Passiflora o passion fruit

Calorie e valori nutrizionali dei passflora

La passiflora è un arbusto rampicante e lianoso, della famiglia delle Passifloraceae, originario dell'America tropicale.

 

 

Il nome deriva dal latino passio (passione) e flos (fiore), e viene detto anche frutto della passione.

Pare che gli fu attribuito dai missionari Gesuiti nel 1610, per la somiglianza di alcune parti della pianta con i simboli religiosi della passione di Cristo: i viticci la frusta con cui venne flagellato, i tre stili i chiodi, gli stami il martello e la raggiera corollina la corona di spine.

Tra le tante specie di Passiflora, quella migliore ai fini produttivi e' la Passiflora edulis Simson, coltivata prevalentemente in Brasile, Sud Africa e Australia. Questa pianta, grazie alla fruttificazione scalare (i fiori crescono mentre i rami si allungano) consente diverse raccolte all'anno.

In Sicilia la Passiflora viene coltivata con successo, proteggendola in inverno perché non tollera temperature inferiori a zero gradi. La raccolta dei frutti avviene, in Sicilia, a Settembre e a Febbraio-Marzo.

Passiflora

I frutti della Passiflora sono delle bacche, di colore variabile dal viola al giallo, e contengono tanti semi immersi in una massa gelatinosa gialla. Si consumano freschi, oppure vengono trasformati per produrre succhi tropicali. La Passiflora viene anche chiama Maracuja, nella sua varietà Passiflora edulis flavicarpa, con frutto giallo, più grande di quello scuro.

La Passiflora è un frutto ricchissimo di fibre e povero di calorie, grazie al suo aroma così intenso di frutta tropicale, è particolarmente indicato nelle diete ipocaloriche.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Cibi ultra-processati: fanno davvero male?

I cibi ultra-processati sono definiti dalla classificazione NOVA che ne sconsiglia il consumo, appoggiata da diversi paesi. Rimane da capire come sostituirli in modo efficace.


Caffeina

La caffeina è la sostanza psicoattiva più consumata al mondo, contenuta in diverse piante come caffè, cacao, tè, cola, guaranà e mate.


Quanta caffeina (e caffè) al giorno?

La quantità di caffeina considerata sicura dipende dalle condizioni patologiche e fisiologiche del soggetto, ma anche dalla tollerabilità individuale.


Pasta di legumi: utile solo per la celiachia

La pasta di legumi è utile solo in caso di patologie che richiedano l'eliminazione del glutine dalla dieta, per diverse ragioni che vedremo in questo articolo.

 


Prosciutto cotto senza conservanti (nitriti)

Il prosciutto cotto senza conservanti (nitriti) si sta oggi diffondendo grazie a nuove tecniche non sempre rese note dalle aziende produttrici.


Gli alimenti trasformati o processati: la classificazione NOVA

I cibi processati o trasformati sono classificati secondo la classificazione NOVA che li distingue in base al tipo di processo di produzione a cui sono sottoposti.


Arachidi

Le arachidi, una specie di leguminose tipica dei Paesi sudamericani.


Cosa mangiare durante lo sport

Troppi atleti mangiano a sproposito durante gli allenamenti. In realtà dovrebbe mangiare solo chi fa allenamenti molto lunghi.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.