Lampredotto

Il lampredotto è un piatto povero, tipico della Toscana e in particolare di Firenze, composto da una parte del quinto quarto del bovino, lo stomaco abomaso, che viene bollito e condito con olio ed erbe aromatiche e poi mangiato dentro un panino tipo rosetta.

 

 

Il lampredotto identifica una parte della trippa che è solitamente composta dall'esofago, dai 3 prestomaci (rumine, reticolo e omaso) e dal quarto stomaco, quello ghiandolare vero e proprio detto abomaso. Quest'ultima parte è quella usata per cucinare il lampredotto ed è composta da una parte magra, la gala, e da una parte grassa, la spannocchia.

La gala ha colore violaceo ed è composta da tante creste ondulate, ha un sapore forte e deciso, mentre la spannocchia è di colore rosa pallido ed ha un gusto più delicato.

Il termine "lampredotto" deriva dal nome di un tipo di anguilla, la lampreda, che viveva nelle acque del fiume Arno e che ricorda lo stomaco del bovino sia per la forma (simile a quella della borsa dell'acqua calda) che per il colore violaceo scuro.

Storia e tradizione del lampredotto

Lampredotto

Il lampredotto è un piatto di origine medievale, la sua diffusione ebbe inizio durante il Quattrocento quando a Firenze e in tutta la Toscana nacquero le botteghe dei trippai o lampredottai, cioè di quegli artigiani specializzati nel lavorare le interiora del bovino, nel pulirle, trattarle e poi cucinarle. 

Le strade di Firenze, soprattutto del quartiere antico di San Frediano, erano piene di carretti, baracchini e chioschi su ruote che vendevano ai passanti il panino con il lampredotto, dando origine così ad una rudimentale forma di fast food e street food.
Alcuni ne sono rimasti ancora oggi, non solo a Firenze ma un po' in tutta la Toscana, a tenere alto il baluardo di questa tradizione, facendo del lampredotto un prodotto tipico della regione Toscana con 800 quintali prodotti annualmente, tutelato e valorizzato da associazioni quali Slow Food o Street Food.

Ricette toscane con il lampredotto

 

 

Non è facile trovare lo stomaco abomaso di bovino adulto in vendita. Si può provare a chiederlo al proprio macellaio di fiducia, oppure approfittare una volta che si è in Toscana per mangiare il lampredotto direttamente in loco, oppure per comprarlo là da cucinare una volta tornati a casa.

Il lampredotto toscano e fiorentino si cucina in vari modi, il procedimento iniziale è comunque uguale per tutte le ricette: come ogni trippa va pulito accuratamente, sciacquato bene e poi bollito a lungo (1-3 ore) finchè non diventa morbido.

Quindi il lampredotto si può condire con olio, sale e pepe e mangiare dentro un panino, detto semelle in toscano, di forma rotonda simile alla rosetta, si può abbinare alla salsa verde a base di prezzemolo e ai sottaceti e mangiare come un bollito, o ancora in zimino, cotto in umido con le bietole. Si può anche usare per fare il brodo, assieme a carote, sedano, pomodori e cipolle. Oppure si può cucinare come la trippa, in umido, con pomodoro e servito con una spolverata di parmigiano grattugiato sopra.

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina

Biscotti savoiardi vegan

Savoiardi vegan: un classico biscotto adattato alla variante vegana.

Crema chiboust

La crema chiboust è una base della pasticceria sconosciuta ai non addetti ai lavori, composta da crema pasticcera e meringa italiana.

Stoviglie in legno: lavaggio, vantaggi e divieti

Le stoviglie in legno hanno dei vantaggi anche in termini ecologici, ma bisogna adottare alcune strategie per evitare contaminazione microbica degli alimenti.

Stoviglie in bambù: sono davvero sicure ed ecologiche?

Sebbene siano proposte come alternative ecologiche alle classiche in plastica, le stoviglie in bambù non sono nemmeno così sicure per le salute.

 

Pizza in Teglia Tutta Biga - Alta Idratazione

La pizza in teglia tutta biga, ad alta idratazione (75%): tutti i passaggi di questa pizza un po' complicata, ma dal risultato sorprendente.

Uova alla scabin o cyber egg: storia e ricetta

L'uovo alla scabin è una ricetta ideata dallo chef Davide Scabin che ripropone la perfezione del guscio d'uovo in chiave gourmet.

Polenta cotta al microonde

La polenta cotta al microonde presenta un grande vantaggio rispetto alla polenta istantanea. Scopriamolo insieme.

Le pentole antiaderenti sono cancerogene?

Le pentole antiaderenti sono in genere sicure se utilizzate correttamente, fatte secondo le norme europee e di buona qualità.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.