Fregola sarda

La fregola, detta anche pistizionefregula o freula, è un primo piatto originario della Sardegna composto da palline di pasta di semola simile al cous cous ma di dimensioni più grandi e dalla fattura più grossolana: il diametro varia dai 2 ai 6 mm.

 

 

La fregola è originaria della zona di Cagliari e Oristano, dove viene condita solitamente con un sugo a base di frutti di mare, una ricetta tradizionale è quella della fregola con le arselle (una tipologia di vongole piccole del Mediterraneo). Ma sono innumerevoli i sughi e i condimenti che si abbinano alla fregula: con le melanzane, con la bottarga, con la cernia, con le seppie o i calamari e viene cucinata anche risottata (cotta alla maniera del risotto) o in zuppe.

La fregola è difficile da reperire al di fuori della regione, si può però trovare facilmente nei negozi specializzati e nei ristoranti del litorale toscano e ligure che guarda alla Sardegna.

Produzione della fregola

Fregola

La preparazione della fregola è un procedimento tradizionale sardo che viene ancora oggi svolto in casa, anche se negli ultimi tempi sono nati dei produttori artigianali. 

La semola di grano duro viene impastata solamente con acqua e sale, poi lavorata a mano girandola e rigirandola fino ad ottenere piccole palline irregolari. Successivamente la fregola viene essiccata e tostata in forno. Si tratta quindi di un prodotto molto simile al couscous, come metodo di preparazione: quest'ultimo viene solo confezionato in granelli più piccoli, e non è tostato in forno.

 

 

La fregola, quindi, assume il caratteristico colore giallognolo-bruno e il sapore tostato.

La cottura della fregola, molto veloce, bastano pochi minuti (da 5 a 12 a seconda delle dimensioni delle sfere), avviene direttamente nel sugo o nella zuppa. Le palline assorbono il condimento e tendono a gonfiarsi aumentando di volume.

Il nome deriva dal verbo latino "fricare" che sta per "sfregare", e si riferisce al tipico movimento fatto con le mani per darle alla semola la forma di sfere.

Una disambiguazione: in italiano la parola fregola indica anche il momento in cui i pesci depongono le uova sfregandosi sui sassi. Metaforicamente dicendo "essere in fregola" si vuole dire "essere innamorati, provare un forte desiderio". 

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Kombucha: benifici e come si prepara

Il kombicha è una coltura simbionte di lieviti e batteri che viene usato per la preparazione di un tè che i microrganismi fermentano. I suoi benefici sono ancora in dubbio.


Cannucce commestibili: alternativa amica dell'ambiente

Le cannucce commestibili sono una valida alternativa a quelle di plastica, di cui consentono di ridurne l'uso. Sono state realizzate con diversi alimenti fra cui mais, zucchero e alghe.


Amido resistente

L'amido resistente è composto da quella parte di amido che resiste al processo di digestione (idrolisi) da parte degli enzimi digestivi dell'intestino tenue.


Carne vegetale: sembra carne ma non lo è

La carne vegetale, poco nota in Italia, è un preparato di origine vegetale che ha sapore, gusto e consistenza simili a quello della carne da allevamento.

 


Carne artificiale o coltivata: in laboratorio la carne etica

La carne artificiale, o coltivata, è un tipo di carne prodotta in laboratorio. La sua tecnologia di produzione è ancora da mettere a punto e i costi sono ancora elevati.


Dieta Carb Lovers (dieta dei carboidrati)

Dieta Carb Lovers: un claim molto furbo quello di proporre i carboidrati per dimagrire, in realtà è la solita dieta da 1200 calorie.


Zapote nero: il frutto al cioccolato

Lo zapote nero è una pianta originaria del Sud America che ha poche calorie e un gusto simile a quello del cioccolato.


Eritritolo: il dolcificante salubre e senza calorie

L'eritritolo è un dolcificante naturale quasi privo di calorie, senza apparenti effetti collaterali e senza retrogusto. Ha un potere dolcificante soddisfacente.