Statistiche alimentazione

Riporto dal sito del Corriere i risultati di uno studio dell'Istituto superiore di sanità sulle abitudini e stili di vita degli italiani. Secondo questo studio l'unica categoria che mangia in modo corretto sono le casalinghe del sud.

 

 

Seguono gli operai, i manager, gli anziani e i giovani, tutti con qualche pecca nella propria alimentazione.

"I manager, schiavi del pranzo fuori casa e di panini troppo imbottiti. Gli operai che si devono accontentare della mensa e ignorano la prima colazione. Un altro gruppo è formato dagli anziani che non possono permettersi menù bilanciati per questioni di reddito. Infine, i giovani studenti: ricche colazioni, troppi cibi grassi, ma compensano con lo sport."

Mi chiedo: qual'è il primo indicatore di una dieta corretta?

Il mantenimento del peso forma, lo sanno tutti.

Vado a vedere le statistiche, e scopro che al sud una donna su tre è obesa (una incidenza pari a circa il doppio rispetto alla media nazionale), e che le persone con più elevato grado di istruzione (i manager?) sono mediamente meno soggette al problema del sovrappeso e dell'obesità.

Evidentemente c'è qualcosa che non torna...

Obesity

È interessante allora chiedersi perché secondo questa statistica le casalinghe del sud mangiano bene.

Probabilmente perché la loro è una classica dieta mediterranea: tanto pane e pasta, alimenti semplici, frutta e verdura. Gli intervistatori, cioè, non hanno chiesto: lei è in forma? Ma solo: lei cosa mangia?

Credo che questa statistica, più che dimostrare che le casalinghe del sud mangiano bene, dimostra che la dieta mediterranea non funziona così bene come vogliono farci credere... Una alimentazione sana non la si valuta a seconda dei "cibi preferiti", ma prima di tutto dalla quantità di calorie ingerite, che deve rispettare il fabbisogno calorico senza superarlo.

 

 

Chiudo con la chicca di Cannella: "Gli italiani non mangiano tanto male. Rispetto agli europei possono scegliere prodotti sani. E non demonizziamo il panino. Va bene anche quello con il salame, ma poi a cena bisogna contenersi".

Chissà se Cannella considera il "mangiare male" in termini di gusto o di salute. Spero che sia la prima ipotesi, perché gli italiani sono il popolo più obeso di Europa dopo i tedeschi, evidentemente non mangiano poi così bene...

 

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione

Smen (burro fermentato)

Lo smen è il burro salato e fermentato tipico della cucina mediorientale e magrebina. È un prodotto affine al ghee indiano e al niter kibbeh della cucina etiope.

Riso venere: un riso tutto italiano, esclusiva Scotti dal 2021

Il riso venere: un particolare tipo di riso dal chicco nero di origine asiatica ma coltivato anche in Italia.

Fecola di patate: a cosa serve, sostituti e caratteristiche

La fecola di patate viene usata per ricette dolci e salate anche in campo industriale, apprezzata per le sue proprietà addensanti.

Amido di mais o maizena: ricette e proprietà

L'amido di mais, o maizena, viene usato come addensante in diversi prodotti alimentari, ma anche come ingrediente di altri prodotti non alimentari.

 

Amido - Cos'è - Struttura - Tipologie

L'amido si estrae da mais, patate, riso, tapioca e frumento ed è un polisaccaride.

Alimenti ricchi di grassi "buoni"

i grassi buoni sono quelli vegetali e quelli del pesce. Ma è davvero così? In realtà a volte anche i grassi buoni possono diventare cattivi.

Grassi saturi e grassi vegetali

I grassi saturi: dove sono contenuti e perché non vanno demonizzati.

Pesca sostenibile - MSC, Friend of the Sea - Davvero sostenibili?

La pesca sostenibile: il moderno concetto di pesca, per tutelare la salute del mare e delle risorse ittiche.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.