Coltiva il tuo orto e proteggilo dagli ospiti indesiderati

Coltivare da sé gli alimenti significa soprattutto prestare attenzione alla propria salute. In questo articolo scoprirai quanto è importante l'auto-produzione e che tipo di soluzioni puoi adottare per proteggere il tuo orto da ingressi “non desiderati”.

 

 

Non rinunciare al cibo sano: coltivalo da te e proteggi il tuo orto

Vorresti poter coltivare prodotti bio e al tempo stesso evitare che il tuo orto venga distrutto dagli animali selvatici? Il recinto elettrico (come quello di GEMI) è la soluzione per evitare l'invasione della coltivazione da parte di cinghiali, volpi e tanti altri animali selvatici.

Lo sapevi che molti prodotti di cui ci cibiamo sono coltivati secondo metodi di agricoltura intensiva anche molto inquinanti per l'ambiente? La Terra godrebbe di vantaggi enormi se iniziassimo tutti ad impegnarci nell'auto-produzione e nella coltivazione della verdura di stagione anziché comprarla al supermercato.

Avere un orto significa soprattutto stare dalla parte della biodiversità e della natura. Prendersi cura di una piccola oasi felice amica dell'ambiente e pronta a regalarci tanti prodotti buonissimi, colorati e profumati significa anche coltivare il nostro animo e la nostra serenità.

Recinto elettrificato orto

Quali altri buoni motivi servono per creare un proprio orto biologico nel quale piantare frutta e verdura? I prodotti che derivano da agricoltura biologica, come frutta e verdura, sono coltivati senza utilizzare i prodotti chimici di sintesi come i pesticidi, gli insetticidi, i diserbanti e tanti altri. Sono invece concimati con fertilizzanti naturali: gli scarti agricoli con cui si fanno dei compost, o il letame, ottimo fertilizzante naturale.

Dunque sono prodotti assolutamente salutari e senza sostanze nocive per la salute. Un sogno, vero? Ormai con le grandi catene di supermercati e di distribuzione, comprare un prodotto che sia al 100% biologico è un'impresa alquanto difficile. Molte persone scelgono perciò di auto-produrre ciò che portano in tavola, ottenendo grossi vantaggi sia dal punto di vista fisico che mentale.

 

 

Numerosi studi scientifici dimostrano che prendersi cura di un orto e veder crescere i prodotti della terra, così come anche fare giardinaggio, sono tutte attività che apportano moltissimi benefici sia alla psiche che al corpo. Per la realizzazione di un orto c'è bisogno di pazienza e lavoro costante, ma l'impegno e gli sforzi saranno ripagati con deliziosi frutti e  gustose verdure da portare in tavola, per nutrirsi in modo più sano. Inoltre, imparare le tecniche di coltivazione della terra può costituire anche un utile strumento di accesso al mondo produttivo per chi vuole cimentarsi con una vera e propria attività lavorativa. Da che parte cominciare?

Chi ha a disposizione un terreno per farsi l'orto non sa quanto sia fortunato! Ma anche chi vive in un appartamento può sfruttare un balcone, dove porre alcuni vasi, o cercare uno spazio destinato dall'amministrazione locale ad orto urbano (molte amministrazioni locali sono sensibili al tema Green e spesso mettono a disposizione dei cittadini giardini e orti da coltivare).

Per fare un orto ad hoc, anzitutto è importante individuare una zona adatta, arieggiata ma non ventosa, e pianificare bene gli spazi in funzione di alcuni fattori come ad esempio la grandezza dell'appezzamento, la forma prescelta, la quantità di raccolto che si desidera ottenere, la numerosità delle persone da ‘sfamare'. La terra, una volta liberata dalle erbacce, dovrà essere fertilizzata con letame o compost, vangata per pochi centimetri e sbriciolata per impedire la formazione di crosta.

