Formaggio Asiago

L'Asiago è un formaggio risalente all'epoca medioevale. Veniva prodotto in Veneto, nell'altopiano di Asiago, dove veniva chiamato pecorino in quanto prodotto con latte di pecora.

 

 

Attualmente l'Asiago viene prodotto con latte vaccino in varie province del Veneto, e in Trentino nella provincia di Trento.

L'Asiago d'allevo (cioè quello più stagionato) ha acquisito la certificazione DO nel 1978 e la DOP nel 1996. Il disciplinare impone la presenza dell'apposito marchio impresso sulla crosta.

Caratteristiche

Asiago

L'Asiago è un formaggio che giunge a maturazione in circa 3 mesi, ma può sopportare diversi tempi di stagionatura.

L'Asiago mezzano è stagionato fino a 6 mesi, ha un sapore dolce e profumato di latte.

L'Asiago vecchio è stagionato almeno un anno ed è più saporito, con sentori di fiori e erba.

L'Asiago stravecchio raggiunge i 2 anni di stagionatura e ha un sapore piccante e deciso, adatto per essere grattugiato anche se quelli migliori sono ottimi da soli.

L'Asiago è un formaggio semigrasso, quello giovane è più adatto per essere consumato da solo, mentre quelli più stagionati trovano impiego anche in cucina.

L'Asiago pressato è un formaggio a pasta semidura di origine più recente, ottenuto da latte intero, che viene pressato in appositi torchi e stagionato per 20-40 giorni.

 

 

Produzione

L'Asiago è prodotto con il latte crudo, proveniente dalla mungitura della sera e della mattina insieme. Il latte viene parzialmente scremato, come nel Parmigiano Reggiano.

Il latte viene insemenzato con un sieroinnesto e fatto cagliare a 35 gradi, poi viene sottoposto a due cotture a temperature crescenti, a una temperatura non superiore ai 48 gradi. La massa caseosa viene poi riposta in fascere di legno e successivamente di plastica, e sottoposto a stagionatura.

 

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Qualità

Il latte: guida a una scelta di qualità

Il latte (intero, parzialmente scremato o a lunga conservazione): guida ad una scelta di qualità.

Etichette dei salumi: nel 2021 indicazione dell’origine obbligatoria

La normativa sull’etichettatura dei salumi ha subito una modifica temporanea, prevista dalla normativa italiana fino al 31 dicembre 2021 come periodo di prova.

Etichetta dei surgelati: novità e obblighi

L’etichetta dei surgelati deve avere le stesse indicazioni valide per gli altri alimenti, con alcune informazioni specifiche valide per il pesce surgelato.

Etichetta dei cibi per l’infanzia: obblighi e contenuto

L’etichetta per gli alimenti destinati all’infanzia è diversa a seconda che si tratti di prodotti per lattanti o per la prima infanzia.

 

Etichette delle uova: come leggerle e cosa devono contenere

L’etichetta delle uova si compone sia della stampigliatura impressa sull’uovo stesso, sia dell’etichetta dell’imballaggio.

Etichette dell’acqua minerale: normativa, classificazione e informazioni

L’etichetta dell’acqua minerale ha informazioni utili e obbligatorie per consentire una scelta consapevole dei propri consumi.

Etichette del pesce: come leggerle

L’etichetta del pesce deve contenere delle precise informazioni stabilite a livello comunitario e che facilitano la scelta durante l’acquisto.

Etichetta della carne: obblighi e nuova normativa

L’etichetta della carne ha di recente avuto un aggiornamento della sua normativa europea, che rende ancora più semplice la scelta del prodotto da acquistare.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.