Crema fritta - cremini fritti

La crema fritta, o cremini fritti, è un piatto tipico di alcune regioni italiane che troviamo tra i componenti del fritto misto all'italiana, a fianco delle olive all'ascolana e di altre verdure fritte (cavolfiore, zucchine, patate...).

 

 

Origine e tradizione della crema fritta

In particolare la crema fritta è tipica dell'Emilia Romagna (crema fritta bolognese), del Veneto (crema fritta veronese), delle Marche e dell'Abruzzo, ma è diffusa anche in altre regioni del Centro Italia. Molto famosa per il fritto misto all'italiana e dunque anche per i cremini fritti è la città di Ascoli Piceno, magari più conosciuta per le classiche olive all'ascolana, dove ogni anno si organizza il Festival del Fritto.

 

 

La crema fritta può essere mangiata sia come antipasto o contorno, se leggermente salata in superficie, oppure come dolce a fine pasto, quando viene spolverata di zucchero a velo.
In particolare la crema fritta dolce viene servita durante il periodo di Carnevale in Veneto.

Ricetta della crema fritta

Crema fritta

La ricetta della crema fritta prevede due fasi: la prima è la preparazione della crema pasticcera che va fatta raffreddare e solidificare in frigorifero, mentre la seconda è l'impanatura e la frittura vera e propria.

Autore:

Tempo di preparazione:

Tempo di cottura:

Tempo totale:

Ingredienti per circa 30 cremini

 

 

Per la crema

  • 500 g di latte
  • 5 tuorli
  • 100 g di zucchero
  • 70 g di maizena
  • la scorza di un limone
  • 1 bacca di vaniglia

Per l'impanatura

  • 2 uova
  • pangrattato q.b.
  • sale
  • olio di semi di arachide per la frittura

Preparazione

Mettere a sobbollire il latte con la scorza di limone e la vaniglia in un pentolino, spegnere la fiamma e coprire. Sbattere i tuorli in un piatto a parte e mescolarli a maizena e zucchero, con una forchetta, per agevolare l'operazione si può aggiungere un mestolo del latte prelevato dal pentolino.

Quando il composto sarà ben amalgamato versarlo nel latte caldo, rimettere sul fuoco e mescolare energicamente con la frusta per evitare la formazione di grumi, quando addensa spegnere la fiamma.

Successivamente trasferire la crema su una spianatoia o su un vassoio formando un rettangolo di 2-3 cm di spessore. Coprire con la pellicola a contatto, lasciarla raffreddare e tenerla in frigorifero per un paio d'ore.

Una volta solidificata, tagliare la crema a cubetti o a rombi, a piacere, e ripassare ogni cremino prima nell'uovo, poi nel pangrattato. Il pangrattato andrà salato: il contrasto dolce/salato è fondamentale nella crema fritta. Friggere i cremini per un minuto in abbondante olio a 180 gradi, quindi stenderli su carta assorbente e spolverarli di sale o zucchero a velo a seconda che li si voglia salati o dolci.

Volendo si possono congelare e friggere direttamente da congelati: in questo caso occorrono 2 minuti, sempre a 180 gradi.

Informazioni nutrizionali per cremino

 

Energia

84 kcal - 351 KJoule

 

Proteine ad alto VB 

2 g

Proteine

3 g - 12%

Carboidrati

5 g - 23%

Grassi

6 g - 64%

di cui

 

saturi

1.9 g

monoinsaturi

1.8 g

polinsaturi

1.8 g

Fibre

0 g

Colesterolo

125 mg

Sodio

16 mg

 

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina

Strangozzi alla spoletina - Ricetta umbra

Gli strangozzi sono un formato di pasta di origine umbra, di preparazione molto semplice visto che, di fatto, sono una semplice pasta al pomodoro.

Cinnamon rolls - Ricetta originale svedese

Cinnamon rolls, i rotoli alla cannella originali svedesi, diffusi in tutto il Nord Europa e anche in America: scopriamo la ricetta e tutti i segreti per prepararli.

Frittata dolce di mele alla cannella (ricetta light)

In questo articolo ti proponiamo la frittata dolce di mele alla cannella, che si può preparare tutto l'anno.

Zuppa inglese - Ricetta con savoiardi o pan di Spagna

La zuppa inglese, nata probabilmente durante l'epoca elisabettiana, è un dolce al cucchiaio a base di crema pasticcera e crema al cioccolato, aromatizzata con Alchermes.

 

Pulled pork (maiale sfilacciato) al forno

Pulled pork: una tecnica di cottura al barbeque della spalla di maiale, qui proposta in versione casalinga con il capocollo, a cottura lenta in forno.

Salsa Senape al Miele - Ricetta con limone o aceto

Una delle varianti più classiche della senape è la senape al miele, una salsa molto accattivante che abbina l'acidità della senape alla dolcezza del miele.

Ziti lardiati - Ricetta

Ziti lardiati: la ricetta tradizionale campana preparata con lardo stagionato e pomodorini del Vesuvio, e la tipica pasta simile ai bucatini.

Bucatini (o meglio spaghetti) all'amatriciana

I bucatini (o meglio spaghetti) all'amatriciana, la pasta con pomodoro e guanciale (e senza cipolla nella versione tradizionale) che viene da Amatrice.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.