Il recinto elettrificato: come sceglierlo

 

 

Ricordatevi di recintare il recinto per delimitarlo da altre parti del giardino per limitare l'accesso ad animali estranei. Realizzare un orto senza alcuna protezione è rischioso per sé stessi e per gli altri, ma anche per il raccolto! Le incursioni di animali selvatici in prossimità di zone abitate o suburbane sono ormai una costante nelle notizie di cronaca, sia per i danni che causano alle colture che per questioni di igiene dell'ambiente urbano. I cambiamenti climatici, la chiusura delle attività per la pandemia, la diminuzione dell'attività venatoria, ma anche l'istinto di spostarsi verso luoghi dove è più facile trovare cibo spingono, ormai, moltissimi animali selvatici ad avvicinarsi sempre più all'uomo. Se con alcune specie questa convivenza può avvenire senza particolari problemi, in molti casi però è necessario correre ai ripari, per proteggere le colture e per la propria sicurezza personale. Un'ottima soluzione per proteggere il tuo orto è il recinto elettrico, come quello di GEMI elettronica che è una delle aziende leader del mercato. Il recinto funziona in pochi e semplici passaggi:  gli impulsi elettrici, a cadenza regolare, creati dall'elettrificatore generano tensione tra il filo della recinzione e il terreno producendo così una fastidiosa scossa che funge da deterrente ad oltrepassare la zona delimitata. La tensione non è così alta da costituire un pericolo, ma funge solo da fastidioso deterrente a non oltrepassare la recinzione: la scossa viene avvertita solo se ci si entra in contatto diretto, ovviamente nessun animale sarà ucciso o proverà dolore. L'intera attrezzatura (elettrificatore, isolatori,ecc.) è prodotta in base alla normativa italiana ed europea che definisce i valori ammessi al fine di tutelare la salute di persone e animali.

Installare un kit (o alcune delle parti come l'elettrificatore o il filo conduttore) comporta una serie di vantaggi connessi all'acquisto diretto presso la fabbrica produttrice. È molto importante, se vuoi conoscere le caratteristiche del prodotto o se dovessi aver bisogno di consigli su come installarlo e utilizzarlo, disporre di una efficiente customer care assistant, che consenta di telefonare o gestire via mail la comunicazione con degli operatori specializzati; così come avere la possibilità di testare i prodotti e poi, eventualmente, renderli senza la necessità di fornire informazioni per ottenere un rimborso completo.

Dunque, dopo aver letto tutte questa informazioni, pensi sia ancora conveniente acquistare la frutta da grandi marchi e/o rivenditori? Con un piccolo investimento per il recinto e un po' di pazienza, dedizione e amore riuscirai a mangiare bene e anche tanto!

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione

Polli allevati a terra o all'aperto: quali sono le differenze?

L'allevamento dei polli a terra o all'aperto presenta notevoli differenze, sia per quanto riguarda le modalità, sia per la salubrità degli alimenti prodotti.

Meduse in cucina

Le meduse in cucina: una novità per noi Occidentali, entrate a far parte dell'elenco dei "novel foods", ma una tradizione in Asia.

Fitoplancton come alimento

Il fitoplancton marino: l'alimento del futuro, il cibo che più sta destando curiosità tra i grandi chef.

Dieta per le gengive infiammate

La dieta per le gengive infiammate consiste in cibi e nutrienti che possono prevenire e rallentare l'infiammazione, bisogna inoltre evitare alcuni alimenti.

 

Caffè espresso

Caffè espresso: la preparazione del classico caffè italiano con la macchina da caffè espresso

Storia del caffè in Italia: tra leggenda e reali innovazioni

Il caffè è diventato simbolo di un'abitudine tutta italiana ma la sua origine è in Oriente. Nel corso del tempo è diventato simbolo di socialità ma la sua diffusione ha avuto ostacoli.

Riso

Il riso è il cereale più diffuso al mondo e originario dell'Asia.

Mindful eating: alimentarsi in ottica mindfulness

Negli ultimi anni si è assistito a un crescente interesse per mindfulness, una pratica che sarebbe alquanto riduttivo definire in poche parole.