Spezzatino di vitello: NO GRAZIE!

Lo spezzatino di vitello è purtroppo uno dei più gettonati... In questo articolo proverò a convincervi che è meglio non cucinarlo!

 

 

Si parla sempre più spesso del fatto che bisognerebbe mangiare meno carne, per motivi di salute e anche ambientali.

Noi pensiamo che il consumo di carne sia un piacere che possiamo permetterci rimanendo in salute e anche preservando l'ambiente dall'inquinamento eccessivo. L'importante è consumare la carne giusta, nelle giuste quantità.

La carne di vitello nello specifico sarebbe una delle carni da eliminare per prime, al fine di seguire un'alimentazione sana ed etica.

Abbiamo avuto modo di parlare dettagliatamente del perché la carne di vitello sia tra le più rischiose dal punto di vista delle possibili frodi legate all'uso di ormoni. Nell'articolo sulla sicurezza della carne abbiamo anche detto che la carne di vitello, a fronte delle medesime caratteristiche nutrizionali di quella di bovino adulto, ha sicuramente un gusto più piatto e l'unico vantaggio che ha è quello di essere più tenera.

La carne di vitello è un prodotto ottenuto artificiosamente, alimentando in modo innaturale i bovini, privandoli del ferro che renderebbe rossa la carne. Solo in questo modo è possibile ottenere quella carne bianca, tenera e insapore che troviamo sul banco di quasi tutti i punti vendita.

In questo articolo dunque sconsigliamo fortemente l'utilizzo della carne di vitello per lo spezzatino, che consideriamo un'assurdità totale, poiché l'unico vantaggio della carne di vitello, cioè la tenerezza, si può ottenere anche con la carne di vitellone semplicemente scegliendo il taglio giusto e cuocendola un po' di più.

 

 

Perché NON scegliere la carne di vitello?

Spezzatino di vitello

Chi sceglie la carne di vitello lo fa in genere per tre motivi:

  • la tenerezza;
  • la bassa percentuale di grasso;
  • si tratta di carne bianca.

Per quanto riguarda la percentuale di grasso, bisogna dire che in quasi tutte le ricette che troviamo per lo spezzatino di vitello sono presenti grassi aggiunti (spesso olio extravergine)... Dunque che senso ha utilizzare carne magra se poi si aggiungono altri grassi? Si potrà obiettare che al posto dei grassi saturi della carne si possono aggiungere grassi insaturi dell'olio di oliva, ma tali grassi si portano poi ad alta temperatura e/o si cuociono a lungo perdendo quasi tutti i benefici. Inoltre sottolineo ancora una volta che i grassi saturi non fanno male (vanno assunti come i grassi monoinsaturi), è l'eccesso (e lo squilibrio) che è dannoso!

La tenerezza nelle lunghe cotture si ottiene tranquillamente anche con il vitellone, vedi l'articolo sullo spezzatino.

Da ultimo, la carne bianca. Anni di martellamento mediatico sulla carne rossa che farebbe malissimo ci hanno spinto al consumo di carne bianca.

In realtà la carne rossa, se non troppo grassa e soprattutto cucinata in modo sano (dunque non alla griglia), non è tanto diversa dalla carne bianca e sicuramente le carni bianche di pollame sono potenzialmente più inquinate da antibiotici.

In definitiva, se dovete preparare uno spezzatino di vitello, utilizzate carne di bovino adulto (vitellone), dunque vi rimando all'articolo sullo spezzatino.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Cucina


Torta di riso (o degli addobbi) bolognese

La torta di riso, detta anche torta degli addobbi, è un dolce tradizionale emiliano. Scopriamo la ricetta originale depositata.


Gli amaretti

Gli amaretti: i famosi biscotti di pasta di mandorle e armelline.


Focaccia croccante fuori morbida dentro

La focaccia croccante fuori e morbida dentro: ricetta con impasto a mano, semplicissima.


La pentola a pressione: uso e ricette

La pentola a pressione e la cottura a vapore: uso e ricette.

 


Cottura: modificazioni chimiche

Cottura: modificazioni chimiche che avvengono negli alimenti cotti.


Risi e bisi con pancetta e piselli freschi

Risi e bisi, il riso con piselli e pancetta, un primo piatto tipico della cucina veneta.


Posate in bioplastica: cosa sono, pro e contro

Le posate in bioplastica sono biodegradabili e compostabili grazie a tecnologie di smaltimento che portano alla produzione di prodotti riutilizzabili.


Uova bazzotte (o barzotte)

Le uova bazzotte: uno dei tanti modi di preparare le uova, facile se fatto con le giuste accortezze.