Andrew Zimmern

Andrew Zimmern è uno chef statunitense e un conduttore televisivo di programmi di successo tra i quali il più famoso è sicuramente "Orrori da gustare", in Italia trasmesso da Discovery Travel & Living.

 

 

Oltre a Bizarre Foods, il titolo inglese di Orrori da gustare (traduzione pessima, a mio avviso), negli USA Zimmern conduce anche Bizarre Foods America con approfondimenti sulla cultura gastronomica dei vari Paesi statunitensi e Andrew Zimmern's Bizarre World. Sono programmi il cui scopo è quello di mostrare con stile documentaristico i piatti e i prodotti più bizzarri, particolari, arditi che si possono trovare in un determinato luogo, un po' come fa anche lo chef Anthony Bourdain con il suo Anthony Bourdain: No Reservations.

La differenza fondamentale tra gli episodi di Zimmern e quelli di Bourdain sta nel fatto che il primo pone più l'accento sull'aspetto culturale e folcloristico dei prodotti consumati, spiegando anche come viene reperito, cacciato o pescato (come fa ad esempio nella puntata sull'Islanda quando segue i cacciatori di pulcinelle di mare).

Zimmern risulta molto simpatico, ha un atteggiamento curioso e ironico nei confronti di tutte le realtà che si trova a mostrare e documentare, inoltre ha creato un leit motiv con cui conclude ogni puntata: "Ricordate, se vi sembra buono, mangiatelo!" che lo caratterizza appieno, dato che lui non si tira indietro di fronte a nulla, neanche allo squalo fermentato o al pudding di sangue.

 

 

La sua bestia nera è però il durian: il frutto tropicale molto apprezzato dai tailandesi, che non riesce proprio a mandar giù: in più di un episodio è stato costretto a sputarlo, nell'incapacità di ingoiarlo a causa dell'aroma che evidentemente non è nelle corde di Andrew!

Un altro programma televisivo condotto da Zimmern è Dining with Death, A pranzo con la morte, dove tratta dei cibi tossici e velenosi che potrebbero causare la morte.

La vita e gli inizi di Andrew Zimmern

Andrew Zimmern

Andrew Zimmern nasce nel 1961 a New York da una famiglia ebraica, ha iniziato a studiare come cuoco all'età di 14 anni alla Dalton School e poi si è diplomato al Vassar College. Lavora in molti ristoranti di New York anche se con un comportamento un po' burrascoso, rimane senza casa e senza lavoro a causa della sua dipendenza da droga e alcool. Dopo un periodo di disintossicazione in Minnesota, negli anni Novanta viene molto apprezzato come executive chef del Café Un Deux Trois di Minneapolis. 

Zimmern lascia però le cucine nel 1997 e inizia a lavorare come scrittore e giornalista ricevendo ampi consensi sia nazionali che internazionali, ha anche tenuto alcune rubriche radiofoniche. In un decennio Zimmern si è fatto conoscere al grande pubblico ed è stato chiamato nel 2006 a condurre la prima edizione di Orrori da gustare, che oggi conta più di 100 episodi.

Ha scritto anche un paio di libri sui suoi viaggi gastronomici non ancora pubblicati, però, in italiano.

Come seguire Andrew Zimmern:

 

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina

Salsa alla vaniglia light - Senza panna e con poche calorie

La salsa alla vaniglia light, senza panna, è la versione leggera della crema inglese alla vaniglia, da concedersi anche se seguiamo un'alimentazione ipocalorica.

Salsa alla vaniglia - Densa e veloce - Ricetta

La salsa alla vaniglia è una ricetta semplice e veloce a base di latte, panna, zucchero, tuorli e, ovviamente, vaniglia.

Biscotti occhio di bue (marmellata e cioccolato)

I biscotti occhio di bue sono un grande classico presente in tutte le pasticcerie. Scopriamo la versione con marmellata e cioccolato.

Peperoni ripieni di riso (vegetariani)

Peperoni ripieni di riso, vegetariani. La preparazione, i trucchi, la ricetta, le calorie e i valori nutrizionali, le possibili varianti.

 

Frittelle di zucchine senza uova - Sofficissime!

In questo articolo vi proponiamo le frittelle di zucchine senza uova, preparate con una particolare pastella lievitata.

Rotolo alla crema di nocciole

Rotolo alla crema di nocciole: una ricetta gustosa e non troppo difficile, preparata con le nocciole tostate e la ricotta.

French Toast Light da 250 calorie

French toast light con mele e cannella: scopri tutti i segreti per alleggerirlo senza rinunciare al gusto e senza eliminare nessun ingrediente!

La cucina Sì

La cucina Sì: in forma senza dire NO a nessun cibo. La cucina moderna che cerca il giusto equilibrio tra salute e gusto.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.