Attrezzatura da sci

TUTTI GLI ARTICOLI DEL SITO SUL TEMA "ATTREZZATURA" >>

Lo sci è uno sport in cui l'attrezzatura è molto importante.

 

 

Possiamo dividere l'argomento in due parti da trattare separatamente: l'abbigliamento e l'attrezzatura da sci vera e propria cioè gli sci, gli scarponi e le racchette (o bastoncini).

L'abbigliamento nello sci

In qualunque sport l'abbigliamento deve soddisfare il compito (a volte arduo) di farci svolgere l'attività in questione nel massimo comfort possibile.

Lo sci e lo snowboard sono sport che si praticano in montagna e durante i mesi più freddi, dunque l'abbigliamento deve soprattutto proteggere dal freddo, ma anche consentirci una sufficiente libertà di movimento e, particolare a volte trascurato, consentirci di essere aerodinamici in base alla velocità media durante la sciata.

Trattiamo l'argomento in un articolo specifico sull'abbigliamento da sci.

L'attrezzatura per lo sci

Attrezzatura da sci

L'attrezzatura da sci è composta da:

  • sci e attacchi;
  • scarponi;
  • racchette.

Gli sci rappresentano la scelta più critica nell'attrezzatura per sciare. Devono essere scelti in modo appropriato, soprattutto dopo l'avvento degli sci sciancrati (i carving). Questi sci, infatti, sono molto più tecnici e specifici rispetto agli sci di 15 anni fa: un errore nella scelta dello sci la si può pagare cara in termini di prestazioni e divertimento in pista.

Ci sono persone dotate di una tecnica approssimativa che acquistano sci molto tecnici senza saperli sfruttare: questi soggetti si divertirebbero molto di più con degli sci più facili, che potrebbero sfruttare al massimo.

 

 

Per scegliere lo sci adatto rimando all'articolo sulla scelta degli sci.

Gli scarponi sono una componente importantissima dell'attrezzatura da sci. Sbagliare scarpone può significare avere a che fare con dolori più o meno fastidiosi durante la sciata, soprattutto per gli sciatori inesperti che devono ancora fare "il callo" abituandosi a calzare gli scarponi da sci per tante ore. Abbiamo dedicato un articolo specifico anche agli scarponi da sci.

Le racchette o bastoncini sono la componente dell'attrezzatura da sci più semplice da scegliere. Tenendole in mano dalla posizione eretta, con le scarpe ai piedi, gomito lungo il corpo e bastoncini puntati avanti, devono avere un'altezza tale da formare un angolo retto tra il braccio e l'avambraccio.

 

 

Esistono anche delle formule per calcolare la lunghezza di massima del bastoncino, per esempio l'altezza - 50 cm oppure il 70% dell'altezza.

Gli sciatori che sanno sfruttare bene gli sci moderni, soprattutto se prediligono le curve ampie, in genere si trovano meglio con racchette più corte di 5 cm rispetto alla lunghezza ideale, perché in ciurva si raggiungono inclinazioni maggiori e le racchette in queste situazioni strisciano sulla neve e possono essere d'impaccio se troppo lunghe.

L'allacciatura deve essere confortevole, non troppo larga né troppo stretta, personalmente preferisco quella tradizionale, con il classico lacciuolo. Negli ultimi anni stanno uscendo diverse attrezzature innovative che consentono uno sganciamento facilitato del bastoncino. Alcune di queste sono state utilizzate in coppa del mondo, a volte con scarsi risultati (slacciamenti accidentali durante le discese). Probabilmente questi sistemi diventeranno la norma tra qualche anno, quando diventeranno affidabili ed economici.

Abbigliamento da sci: tuta, giacca a vento, pantaloni, guanti

Lo sci viene praticato in un ambiente estremo e quindi la scelta dell'abbigliamento è molto importante per sciare senza subire il disagio del clima avverso. Il problema maggiore che si presenta in montagna è il freddo, la cui tolleranza varia parecchio da soggetto a soggetto: ognuno deve quindi adattare l'abbigliamento alle proprie caratteristiche ...

 

Casco da sci e altre protezioni

Il casco da sci è obbligatorio dal 2005 per tutti i ragazzi di età inferiore ai 14 anni. La diffusione del casco per i ragazzi ha fatto sì che molti adulti lo provassero e oggi tantissime persone lo indossano anche se è facoltativo. Il motivo di questo successo è semplice: oltre a garantire una maggiore sicurezza, ...

 

Come scegliere gli sci: evitate i top di gamma!

La scelta dello sci è diventata particolarmente critica con l'avvento delle sciancrature. Mai come oggi, infatti, una scelta sbagliata può influire sul divertimento dello sciatore. Lo sci va scelto in base alla propria abilità e al proprio stile. Prima di iniziare il nostro viaggio nel mondo degli sci che offre il mercato, bisogna ...

 

Freddo ai piedi nello sci: cosa fare?

Il freddo ai piedi nello sci è uno dei fastidi peggiori, probabilmente il peggiore di tutti. Infatti, mentre il freddo al corpo si può facilmente risolvere vestendosi in modo più pesante; il freddo alle mani si può risolvere mettendo le mani al caldo durante le risalite (in tasca, sotto le ascelle... o semplicemente su un termosifone); il freddo ai piedi...

