Canestrelli (biscotti liguri)

I canestrelli sono dei biscotti friabili a forma di margherita con un buco in mezzo, spolverati di zucchero a velo in superficie. I canestrelli sono un prodotto tipico della Liguria e si ritrovano un po' in tutta Italia, prodotti e commercializzati anche industrialmente. A livello nazionale sono stati riconosciuti come Prodotto Agroalimentare Tradizionale Italiano

 

 

Esiste una variante molto simile detta canistrelli anche in Corsica.

Esistono in Piemonte e in Valle d'Aosta diverse versioni di questi biscotti, tutte sotto lo stesso nome di canestrelli:

  • canestrelli biellesi: sono più simili a dei wafer, cioè composti da due cialde rettangolari farcite con crema di nocciole;
  • canestrelli novesi: di forma e aspetto simile a quelli liguri dai quali differiscono per la presenza del vino bianco e dell'olio nell'impasto;
  • canestrelli di Taggia: sono salati e a forma di piccole ciambelle, più simili a dei taralli pugliesi;
  • canestrelli tonenghesi (o del Canavese): sono peculiari per la presenza di scorze di limone nell'impasto;
  • canestrelli valdostani e in generale delle valli alpine: sono cialde cotte sulla griglia rovente, tipo waffle, profumati al limone, alla vaniglia, all'anice o al cacao.

 

 

Ricetta dei biscotti canestrelli

Biscotti Canestrelli

I canestrelli in Liguria vengono chiamati anche canestrelletti e sono composti da 4 semplici ingredienti: farina, burro, uova e zucchero. La frolla che si ottiene è molto friabile.

Secondo il disciplinare ogni biscotto deve avere un diametro di 10 cm con un foro centrale di 3 cm.

Ingredienti per circa 30-40 canestrelli

  • 300 g di farina
  • 2 tuorli d'uovo sodi
  • 150 g di burro
  • 100 g di zucchero
  • 50 g di zucchero a velo
  • scorza di limone non trattato (facoltativo)

 

 

Procedimento: Per prima cosa preparare le uova sode facendole bollire per circa 8 minuti. Ricavarne solo il tuorlo eliminando il bianco con l'aiuto di un coltello. Setacciare la farina con lo zucchero, unire le uova sode sbriciolate, il burro ammorbidito a pezzi e la scorza del limone grattugiata. Impastare il composto in modo da renderlo omogeneo, quindi riporlo in frigorifero avvolto da pellicola trasparente per circa un'ora, dopo di che stenderlo su una spianatoia e con il mattarello formare una sfoglia dello spessore di circa 1 cm.

Munirsi di 2 stampini, uno a forma di fiore di 10 cm e uno circolare di 3 cm e iniziare a ricavare dall'impasto i biscotti quindi sistemarli su una teglia ricoperta da carta da forno. I ritagli di pasta avanazati si possono reimpastare e stendere di nuovo per ricavarne altri biscotti.

Cuocere in forno ventilato a 150°C per 10 minuti (oppure in forno statico a 170°C per 20 minuti). Una volta raffreddatisi spolverarli di zucchero a velo.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina


Polpette di melanzane vegetariane

Polpette di melanzane vegetariane: un piatto estivo semplice ma gustoso, e non troppo pesante anche se sono fritte nell'olio.


Maritozzi marchigiani con uvetta

I maritozzi: dal panino farcito con la panna romano alla treccia pugliese passando per il dolce con uvetta marchigiano.


Poolish e biga

Poolish e biga sono i due prefermenti più utilizzati in panificazione, si preparano tipicamente con il lievito ma possono essere fatti anche con il lievito madre.


Spaghetti con le vongole risottati

Gli Spaghetti con le vongole: un classico primo piatto di mare, in versione risottata, per sfruttare a pieno tutto il gusto di questi squisiti molluschi.

 


Risotto con le zucchine al limone e menta

Risotto con le zucchine, ricetta e calorie della versione con limone e menta.


Faraona alla leccarda

La faraona alla leccarda: un ricco e gustoso secondo piatto umbro.


Risotto con salmone affumicato, limone e aneto

Il risotto con salmone affumicato si presta a molte interpretazioni. Scopriamo questa variante senza panna, con limone per conferire acidità e aneto per aromatizzare.


Polpette di zucchine e carne al forno

Polpette di zucchine e carne al forno: una ricetta semplice e leggera, anche grazie alla cottura al forno al posto della frittura.