Policosanoli

I policosanoli sono una miscela di otto composti liposolubili (alcoli alifatici) che vengono ottenuti prevalentemente dal rivestimento ceroso della canna da zucchero. I tre principali policosanoli sono l'octosanolo, il triacontanolo e l'esacosanolo.

 

 

I policosanoli sono utilizzati come integratori per abbassare il colesterolo. Alcuni studi hanno sperimentato un'efficacia comparabile con quella delle statine, i farmaci di riferimento per ridurre il colesterolo nei soggetti a rischio. Tuttavia, la maggior parte degli studi che hanno riscontrato i risultati più eclatanti sono stati effettuati a Cuba (dove si registra il 100% di successi). Se si escludono gli studi cubani e si considerano solo quelli effettuati nel resto del mondo, la percentuale di successo nel determinare un abbassamento sensibile del colesterolo scende al 14%! Il rischio che gli studi effettuati a Cuba siano pilotati, dunque, è molto alto.

Quello che sconcerta è la grande differenza riscontrata tra i vari esperimenti, alcuni dei quali dimostrano un'efficacia pari a quella delle statine, mentre altri dimostrano una sostanziale inefficacia, simile ad un placebo. Pochi esperimenti si pongono nel mezzo, con una efficacia "intermedia", e questo è molto strano.

I policosanoli vengono anche promossi come integratori per migliorare la prestazione atletica, ma in questo caso non esistono studi seri a supporto di questa affermazione.

 

 

Controindicazioni

I policosanoli sono ritenuti integratori molto sicuri, con nessun effetto collaterale segnalato. Possono interagire con i farmaci anticoagulanti ed in genere sono sconsigliati nei soggetti a rischio di emorralgie.

Policosanoli

Benefici dell'integrazione di policosanoli

Effetti possibili (prove ancora insufficienti)

Riduzione della concentrazione di colesterolo e delle lipoproteine LDL nel sangue nei soggetti con ipercolesterolemia

Dosaggio consigliato

Il dosaggio consigliato è di 10-20 mg al giorno, divisi in due assunzioni.

Conclusioni

I policosanoli possono essere efficaci per abbassare il colesterolo, anche se c'è la probabilità che gli studi cubani, quelli che hanno riscontrato i maggiori benefici, siano pilotati da interessi commerciali.

 

 

Essendo un integratore molto sicuro, comunque, può essere sperimentato da chi ha il colesterolo alto, per valutarne gli effetti.

Bibliografia

Sugar cane policosanol failed to lower plasma cholesterol in primitive, diet-resistant hypercholesterolaemia: a double blind, controlled study

Comparative lipid-lowering effects of policosanol and atorvastatin: a randomized, parallel, double-blind, placebo-controlled trial

Lack of cholesterol-lowering efficacy of Cuban sugar cane policosanols in hypercholesterolemic persons

Policosanol is ineffective in the treatment of hypercholesterolemia: a randomized controlled trial

Effects of policosanol in older patients with type II hypercholesterolemia and high coronary risk

Efficacy and tolerability of policosanol in hypercholesterolemic postmenopausal women

Effects of policosanol 20 versus 40 mg/day in the treatment of patients with type II hypercholesterolemia: a 6-month double-blind study

Effects of policosanol on older patients with hypertension and type II hypercholesterolaemia

Modified-policosanol does not reduce plasma lipoproteins in hyperlipidemic patients when used alone or in combination with statin therapy

Policosanol for managing human immunodeficiency virus-related dyslipidemia in a medically underserved population: a randomized, controlled clinical trial

Changes in cholesterol kinetics following sugar cane policosanol supplementation: a randomized control trial

Effects of policosanol (10 mg/d) versus aspirin (100 mg/d) in patients with intermittent claudication: a 10-week, randomized, comparative study

Rice policosanol does not have any effects on blood coagulation factors in hypercholesterolemic patients

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Salute


Banane mature e cura dei tumori: una bufala lunga 10 anni

L'idea che le banane mature possano curare il tumore risale ad una ricerca di 10 anni fa che è stata mal interpretata e che presentava risultati solo preliminari.


Funghi allucinogeni: effetti positivi e negativi

I funghi allucinogeni sono funghi con sostanze attive a livello psicologico, fra cui la psilocibina, che ha potenziali effetti terapeutici ancora da confermare.


Medicina tibetana: dall'antico Oriente la cura personalizzata

La medicina tibetana è molto antica e conosciuta. Propone un approccio personalizzato alla terapia e un'attenzione verso la prevenzione della malattia.


Coppettazione: cosa significa, storia ed efficacia

La coppettazione è una tecnica antica tipica della medicina tradizionale cinese ma anche di altri paesi. Il suo effetto non è stato, però, ancora dimostrato da prove scientifiche valide.

 


Acqua idrogenata o acqua all'idrogeno: funziona davvero?

L'acqua idrogenata è un'acqua addizionata di gas a base di idrogeno a cui sono attribuiti diversi effetti benefici. La sua efficacia non è, però, ancora accertata con sicurezza.


Reiki: dal Giappone la tecnica placebo dell'energia

Il Reiki è una tecnica giapponese molto antica, che si basa sul fluire dell'energia universale da un soggetto ad un altro, ma gli effetti sembrano solo placebo.


Talassoterapia: promettente terapia ancora da confermare

La talassoterapia è un'insieme di terapie che usano il mare, il suo clima e i suoi prodotti per ricavarne un effetto terapeutico. L'azione positiva resta però ancora da confermare.


Naturopatia: l'unione di tecniche dall'efficacia non dimostrata

La naturopatia è una medicina che usa tecniche di altre medicine alternative e che propone un ritorno alla connessione con la natura. La sua efficacia non è però dimostrata.