Integrazione di grassi essenziali

L'integrazione di grassi essenziali è un argomento delicato, perché il fabbisogno di questi nutrienti può non essere soddisfatto con la sola alimentazione.

 

 

Come abbiamo visto nel precedente articolo sui grassi essenziali, questi nutrienti sono presenti solo in alcuni alimenti non particolarmente diffusi, pertanto è verosimile che una grande fetta della popolazione presenti carenze più o meno gravi.

Il fabbisogno di una persona che consuma 1800 kcal (ma i valori possono essere generalizzati senza commettere errori significativi) è pari a:

  • omega 3: 3 grammi al giorno;
  • omega 6: 12 grammi al giorno.
Omega

Gli acidi grassi essenziali sono presenti nelle seguenti categorie di alimenti:

  • pesci grassi: salmone, sgombro, acciughe, aringhe;
  • frutta secca: noci, pistacchi, arachidi, mandorle;
  • oli di semi di soia, mais, girasole, sesamo, lino.
  • legumi: ceci.
Gli oli di semi devono essere tassativamente spremuti meccanicamente a freddo.

La seguente tabella riporta le quantità di acidi grassi essenziali degli alimenti che ne contengono quantità significative.

Combinando opportunamente questi alimenti, è possibile garatire le quantità minime senza essere costretti a mangiare pesce, frutta secca o oli di semi ogni giorno, rischiando di far diventare monotona la propria dieta. Costruitevi le combinazioni di alimenti che preferite, e alternatele a piacimento. Di seguito riportiamo qualche esempio, insieme a qualche consiglio di carattere generale.

ALIMENTI OMEGA 3 OMEGA 6
PESCE GRASSO
100 g di salmone, sgombro freschi o in scatola al naturale 100 g di aringa fresca o affumicata 2.2 g -
OLI VEGETALI SPREMUTI MECCANICAMENTE
10 grammi di olio di semi di mais - 5 g
10 grammi di olio di semi di sesamo - 4.5 g
10 grammi di olio di semi di soia 0.8 g 5 g
10 g di olio di semi di girasole - 6 g
10 g di olio di semi di lino o 40 grammi di semi di lino 5.8 g 1.4 g
10 g di olio di germe di grano 0.5 g 5 g
10 g di olio di oliva - 1 g
FRUTTA SECCA
20 grammi di noci sgusciate (5 noci medie) 1.32 g 5 g
10 grammi di arachidi, pistacchi o mandorle - 1 g
LEGUMI
100 grammi di ceci in scatola - 2 g

Omega 3

 

 

Se non si utilizza il pesce grasso, è necessario integrare con i semi di lino. Bastano appena 20 grammi di semi, che vanno macinati con un macinacaffè, per comprire il fabbisogno di omega 3. Purtroppo l'olio di lino presenta una serie di problemi per cui ne sconsigliamo l'uso a meno di non avere precise garanzie di qualità.

È consigliabile non eliminare del tutto il consumo di pesce, in modo tale da assumere EPA e DHA direttamente.

L'olio di lino, infatti, contiene LNA (acido linolenico) che deve essere convertito in EPA e questo processo può interferire nella produzione di eicosanoidi buoni.

Omega 6

 

 

Le possibilità sono molto più varie rispetto agli omega 3, ma le quantità da assumere sono decisamente superiori. L'olio di girasole è ottimo poiché contiene una grande quantità di vitamina E, quello di soia contiene anche una buona quantità di omega 3. Entrambi possono essere utilizzati per condire l'insalata, da soli o insieme all'olio di oliva.

Nel piano di integrazione va considerato che piccole quantità di omega 6 sono presenti in molti alimenti (soprattutto nella carne e nel pesce) è quindi presumibile che una certa quantà (circa 4 g al giorno) vada sottratta al piano di integrazione. Conviene quindi integrare solo 8 grammi di omega 6 con alimenti che ne contengono una quantità elevata (olio di girasole, noci...).

Combinazioni di alimenti

  • 40 g di noci sgusciate (10 noci);
  • 20 g di noci sgusciate (5 noci) + 50 g di pesce grasso;
  • 40 g di semi di lino macinati + 20 g di noci;
  • 100 g di salmone al naturale + 15 g di olio di girasole;

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Proteine del siero del latte (whey)

Le proteine del siero del latte (whey protein in inglese) sono le proteine più utilizzate come integratore.


Dieta in base al somatotipo: perché non ha senso

La teoria del somatotipo suddivide i tipi corporei in tre categorie: ectomorfo, endomorfo, mesomorfo. La dieta formulata in base a queste categorie appare senza senso.


Proteine del latte

Le proteine del latte sono contenute nei derivati del latte e vengono anche isolate e proposte in forma più o meno pura sottoforma di integratori alimentari.


Dieta a zona: funziona?

La dieta a zona è una delle più diffuse. Analizziamo pregi e difetti del modello alimentare di Berry Sears.

 


Teriyaki - salsa giapponese

Teriyaki: la salsa agrodolce giapponese composta da soia e sakè ideale per il pollo e il salmone.


Mirin - vino di riso giapponese

Il mirin, il condimento giapponese ottenuto dalla fermentazione del riso glutinoso.


Calorie dei cibi cotti e crudi

Le calorie degli alimenti cotti e crudi: cambiano o rimangono sempre invariate?


La dieta flexitarian

La dieta flexitarian è una dieta vegetariana "flessibile", promuove cioè un consumo di carne sostenibile.