La dieta per i diverticoli

I diverticoli sono delle piccole sacche estroflesse che si formano nel tratto digestivo, soprattutto nell'ultimo tratto del colon (sigma).

 

 

La loro presenza è chiamata diverticolosi e interessa più del 50% della popolazione oltre i 60 anni di età, quando i diverticoli si infiammano si parla di diverticolite.

Quando si parla di dieta per i diverticoli, bisogna differenziare la dieta per la diverticolosi, cioè la dieta in presenza di diverticoli, dalla dieta per la diverticolite, cioè la dieta in presenza di diverticoli infiammati.

Dieta per la diverticolosi

Come abbiamo visto in modo approfondito nell'articolo sulla diverticolosi, i diverticoli sono presenti nella maggior parte delle persone dopo una certa età, questo già ci dovrebbe far intuire che la dieta per la diverticolosi non è una dieta particolare ma è una semplice dieta equilibrata che ci consente di mantenere il peso forma. La presenza di diverticoli asintomatici può essere rilevata durante la colonscopia di routine che è bene fare dopo i 50 anni, per prevenire la comparsa di tumore al colon.

Dieta per i diverticoli

Una dieta ricca di fibre è consigliabile, anche se una dieta che consenta di mantenere il peso forma in genere è ricca di verdura e frutta che consentono agevolmente di raggiungere i 15-20 g di fibra per ogni 1000 kcal consigliati dall'OMS.

Dieta per la diverticolite

In presenza di diverticolite, cioè quando i diverticoli si infiammano generando fastidiosi sintomi, occorre prendere dei provvedimenti modificando la dieta e utilizzando all'occorrenza anche i farmaci.

Stranamente la dieta per la diverticolosi è l'opposto di quella per la diverticolite: infatti durante la comparsa dei sintomi è bene diminuire l'apporto di fibre per "calmare" il colon finché l'infiammazione non è cessata. Una volta che i sintomi della diverticolite sono scomparsi, la dieta deve essere leggermente più specifica rispetto ai casi asintomatici di diverticolosi: bisognerà aumentare l'apporto di fibre consumando regolarmente cereali integrali e seguire una dieta più controllata evitando le abbuffate e limitando il consumo di carne e di cibi elaborati che tendono a transitare lentamente nell'intestino.

 

 

Ultimi articoli sezione: Dieta

Quante calorie tagliare per perdere un kg di grasso?

Quante calorie bisogna tagliare per dimagrire un kg? Molti pensano siano 7000, alcuni dicono 9000, in realtà potrebbero essere molte di più!

Fortunati o sfortunati? Quanto contano le calorie

Quanto contano le calorie nella variazione del peso? Proviamo a rispondere esaustivamente.

Integrale o raffinato?

Alimenti integrali e raffinati: i cibi integrali sono davvero migliori dei cibi raffinati?

BUFALE sulla PASTA AL DENTE (che NON fa dimagrire)

La pasta al dente ha un indice glicemico basso e quindi fa dimagrire, la pasta scotta fa ingrassare. Ma siamo davvero sicuri?

 

Pasta e carboidrati la sera: si possono mangiare?

Per anni si è creduto che fosse opportuno evitare di consumare carboidrati la sera, oggi sembra che la pasta la sera faccia addirittura dimagrire.

La pasta in bianco fa ingrassare?

La pasta in bianco fa ingrassare o dimagrire? Scopri perché mangiarla durante una dieta dimagrante, o di mantenimento, potrebbe avere davvero poco senso.

La pasta fa ingrassare?

La pasta fa ingrassare? Dipende dal sugo... Ma non dalle calorie o dai grassi, quanto dalla densità calorica.

Colazione proteica | Ricette | È necessaria per dimagrire?

La colazione proteica, dolce e salata, ricette ed esempi. È necessaria per dimagrire? E per la massa muscolare?

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.