Iodio

Lo iodio è un minerale essenziale, l'organismo cioè non lo produce e quindi deve essere necessariamente introdotto con la dieta. Svolge una funzione fondamentale per lo sviluppo del cervello del feto, in quanto elemento fondamentale per la produzione degli ormoni ormoni tiroidei T3 e T4. Negli adulti, lo iodio è fondamentale per prevenire il gozzo. La maggior parte dello iodio in natura si trova nel mare, e soprattutto nelle alghe.

 

 

Nonostante l'importanza dello iodio nell'alimentazione, non è un integratore alimentare comune, anche se molte persone avrebbero bisogno di una integrazione di questo minerale.

Lo iodio viene aggiunto al sale da cucina (sale iodato), al fine di evitare carenze nell'alimentazione, soprattutto nelle zone il cui terreno è povero di iodio, perché in questi territori la diffusione del gozzo è molto elevata e la popolazione deve integrare lo iodio che non riesce ad assumere con i cibi.

La carenza di iodio, e il conseguente basso livello di ormone tiroideo, può causare la cessata ovulazione, fino alla sterilità femminile; può causare una malattia autoimmune della tiroide e può aumentare il rischio di ammalarsi di cancro alla tiroide. Alcuni ricercatori ritengono che la carenza di iodio potrebbe aumentare il rischio di altri tumori come quello alla prostata, della mammella, dell'endometrio e delle ovaie.

 

 

La carenza di iodio durante la gravidanza è grave sia per la madre che per il bambino, perché può causare ipertensione durante la gravidanza per la madre, e ritardo mentale per il bambino. In casi estremi, la carenza di iodio può portare a cretinismo. In tutto il mondo, la carenza di iodio è considerata la causa evitabile più comune di ritardo mentale.

Lo iodio, come integratore, viene usato anche per il trattamento sporotricosi cutanea (una infezione fungina della pelle); il trattamento della malattia fibrocistica del seno; la prevenzione del cancro al seno; del diabete; delle malattie cardiache; e come espettorante.

Lo iodio viene utilizzato anche per proteggere l'organismo dalle radiazioni, in seguito ad esposizione a radiazioni ionizzanti.

Lo iodio viene applicato sulla pelle per uccidere i germi, prevenire la mucosite (dolore al palato) causata da chemioterapia, e trattare le ulcere causate dal diabete.

Infine, lo iodio viene utilizzato anche per la purificazione dell'acqua.

Controindicazioni

Lo iodio è abbastanza sicuro per la maggior parte delle persone, se assunto per via orale alle dosi raccomandate, o quando applicato sulla pelle in modo appropriato.

Gli effetti collaterali più comuni sono nausea e mal di stomaco, mal di testa, sapore metallico e diarrea.

Nelle persone sensibili, lo iodio può causare effetti indesiderati anche gravi, tra cui gonfiore delle labbra e del viso (angioedema), gravi emorragie ed ecchimosi, febbre, dolori articolari, ingrossamento dei linfonodi, reazioni allergiche tra cui orticaria, e in alcuni rari casi perfino la morte.

 

 

Gli adulti dovrebbero evitare l'uso prolungato di dosi superiori a 1100 mcg al giorno, senza adeguato controllo medico.

Nei bambini, le dosi da non superare sono:

  • 200 mcg al giorno per i bambini da 1 a 3 anni
  • 300 mcg al giorno per i bambini da 4 a 8 anni
  • 600 mcg al giorno per i bambini da 9 a 13 anni
  • 900 mcg al giorno per gli adolescenti.

Applicato sulla pelle, lo iodio può causare irritazioni, macchie, reazioni allergiche e altri effetti collaterali. Le zone trattate non vanno fasciate per evitare ustioni da iodio.

Iodio

Benefici dell'integrazione di iodio

Effetti accertati (forte evidenza)

Carenza di iodio. L'integrazione di iodio tramite il sale iodato è efficace per prevenire e curare le carenze di iodio.

Esposizione alle radiazioni. Assumere integratori di iodio per bocca è efficace contro l'esposizione a ioduri radioattivi.

Malattie della tiroide. Assumere integratori di iodio per bocca può migliorare alcune forme di ipertiroidismo.

