Pasta con sugo alle canocchie

Le canocchie sono crostacei conosciuti in Italia con diversi nomi dialettali: canocia e canoccia in Veneto e Friuli, cigara in Liguria, panocchia e pannocchia in Abruzzo, sparnocchia nel Lazio, cegala in Puglia, astrea in Sicilia, ecc.

 

 

Vengono preparate in molti modi: crude, bollite da consumare da sole o nelle insalate di pesce, alla griglia, fritte, in umido o anche, come proponiamo in questo articolo, per preparare un sugo per la pasta, in rosso o in bianco.

Scelta delle canocchie

Le canocchie sono delicatissime: le sue carni, dopo la morte, vanno incontro a un deterioramento molto rapido. Per questo è fondamentale che siano freschissime, meglio se ancora vive, e in ogni caso andrebbero consumate al massimo il giorno dopo rispetto alla cattura.

Sì o No?

Le canocchie di per se non sono caloriche, come tutti i crostacei si tratta di alimenti molto magri, ricchi di acque e quindi poco calorici. Purtroppo però, come in tutti i piatti a base di pesce l'utilizzo di una quantità di olio importante influenza tantissimo la bontà del piatto. Dunque, se vogliamo mangiare un piatto di pasta gustoso, non possiamo lesinare con l'olio e di conseguenza è impossibile soddisfare i vincoli della cucina Sì. Ovviamente nessuno vieta di utilizzare solo un cucchiaio di olio a testa, ma visto il pregio della materia prima personalmente consiglio di considerare questa ricetta come un'eccezione alimentare, da abbinare a una bella insalata poco condita, che andrà a bilanciare le calorie in eccesso di questo piatto.

Se vuoi saperne di più riguardo la cucina Sì, che coniuga salute e gusto senza eliminare nessun ingrediente, clicca qui. Qui invece troverai molte ricette Sì gratuite, per iniziare subito a ridurre le calorie ma non il gusto dei piatti!

 

 

La ricetta della pasta con le canocchie

Pasta con le canocchie

La pasta con le canocchie può essere preparata anche in bianco, rispetto a questa ricetta basterà omettere i pomodorini.

Autore:

Tempo di preparazione:

Tempo di cottura:

Tempo totale:

Ingredienti per 4 persone

  • 320 g di pasta di semola
  • 8-10 canocchie
  • 400 g di pomodorini
  • 120 g di vino bianco
  • 80 g di olio extravergine di oliva
  • 2 spicchi di aglio
  • prezzemolo
  • peperoncino fresco (facoltativo)
  • sale

Preparazione

 

 

Tagliare ogni canocchia in 3 parti. Sgusciare l'aglio e tagliare entrambi gli spicchi in due parti, tagliare i pomodorini in due parti e tritare il peperoncino.

In una padella antiaderente di 28 cm scaldare 8 cucchiai di olio, soffriggere l'aglio e il peperoncino dolcemente (deve appena sfrigolare) per 1 minuto circa.

Bollire la paste in acqua salata.

Quando l'aglio sarà pronto unire il pesce, salare leggermente e cuocerlo a fuoco alto per 2 minuti, sfumare col vino e cuocere altri 2 minuti, mescolando spesso.

Rimuovere il pesce e metterlo da parte, unire i pomodorini. salare, coprire e cuocere per 5 minuti, mescolando di tanto in tanto.

Nel frattempo, tritare il prezzemolo.

Quando la pasta è quasi pronta, scolarla tenendo da parte un bicchiere di acqua di cottura, unirla al sugo insieme a mezzo bicchiere di acqua di cottura, aggiungere anche il pesce e far insaporire la pasta per un minuto, a fuoco alto, aggiungendo acqua di cottura se occorre.

Da ultimo, unire il prezzemolo, mescolare bene e servire.

Informazioni nutrizionali per porzione

 

Energia

527 kcal - 2203 KJoule

 

Proteine ad alto VB 

9 g

Proteine

19 g - 14%

Carboidrati

68 g - 50%

Grassi

22 g - 36%

di cui

 

saturi

3.1 g

monoinsaturi

14.8 g

polinsaturi

2.2 g

Fibre

3 g

Colesterolo

101 mg

Sodio

105 mg

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina

Polpette di tonno e patate al forno

Cerchi una ricetta per far mangiare il pesce in modo divertente ai propri figli? Una soluzione potrebbe essere rappresentata dalle polpette di tonno e patate al forno.

Torta di mele light: può un cibo essere dietetico?

Spesso i dolci sono spesso banditi dalle diete, anche se in realtà è possibile preparare torte leggere e non eccessivamente caloriche.

Torta tenerina: la ricetta originale

La torta tenerina è forse uno dei dolci più diffusi e preparati in Italia: semplicissimo da preparare e adatto anche a chi è alle prime armi.

Guacamole allo zenzero con mele e gamberi

Guacamole allo zenzero con mele e gamberi: una variante sfiziosa della salsa di origine messicana, per stupire i vostri ospiti.

 

Vellutata di castagne, quenelles di zucca e gamberi rossi lardellati

La vellutata di castagne, quenelles di zucca e gamberi rossi lardellati è una ricetta un po' elaborata, ma che non richiede particolari abilità e di sicuro stupirà i vostri ospiti.

Gnocchi di spinaci con porri e fonduta di parmigiano

Gli gnocchi di spinaci sono una variante degli gnocchi tradizionali, scopriamoli in abbinamento a un letto di porri e alla fonduta di parmigiano.

Crostata meringata al limone e zenzero

La crostata meringata al limone e zenzero è una variante molto interessante del classico dolce di origine anglosassone.

Involtini di sgombro ripieni di patate e uvetta

Gli involtini di sgombro ripieni di patate e uvetta sono una ricetta sfiziosa, non troppo complicata da realizzare, economica, salutare, e dall'impatto visivo molto interessante.