La dieta del sondino senza sondino

La dieta del sondino è un metodo che si basa sulla Nutrizione Enterale Chetogena (NEC), un metodo di nutrizione artificiale che utilizza un sondino nasale per immettere nell'apparato digerente le sostanze nutritive. Ne abbiamo parlato in modo specifico nell'articolo sulla dieta del sondino, in questo articolo parliamo invece di una dieta che sta sfruttando come mezzo di promozione la discreta notorietà che ha raggiunto la dieta del sondino. Questa dieta è stata chiamata dai suoi ideatori "la dieta del sondino senza sondino".

Come funziona la dieta del sondino senza sondino

Non c'è molto da dire su questa dieta, visto che di nuovo non c'è nulla, è tutto basato sul marketing e sull'ignoranza della maggior parte delle persone, che pensa che queste proposte siano "nuove" quando in realtà la dieta chetogenica è stata ideata nel secolo scorso!

La dieta del sondino si basa sull'introduzione, tramite un sondino, di una miscela costituita prevalentemente da proteine, che porta l'organismo in uno stato chiamato chetosi. Per i dettagli rimandiamo all'articolo sulle diete chetogeniche. Nella dieta del sondino senza sondino, questa miscela non è somministrata per via passiva, tramite il sondino nasale, ma il soggetto deve bere attivamente, a intervalli regolari durante la giornata, questa miscela formata da integratori composti prevalentemente da proteine. Chi propone questa dieta ha addirittura coniato una sigla (NOP, Nutrizione Orale Proteica) per aumentare le analogie con la dieta del sondino che utilizza l'acronimo NEC (Nutrizione Enterale Chetogenica).

Dieta del sondino senza sondino

Il trattamento varia a seconda delle proposte, in genere dura 10 giorni (come la dieta del sondino), durante i quali viene promessa una perdita di peso pari all'1% del proprio peso corporeo al giorno. Questo significa che un soggetto di 90 kg può perdere 9 kg in 10 giorni, segue una fase di mantenimento di altri 10 giorni, con una dieta proposta da un nutrizionista.

Analisi critica

La dieta del sondino senza sondino è una dieta chetogenica, e ha i problemi di tutte le diete chetogeniche, dunque rimandiamo all'articolo per l'analisi di tali problematiche. Premesso che sconsigliamo decisamente l'utilizzo di tale strategia per dimagrire (vedi il seguito dell'articolo per capire perché), riteniamo che la dieta del sondino sia da riservare a casi davvero particolari, mentre questo tipo di dieta, senza sondino, sia da preferire perché socialmente più tollerabile (non bisogna andare in giro con un sondino infilato nel naso). Bisogna però rispettare i tempi e le modalità di assunzione dei beveroni proteici (se non si ha la volontà nemmeno per fare quello siamo messi malino...).

 

 

In questa sede mi limito a sottolineare, per l'ennesima volta, che il problema delle diete non è quello di perdere peso: tutti coloro che si sono messi a dieta hanno perso peso, il fallimento è causato SEMPRE dal fatto che poi i kg si riprendono nel giro di più o meno breve tempo. Pensateci bene: se non avete la volontà per mettervi a dieta seriamente, per seguire un piano alimentare equilibrato e sensato dal punto di vista nutrizionale, in grado di farvi dimagrire senza rischi né effetti collaterali, come pensate di poter riuscire a mantenere il peso perduto dopo la dieta, compito che è molto (ripeto, molto) più difficile rispetto a perdere peso? Perché una cosa è certa: per mantenere il peso non esistono "scorciatoie", bisogna imparare a gestire il proprio rapporto col cibo in modo equilibrato.

La dieta del sondino senza sondino non insegna di certo questo, dunque la percentuale di fallimento rimane altissima, come nella maggior parte delle diete.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Ricotta di vacca, pecora e capra - Calorie della ricotta

Ricotta di vacca, pecora e capra: non è propriamente un formaggio, poiché viene ricavata dal siero, un prodotto di scarto.


Vitamina B9 (acido folico)

La vitamina B9 o acido folico è fondamentale nella sintesi di aminoacidi, una sua carenza è particolarmente rischiosa in gravidanza.


Vitamina B6 (piridossina)

La vitamina B6 o piridossina è coinvolta nel metabolismo di proteine e grassi, la sua integrazione può essere utile per alcune patologie.


Castagne - Castagna e Marroni

Le castagne e i marroni, un frutto atipico molto ricco di carboidrati.

 


Vitamina B5 (acido pantotenico)

La vitamina B5 o acido pantotenico è importante per il metabolismo dei macronutrienti e svolge anche altre importanti funzioni.


Vitamina B3 (niacina)

La vitamina B3 o niacina è importante per la produzione di energia, per il sistema nervoso, lo stomaco e l'intestino.


Vitamina B2 (riboflavina)

La vitamina B2 o riboflavina è coinvolta nel metabolismo energetico, non è dimostrata la sua efficacia per migliorare la salute di unghie, capelli e pelle.


Bacon e pancetta: quali differenze?

Molti utilizzano il termine bacon come sinonimo di pancetta, ma in realtà sono due prodotti diversi. Scopriamone le differenze.