Ulcere delle gambe. Alcune ricerche hanno dimostrato che l'applicazione di cadexomero iodico in associazione a compressione per 4-6 settimane aumenta il tasso di guarigione delle ulcere delle gambe causate dalle vene varicose.

Effetti possibili (prove ancora insufficienti)

Previene le infezioni causate dai cateteri.

Diminuisce il rischio di congiuntivite nei neonati.

Efficace contro le ulcere causate dal diabete.

Riduce l'insorgenza di endometrite in seguito al parto cesareo.

Riduce il tessuto fibroso nella malattia fibrocistica del seno.

Riduce il dolore al seno durante il ciclo mestruale.

Riduce il dolore e il gonfiore all'interno della bocca causato dalla chemioterapia.

Riduce le infezioni gengivali nella parodontite.

Dosaggio consigliato

Per quanto riguarda l'esposizione alle radiazioni, lo ioduro di potassio dovrebbe essere presa appena prima, o non appena possibile dopo l'esposizione, se l'esposizione alle radiazioni è di 5 centigrays (cGy) o più. La dose consigliata varia da 16 mg di ioduro di potassio, fino a 130 mg, a seconda dell'età.

Per la prevenzione del gozzo, basta utilizzare sale iodato, nelle zone in cui i terreni sono poveri di iodio.

Per gli altri utilizzi, bisogna pianificare l'assunzione con l'aiuto del medico.

Conclusioni

Lo iodio è un minerale importante, che ha svariati utilizzi in campo medico, nonché è molto importante come integratore, soprattutto nelle zone in cui il terreno è povero di iodio.

Esistono altri utilizzi in campo medico, per i quali l'integrazione va effettuata sotto controllo medico.

Bibliografia

Breast-milk iodine concentration declines over the first 6 mo postpartum in iodine-deficient women

The effect of small increases in dietary iodine on thyroid function in euthyroid subjects

Effects of low dose oral iodide supplementation on thyroid function in normal men

Effect of low dose iodide supplementation on thyroid function in potentially susceptible subjects: are dietary iodide levels in Britain acceptable

Effects of low dose oral iodide supplementation on thyroid function in normal men

odine intakes of 100-300 μg/d do not modify thyroid function and have modest anti-inflammatory effects

Povidone-iodine bowel irrigation before resection of colorectal carcinoma

Systematic review and cost analysis comparing use of chlorhexidine with use of iodine for preoperative skin antisepsis to prevent surgical site infection

Meta-analysis of intraoperative povidone-iodine application to prevent surgical-site infection

Antibiotics and antiseptics for venous leg ulcers

Periurethral cleaning prior to urinary catheterization in children: sterile water versus 10% povidone-iodine

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Salute


Naturopatia: l'unione di tecniche dall'efficacia non dimostrata

La naturopatia è una medicina che usa tecniche di altre medicine alternative e che propone un ritorno alla connessione con la natura. La sua efficacia non è però dimostrata.


Saturazione dell'ossigeno: quando è troppo bassa, le cause e i sintomi

La saturazione dell'ossigeno è un parametro importante dell'efficienza respiratoria.


Citrullina malato (integratori)

La L-citrullina è un composto amminoacidico non proteico utilizzato come integratore per migliorare le performance sportive, soprattutto come pre workout.


PRE WORKOUT (integratori): no grazie, basta un caffè

Gli integratori pre workout sono mix di sostanze che promettono di aiutarci negli allenamenti, la maggior parte delle quali sono inutili.

 


Leucemia: come riconoscerla nei bambini

La leucemia è una forma tumorale che colpisce le cellule sanguigne, vediamo quali sono i sintomi nei bambini.


Farmaci dimagranti con prescrizione

I farmaci dimagranti con prescrizione sono pochi se consideriamo quelli industriali. Apportano alcuni effetti collaterali e vanno usati dietro stretto controllo medico.


Farmaci dimagranti vietati: leggi ed elenco

I farmaci dimagranti vietati sono soprattutto preparazioni galeniche realizzate con sostanze vietate per l’uso a scopo dimagrante e non per altri scopi.


LPLDL: il nuovo probiotico contro il colesterolo

LPLDL è un ceppo batterico che ha mostrato di ridurre i livelli di colesterolo ematico e la pressione arteriosa.