 

Freddo alle mani nello sci

Il freddo alle mani è la bestia nera di molti sciatori, e spesso sta a braccetto col freddo ai piedi, che è anche peggio e di cui abbiamo già parlato in un articolo specifico (il freddo ai piedi nello sci). La resistenza al freddo di mani e piedi è un fattore soggettivo, che dipende probabilmente da fattori che riguardano la circolazione del sangue...

 

Manutenzione degli sci fai da te: conviene farsi lamine e sciolina?

Chi pratica lo sci per 25-30 giorni all'anno (o più) può già ritenersi un grande appassionato che scia un numero di giorni molto superiore alla media. Visto che si scia per così pochi giorni ogni anno, è fondamentale farlo con un'attrezzatura ben preparata...

 

Scarponi da sci riscaldati

Gli scarponi da sci possono essere riscaldati attraverso differenti sistemi di riscaldamento, che tratteremo in questo articolo cercando di capire quale sia il migliore per noi. Il freddo ai piedi nello sci è uno dei problemi più fastidiosi in assoluto. Sciare con i piedi ghiacciati può essere poco più che fastidioso per alcuni, ma può diventare...

 

Scarponi da sci: una scelta critica (a partire dal numero)

Gli scarponi da sci sono molto importanti per due motivi: garantire un buon comfort durante la sciata e garantire la massima sensibilità durante la sciata. Gli scarponi da sci sono composti da un guscio di materiale plastico che arriva fino a poco più di metà polpaccio. È la parte più rigida dello scarpone, quella ...

 

Scegliere la lunghezza dello sci: l'altezza non conta!

La scelta della lunghezza dello sci è ritenuta da molti quasi più critica e determinante rispetto alla scelta del modello dello sci. Ne avevo già parlato nell'articolo sulla scelta dello sci, tuttavia ho notato che girano nozioni molto discordanti sul tema e quindi ho deciso di trattarlo in modo approfondito in questo articolo, dove mi...

 

Sci e scarponi da donna

Fino a qualche anno fa gli sci da donna erano identici agli sci da uomo, ma serigrafati in modo diverso e magari chiamati con un nome accattivante per il sesso femminile. Oggi gli sci da donna sono costruiti in modo più specifico per adattarsi alla fisiologia delle donne e sono tecnicamente più validi e performanti. Ci sono sci per ogni ...

 

Sci: gli attacchi

Gli attacchi sono i meccanismi che collegano gli scarponi agli sci. Un tempo erano costituiti da semplici cinghie e lacci di cuoio che non consentivano il distacco dello sci durante la caduta. Con la nascita degli attacchi di sicurezza, dotati di molle che consentono lo sganciamento dell'attacco dallo scarpone, il rischio di infortuni alle gambe è ...

 

Sciolina e lamine: la manutenzione degli sci (soletta, angolo di tuning, angolo del fianco)

Gli sci devono essere periodicamente sottoposti a manutenzione per mantenere le caratteristiche di scorrevolezza (garantita dalla soletta, il fondo degli sci) e di tenuta anche sui fondi duri (garantita dalle lamine). La soletta è la base dello sci. Durante una gara di coppa del mondo la soletta può raggiungere, a causa degli attriti, ...

 

 

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Sport

10 buoni motivi per incominciare a correre

10 buoni motivi per incominciare a correre: scopri i benefici della corsa, e come iniziare senza fare errori.

Perché il powerbuilding (oggi) è peggio del bodybuilding

Il powerbuilding è la disciplina che unisce il powerlifting al bodybuilding ma in realtà per come è declinato oggi, prende il peggio delle due discipline.

Corsa in acqua (pool running) ovvero come complicarsi la vita inutilmente

Corsa in acqua o pool running: bene per la riabilitazione o per chi sta imparando a nuotare, ma i vantaggi finiscono sostanzialmente qui.

Come nuotare per dimagrire

Come e quanto nuotare per dimagrire: quante volte a settimana, l'intensità, le calorie consumate.

 

Come aumentare la massa muscolare: BULKING o MAINGAINING?

Per aumentare la massa muscolare siamo sicuri che occorrano continue fasi di massa e definizione? Scopriamo una nuova teoria: il maingaining.

Quale alimentazione per la massa muscolare?

Alimentarsi in modo corretto è ovviamente fondamentale in tutti gli sport e anche per chi vuole costruire massa muscolare, ma troppo spesso è un aspetto sopravvalutato...

Multifrequenza o monofrequenza: quante volte allenare ogni muscolo a settimana?

La frequenza di allenamento di ciascun gruppo muscolare è ancora oggetto di dibattito e rimangono ancora da chiarire diverse cose in merito.

Immersioni in acqua fredda dopo l’allenamento: servono davvero?

I bagni in acqua fredda sono proposti per il recupero muscolare dopo l’allenamento, ma in realtà non è ancora nota l’esatta metodologia per averne una reale efficacia.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.