sul fondo della ciotola.

Tagliare la burrata a pezzetti, con le dita delle mani. Si può anche utilizzare la stracciatella, in questo caso questa operazione non è necessaria.

Portare a cottura il risotto aggiungendo altra acqua bollente se occorre, quando il riso è ancora leggermente al dente spegnere la fiamma e mescolare energicamente per un minuto, assaggiare e regolare di sale e pepe, quindi mescolare energicamente per un altro minuto, aggiungendo acqua bollente se occorre. Quando il risotto è ben legato ed è arrivato a perfetta cottura, servire e disporre in superficie i pezzetti di burrata.

Informazioni nutrizionali per porzione

 

Energia

550 kcal - 2299 KJoule

 

Proteine ad alto VB 

16 g

Proteine

21 g - 15%

Carboidrati

62 g - 44%

Grassi

26 g - 41%

di cui

 

saturi

11.5 g

monoinsaturi

13.1 g

polinsaturi

3.9 g

Fibre

1 g

Colesterolo

77 mg

Sodio

919 mg

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina

Polpette di tonno e patate al forno

Cerchi una ricetta per far mangiare il pesce in modo divertente ai propri figli? Una soluzione potrebbe essere rappresentata dalle polpette di tonno e patate al forno.

Torta di mele light: può un cibo essere dietetico?

Spesso i dolci sono spesso banditi dalle diete, anche se in realtà è possibile preparare torte leggere e non eccessivamente caloriche.

Torta tenerina: la ricetta originale

La torta tenerina è forse uno dei dolci più diffusi e preparati in Italia: semplicissimo da preparare e adatto anche a chi è alle prime armi.

Guacamole allo zenzero con mele e gamberi

Guacamole allo zenzero con mele e gamberi: una variante sfiziosa della salsa di origine messicana, per stupire i vostri ospiti.

 

Vellutata di castagne, quenelles di zucca e gamberi rossi lardellati

La vellutata di castagne, quenelles di zucca e gamberi rossi lardellati è una ricetta un po' elaborata, ma che non richiede particolari abilità e di sicuro stupirà i vostri ospiti.

Gnocchi di spinaci con porri e fonduta di parmigiano

Gli gnocchi di spinaci sono una variante degli gnocchi tradizionali, scopriamoli in abbinamento a un letto di porri e alla fonduta di parmigiano.

Crostata meringata al limone e zenzero

La crostata meringata al limone e zenzero è una variante molto interessante del classico dolce di origine anglosassone.

Involtini di sgombro ripieni di patate e uvetta

Gli involtini di sgombro ripieni di patate e uvetta sono una ricetta sfiziosa, non troppo complicata da realizzare, economica, salutare, e dall'impatto visivo molto interessante.