Pane con la milza (pani cà meusa)

Il panino con la milza è una specialità gastronomica tipica della cucina siciliana, o meglio palermitana, reperibile in molti banchetti ambulanti che vanno a comporre il variegato mondo dello street food palermitano. In dialetto il panino con la milza viene detto pani cà meusa o panì cà mievusa, dove cà può essere scritto anche c'a.

 

 

La tradizione sicula del panino con la milza è antichissima, viene fatta risalire all'epoca medievale, durante il Quattrocento, quando alcuni macellai ebrei furono i primi a cucinare le interiora di vitello e a usarle come companatico dentro un panino. Questa tradizione venne ripresa dai palermitani di umili origini dato che le frattaglie sono sempre state un alimento poco costoso, almeno nelle epoche passate. Basti pensare che il fegato, tra le frattaglie la più "nobile" e costosa, non viene mai inserito nel pane con la milza.

Quindi, cosa troviamo dentro un pani c'a meusa?

Meusa significa milza che è l'ingrediente principale, ma assieme ad essa possiamo trovare anche esofago, trachea e polmone di vitello.

 

 

La preparazione del pani c'a meusa

Panino pane milza

A Palermo i paninari, coloro che preparano i panini, sono detti "vastiddari", dato che il tipico panino palermitano, circolare con i semi di sesamo in superficie, è chiamato "vastedda". Coloro che vendono il pane con la milza sono chiamati "meusari", dal momento che cucinano la milza. Quindi, se vi capita di essere in vacanza a Palermo e di voler assaggiare un ottimo panino con la milza, vi basta chiedere in giro dove trovare un buon meusaro o vastiddaro.

In questa pagina potete trovare un interessante elenco dei migliori panini con la milza di Palermo.

 

 

Il procedimento di preparazione è, a grandi linee, sempre lo stesso, questi sono mestieri che si tramandano di generazione in generazione e dove rispettare la tradizione è un obbligo. Nel primo step milza, polmone, trachea ed esofago vengono lessati in acqua bollente per qualche minuto, poi tagliati a fettine sottili e soffritti nello strutto (o sugna). Le fettine così ottenute vengono usate come companatico della vastedda che viene servita rigorosamente calda, avvolta da carta oleata e tovaglioli per non sporcarsi mentre la si gusta in piedi con le mani.

Schetta o maritata?

Ma non finisce qui, il meusaro a questo punto chiede "Schetta o maritata?" riferendosi alla vastedda. Come dire, celibe o sposata? Ossia semplice o condita? 
Nel caso la si scegliesse schetta viene aggiunta solo una spruzzata di succo di limone, mentre se la si preferisce maritata allora alle interiora vengono aggiunti anche il formaggio grattugiato, il tipico caciocavallo stagionato siciliano, e la ricotta fresca di pecora.

I prezzi di un panino con la milza sono veramente irrisori, da 1,50 a 2 €.

 

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina

Gumbo (ricetta della Louisiana)

Il gumbo: una zuppa a base di riso, crostacei, carne e tante spezie tipica della cucina creola.

Baccalà mantecato cremoso (con latte)

Il baccalà mantecato: una ricetta antichissima di origini veneziane. Scopri la ricetta originale e la nostra versione cremosa, con il latte.

Zucca al forno saporita: ricetta, tempo di cottura, calorie

Zucca al forno saporita: quale varietà scegliere, come prepararla e cuocerla, il tempo di cottura, le calorie e valori nutrizionali, le versioni light.

Biscotti occhio di bue (marmellata e cioccolato)

I biscotti occhio di bue sono un grande classico presente in tutte le pasticcerie. Scopriamo la versione con marmellata e cioccolato.

 

French Toast Light da 250 calorie

French toast light con mele e cannella: scopri tutti i segreti per alleggerirlo senza rinunciare al gusto e senza eliminare nessun ingrediente!

Risotto con zucca e salsiccia cremoso - Ricetta

Il risotto con zucca e salsiccia è una delle varianti più richieste del classico risotto con la zucca. Scopriamo come realizzarlo cremoso e saporito.

Pasticciotto pugliese - Storia e ricetta originale

Pasticciotto leccese: la storia e la ricetta originale del dolce tipico pugliese a base di pasta frolla fatta con lo strutto, e crema pasticcera.

Tamago o tamagoyaki (frittata giapponese)

Il tamago o frittata giapponese: strati di omelette arrotolate su loro stesse da mangiare in tutte le occasioni.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.