Digestione e assorbimento delle proteine

Come abbiamo visto nell'articolo sulle proteine, esse servono principalmente come fonte di amminoacidi, che l'organismo si serve per produrre le proprie proteine.

 

 

La digestione delle proteine è quindi finalizzata allo smembramento delle proteine alimentari in amminoacidi semplici. Questo avviene tramite un'idrolisi sempre più spinta da parte di enzimi digestivi che spezzano i legami peptidici iniziando dal mezzo e dalle estremità della catena. Gli amminoacidi che via via si liberano vengono poi assorbiti dalla mucosa intestinale e portati al fegato.

La digestione delle proteine inizia nello stomaco ad opera della pepsina, che attacca le catene dall'interno riducendole in frammenti e facilitando così la successiva azione degli altri enzimi. Anche l'acido cloridrico ha un ruolo importante, poiché attiva la pepsina, rende possibile la sua azione abbassando il pH, e denatura le proteine scoprendo i legami peptidici che possono così essere attaccati.

La fase successiva avviene nel duodeno ad opera delle peptidasi pancreatiche, enzimi, che spezzano ulteriormente i peptidi. L'idrolisi finale dei peptidi in amminoacidi avviene tramite altri enzimi, le amminopeptidasi.

Gli amminoacidi giungono così al fegato, l'organo che regola il loro metabolismo, ovvero:

  • la distribuzione degli amminoacidi a tutti i tessuti;
  • la sintesi di proteine plasmatiche e di quelle utili alla stesse cellule del fegato;
  • la sintesi di amminoacidi non essenziali;
  • la degradazione degli amminoacidi in eccesso o provenienti dal catabolismo delle proteine muscolari.

 

 

Gli amminoacidi non vengono utilizzati in toto per costruire nuove proteine, ma una certa quantità viene demolita per produrre glucosio tramite la gluconeogenesi, glucosio che verrà utilizzato per produrre energia oppure trasformato in grassi ed immagazzinato nel tessuto adiposo.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Popcorn: storia, preparazione, calorie

Popcorn: la storia, la chimica, le calorie, i segreti per cucinarli. Perché sono adatti a una dieta ipocalorica?


Dieta per le gengive infiammate

La dieta per le gengive infiammate consiste in cibi e nutrienti che possono prevenire e rallentare l'infiammazione, bisogna inoltre evitare alcuni alimenti.


Acqua gassata: fa male?

L'acqua gassata non ha controindicazioni se non per particolari condizioni patologiche.


Pizza con ananas: gusto, ricetta e variante gourmet

La pizza all'ananas è una variante nata in Canada ma molto diffusa in America. Il gusto è soggettivo: molti la apprezzano, altri la ritengono inaccettabile.

 


Polli allevati a terra o all'aperto: quali sono le differenze?

L'allevamento dei polli a terra o all'aperto presenta notevoli differenze, sia per quanto riguarda le modalità, sia per la salubrità degli alimenti prodotti.


Acqua ricca di magnesio: quali bere e perchè

L’acqua ricca di magnesio è in genere medio-minerale effervescente naturale, consigliata in diverse situazioni non solo patologiche.


Acqua ricca di potassio: davvero necessaria?

L’acqua ricca di potassio è in realtà spesso una mossa sola pubblicitaria, in quanto le quantità di minerale presente sono esigue rispetto al fabbisogno quotidiano.


Acqua effervescente naturale: cos’è, vantaggi e controindicazioni

L’acqua effervescente naturale è un'acqua naturalmente frizzante già dalla sorgente che ha vantaggi e controindicazioni nel suo utilizzo.