Pastis

Il pastis è un liquore francese tipico della Provenza a base di anice. Il pastis ha una gradazione alcolica molto alta, circa 40%, e un colore giallo scuro trasparente.

 

 

Tradizionalmente il pastis viene bevuto freddo come aperitivo, durante i mesi caldi per rinfrescarsi, e va diluito con acqua e ghiaccio, per diminuire la sua alcolicità. Il colore, una volta diluito, cambia e vira in un giallo pallido opaco.

Il pastis è diffuso in tutta la Francia, in Piemonte e in Liguria ed è conosciuto in tutto il mondo.

Storia e origini del pastis

Pastis

Sebbene fin dall'antichità fosse diffusa una bevanda a base di anice fatto macerare nell'alcool, il pastis nasce ufficialmente nel 1805 ad opera di Henri-Louis Pernod, un distillatore francese di Marsiglia che tutt'oggi è il maggior produttore di pastis.

Ma fu solo nel 1916, quando fu proibita la vendita dell'assenzio, che il pastis ebbe il suo maggior sviluppo. Molti produttori, infatti, rivisitarono le ricette dei loro liquori a base di assenzio, sostituendolo con l'anice e spesso aggiungendo liquirizia o finocchio, creando quindi il pastis.

Il primo produttore ad avere maggior successo fu Paul Ricard, che nel 1938 riuscì a vendere ben 2,4 milioni di litri del suo pastis.

Originariamente la legge francese prevedeva che il grado alcolico del pastis non superasse i 30%, ma successivamente, nel 1938, il grado alcolico consentito fu alzato a 40-45%.

I produttori Pernod e Ricard si sono oggi fusi in un unico brand

 

 

Pastis de Marseille

Il pastis è considerato parte integrante dello stile di vita dei marsigliesi e di tutti i provenzali, ed il suo nome deriva dall'antica lingua occitana che si parlava in tutta la Provenza fino al Piemonte, secondo la quale il termine "pastis" sta per patè o miscuglio.

In Francia c'è un detto che dice che il vero pastis si può bere solo a Marsiglia e che tutte le altre bevande a base di anice, come la sambuca italiana, l'ouzo greco o l'arak arabo, non sono che pallide imitazioni del pastis.

Qui il pastis viene usato anche per comporre alcuni cocktail come il perroquet (il pappagallo) o il mauresque (il moresco).

Volendo approfondire la conoscenza del pastis in Provenza ci sono molte distillerie che ofrono ai turisti visite guidate e degustazioni. In questo sito si possono trovare altre informazioni utili.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Cibi ultra-processati: fanno davvero male?

I cibi ultra-processati sono definiti dalla classificazione NOVA che ne sconsiglia il consumo, appoggiata da diversi paesi. Rimane da capire come sostituirli in modo efficace.


Caffeina

La caffeina è la sostanza psicoattiva più consumata al mondo, contenuta in diverse piante come caffè, cacao, tè, cola, guaranà e mate.


Quanta caffeina (e caffè) al giorno?

La quantità di caffeina considerata sicura dipende dalle condizioni patologiche e fisiologiche del soggetto, ma anche dalla tollerabilità individuale.


Pasta di legumi: utile solo per la celiachia

La pasta di legumi è utile solo in caso di patologie che richiedano l'eliminazione del glutine dalla dieta, per diverse ragioni che vedremo in questo articolo.

 


Prosciutto cotto senza conservanti (nitriti)

Il prosciutto cotto senza conservanti (nitriti) si sta oggi diffondendo grazie a nuove tecniche non sempre rese note dalle aziende produttrici.


Gli alimenti trasformati o processati: la classificazione NOVA

I cibi processati o trasformati sono classificati secondo la classificazione NOVA che li distingue in base al tipo di processo di produzione a cui sono sottoposti.


Arachidi

Le arachidi, una specie di leguminose tipica dei Paesi sudamericani.


Cosa mangiare durante lo sport

Troppi atleti mangiano a sproposito durante gli allenamenti. In realtà dovrebbe mangiare solo chi fa allenamenti molto lunghi.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.