La dieta per l'abbronzatura

L'estate si avvicina e i fanatici dell'abbronzatura iniziano a cercare ogni metodo per diventare più abbronzati e più a lungo.

Prima di prendere in considerazione gli eventuali effetti della dieta abbronzante dobbiamo dire una cosa fondamentale: il sole aumenta la probabilità di cancro alla pelle e sicuramente causa l'invecchiamento precoce della pelle.

 

 

Dunque, ritengo che l'abbronzatura a scopo estetico, oltre ad essere una perdita di tempo, è sicuramente il modo migliore per avere una brutta pelle in età avanzata e di aumentare il rischio di contrarre un tumore alla pelle.

Dieta abbronzante: mito o realtà?

Dieta abbronzante

In genere quando si parla di dieta abbronzante i consigli sono di mangiare molta frutta e verdura, di evitare gli alcolici, di evitare abbuffate e cibi troppo pesanti. Questi consigli francamente con l'abbronzatura c'entrano poco o nulla e sono indicazioni valide sempre e per chiunque, insomma chi segue una dieta sana segue una dieta del genere tutto l'anno.

Il consiglio di aumentare l'assunzione di alimenti ricchi di carotenoidi o addirittura di assumere integratori è l'unico specifico per l'abbronzatura in quanto i carotenoidi aumenterebbero la produzione di melanina, un pigmento prodotto dalla pelle in seguito all'esposizione ai raggi solari. Purtroppo però non esiste un legame tra l'assunzione di betacarotene e l'aumento della produzione di melanina, dunque la dieta per favorire l'abbronzatura non esiste. Una corretta idratazione e l'assunzione con la dieta o gli integratori di vitamine antiossidanti (C ed E) sono pratiche che proteggono dai danni del sole ma francamente, piuttosto che curare il danno indotto dal sole con la dieta, esiste un modo molto più semplice: astenersi dalla tintarella o utilizzare creme molto protettive.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Dieta


La dieta antizanzare: esiste?

In realtà non esiste una vera e propria dieta efficace contro le zanzare. Ci sono alcuni alimenti e bevande, come gli alcolici, che le attirano mentre non ci sono cibi che le respingono.


Cibi ultra-processati: fanno davvero male?

I cibi ultra-processati sono definiti dalla classificazione NOVA che ne sconsiglia il consumo, appoggiata da diversi paesi. Rimane da capire come sostituirli in modo efficace.


Quanta caffeina (e caffè) al giorno?

La quantità di caffeina considerata sicura dipende dalle condizioni patologiche e fisiologiche del soggetto, ma anche dalla tollerabilità individuale.


Gli alimenti trasformati o processati: la classificazione NOVA

I cibi processati o trasformati sono classificati secondo la classificazione NOVA che li distingue in base al tipo di processo di produzione a cui sono sottoposti.

 


Cosa mangiare durante lo sport

Troppi atleti mangiano a sproposito durante gli allenamenti. In realtà dovrebbe mangiare solo chi fa allenamenti molto lunghi.


La carne rossa è più grassa?

La carne rossa non è più grassa della carne bianca, ma il suo contenuto in grassi e acidi grassi saturi dipende dal taglio di carne preso in considerazione.


Dieta per la salute della prostata

La dieta per la salute della prostata può aiutare a prevenire e coadiuvare le terapie per le principali patologie connesse con la prostata.


Dieta per la salute del pancreas

La dieta corretta può essere importante nella prevenzione ma anche nella cura delle principali patologie connesse con il pancreas, in particolare nelle pancreatiti.