L-Ornitina

L'ornitina (o L-ornitina) è un aminoacido non essenziale che l'organismo non utilizza per sintetizzare proteine. È coinvolto soprattutto nel ciclo dell'urea, il meccanismo che l'organismo utilizza per smaltire l'ammoniaca prodotta dal catabolismo degli aminoacidi. Per questo motivo si pensa che l'integrazione di ornitina possa essere utile per tutte quelle condizioni determinate da un eccesso di ammoniaca, come l'encefalopatia epatica; e anche per la performance atletica, con particolare riguardo alle discipline di resistenza di lunga durata.

 

 

L'ornitina viene anche promossa come integratore per aumentare la concentrazione di GH (ormone della crescita) nel sangue, e quindi per aumentare la massa magra. In realtà, gli aumenti di ormone della crescita osservati con l'ornitina sono simili a quelli osservati tramite l'integrazione di arginina. Tecnicamente esistono, ma sono di breve durata e non tali da determinare effetti tangibili sull'organismo (incremento della massa magra), visto che tali effetti avvengono solo quando la concentrazione di GH rimane alta per lungo tempo.

Controindicazioni

L'integrazione di ornitina non comporta particolari effetti collaterali, a parte qualche lieve disturbo intestinale in alcuni soggetti, e diarrea se assunta in dosi massicce (10-20 g). Va evitata da chi soffre di una particolare patologia genetica che comporta il deficit di un enzima, la ornitina-d-aminotransferasi.

Acido alfa lipoico

Benefici dell'integrazione di ornitina

Effetti accertati (forte evidenza)

Utile per disintossicare dall'ammoniaca in alcune patologie che comportano iperammonemia

Effetti possibili (prove ancora insufficienti)

Aumento della prestazione nelle prove di resistenza di lunga durata

Dosaggio consigliato

Il dosaggio consigliato varia da 2 a 6 g al giorno, ma va concordato con il medico se si assume ornitina a scopo terapeutico per contrastare le patologie con iperammonemia.

Conclusioni

L'ornitina può essere utile come terapia integrativa in alcune patologie che determinano iperammonemia, cioè eccesso di ammoniaca nel sangue.

 

 

Per gli sportivi, potrebbe avere una qualche utilità negli sforzi di lunga durata, ma sono necessari ulteriori studi per confermare questa ipotesi, dunque allo stato attuale un suo utilizzo è sconsigliabile.

Bibliografia

The effect of L-ornithine hydrochloride ingestion on performance during incremental exhaustive ergometer bicycle exercise and ammonia metabolism during and after exercise

L-ornithine supplementation attenuates physical fatigue in healthy volunteers by modulating lipid and amino acid metabolism

A randomized, double-masked, placebo-controlled crossover trial on the effects of L-ornithine on salivary cortisol and feelings of fatigue of flushers the morning after alcohol consumption

Physiological functions of L-ornithine and L-aspartate in the body and the efficacy of administration of L-ornithine-L-aspartate in conditions of relative deficiency

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Salute


Congestione digestiva

La congestione digestiva è un evento che interessa l'apparato gastrointestinale e si ha quando vi sono sbalzi di temperatura particolarmente elevati.


Rimedi contro le zanzare

I rimedi contro le zanzare sono diversi, di sintesi o naturali, e sono di differenti tipi ed efficacia. La loro efficacia è molto soggettiva.


Allergia alle uova: cause, sintomi, diagnosi e terapia

L'allergia alle uova è la reazione allergica più frequente nell'infanzia che va però a risolversi in seguito ad una dieta priva di uova e alimenti che le contengano.


Allergia alle arachidi: sintomi, cause, terapia

L'allergia alle arachidi è molto frequente e si manifesta sopratutto nei bambini. Non si riscontra una guarigione ma si stanno studiando nuove terapie in merito.

 


Nichel negli alimenti

Il nichel è presente in moltissimi alimenti a differenti concentrazioni. Possiamo, però, trovarlo anche in utensili da cucina, nelle tubature dell'acqua e nelle falde acquifere.


Allergia ai crostacei

L'allergia ai crostacei è molto comune ma a volte difficile da diagnosticare. In caso di soggetti allergici si devono evitare i crostacei e gli alimenti derivati.


Allergia al latte

L'allergia al latte si distingue dall'intolleranza al lattosio e alla caseina in quanto coinvolge la reazione del sistema immunitario.


Integratori per la stanchezza: inutili e dispendiosi

Gli integratori per la stanchezza non hanno effetti supportati da solide basi scientifiche ma vengono invece molto utilizzati sia per la sfera fisica che mentale