Pastis

Il pastis è un liquore francese tipico della Provenza a base di anice. Il pastis ha una gradazione alcolica molto alta, circa 40%, e un colore giallo scuro trasparente.

 

 

Tradizionalmente il pastis viene bevuto freddo come aperitivo, durante i mesi caldi per rinfrescarsi, e va diluito con acqua e ghiaccio, per diminuire la sua alcolicità. Il colore, una volta diluito, cambia e vira in un giallo pallido opaco.

Il pastis è diffuso in tutta la Francia, in Piemonte e in Liguria ed è conosciuto in tutto il mondo.

Storia e origini del pastis

Pastis

Sebbene fin dall'antichità fosse diffusa una bevanda a base di anice fatto macerare nell'alcool, il pastis nasce ufficialmente nel 1805 ad opera di Henri-Louis Pernod, un distillatore francese di Marsiglia che tutt'oggi è il maggior produttore di pastis.

Ma fu solo nel 1916, quando fu proibita la vendita dell'assenzio, che il pastis ebbe il suo maggior sviluppo. Molti produttori, infatti, rivisitarono le ricette dei loro liquori a base di assenzio, sostituendolo con l'anice e spesso aggiungendo liquirizia o finocchio, creando quindi il pastis.

Il primo produttore ad avere maggior successo fu Paul Ricard, che nel 1938 riuscì a vendere ben 2,4 milioni di litri del suo pastis.

Originariamente la legge francese prevedeva che il grado alcolico del pastis non superasse i 30%, ma successivamente, nel 1938, il grado alcolico consentito fu alzato a 40-45%.

I produttori Pernod e Ricard si sono oggi fusi in un unico brand

 

 

Pastis de Marseille

Il pastis è considerato parte integrante dello stile di vita dei marsigliesi e di tutti i provenzali, ed il suo nome deriva dall'antica lingua occitana che si parlava in tutta la Provenza fino al Piemonte, secondo la quale il termine "pastis" sta per patè o miscuglio.

In Francia c'è un detto che dice che il vero pastis si può bere solo a Marsiglia e che tutte le altre bevande a base di anice, come la sambuca italiana, l'ouzo greco o l'arak arabo, non sono che pallide imitazioni del pastis.

Qui il pastis viene usato anche per comporre alcuni cocktail come il perroquet (il pappagallo) o il mauresque (il moresco).

Volendo approfondire la conoscenza del pastis in Provenza ci sono molte distillerie che ofrono ai turisti visite guidate e degustazioni. In questo sito si possono trovare altre informazioni utili.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Polenta istantanea: ricetta, calorie, tipologie

La polenta istantanea è una versione a cottura più veloce della classica polenta. Le tipologie sono differenti così come anche la qualità delle farine usate.


Bubble tea: la curiosa bevanda con perle di tapioca

Il bubble tea è una bevanda a base di tè, latte e perle di tapioca, di cui esistono però diverse versioni e ricette. Ha origini a Taiwan ma si sta diffondendo in tutto il mondo.


Polenta taragna: storia, ricetta e calorie

La polenta taragna è tipica della Valtellina, ma si trova in tutto il Nord Italia. A seconda della zona si usano formaggi diversi e condimenti diversi.


Glucosio

Il glucosio è lo zucchero semplice più importante, e la sostanza in assoluto più diffusa in natura.

 


Shirataki (konjac) - Pasta senza calorie

Gli shirataki, un tipo di noodles della cucina giapponese ottenuti dalla pianta del konjac e con pochissime calorie.


Polenta di mais

La polenta, bianca o gialla, è un tipico piatto povero del Nord Italia.


Saltare la colazione: fa male o fa dimagrire?

Saltare la prima colazione o farla non influisce sul peso corporeo nel lungo termine, ma alcuni studi a breve termine giungono a conclusioni diverse.


La buccia della frutta è ricca di vitamine?

La buccia della frutta non contiene in genere grandi quantità di vitamine, che sono per la maggior parte presenti invece nella polpa del frutto.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.