Ematocrito

L'ematocrito rappresenta la percentuale di elementi corpuscolati presente nel sangue (globuli rossi, globuli bianchi e piastrine). Si è parlato molto di ematocrito negli ultimi 20 anni soprattutto in merito ai molti episodi di doping ematico, soprattutto nel mondo del ciclismo.

 

 

Il numero di globuli rossi è superiore di diversi ordini di grandezza rispetto ai globuli bianchi e alle piastrine, dunque il valore dell'ematocrito rappresenta la percentuale di globuli rossi nel sangue.

Il valore normale dell'ematocrito varia dal 37 al 52% per le donne, un po' più alto soprattutto nei valori minimi nell'uomo (42-52%), questo grazie al testosterone che . È un indice molto importante nella valutazione di un'anemia, poiché in tal caso il valore dell'ematocrito risulta diminuito.

L'ematocrito può aumentare a causa di alcune condizioni fisiologiche o patologiche, come alcolismo, diabete, diarrea, insufficienza renale acuta, peritonite, policitemia (produzione abnorme di globuli rossi), uso di diuretici, ustioni e vomito.

I rischi legati a un aumento eccessivo dell'ematocrito sono causati dal fatto che un sangue troppo denso incontra maggiori difficoltà nel suo percorso. Il cuore deve contrarsi con forza maggiore per vincere le resistenze.

L'aumento di pressione nei vasi sanguigni può romperli causando un'emorralgia cerebrale.

 

 

Ematocrito

Aumenta anche la probabilità che si manifestino dei coaguli di sangue (trombi), che possono occludere vasi importanti, causando infarto e ictus nei casi più gravi).

L'ematocrito può diminuire e le cause più frequenti sono le anemie emolitiche, le aplasie midollari, la carenza di ferro o di vitamina B12, la cirrosi epatica, le collagenopatie emorragie, le infezioni gravi, l'insufficienza renale cronica, le leucemie e i tumori maligni.

I sintomi che insorgono a causa di una diminuzione eccessiva dell'ematocrito sono debolezza, pallore, mal di testa, diminuzione della vista, malessere e facile affaticamento.

Ematocrito e doping

Il doping ematico è quello maggiormente praticato negli sport di resistenza di lunga durata, ciclismo in primis. Aumentare l'ematocrito significa aumentare la capacità di trasportare l'ossigeno ai muscoli da parte del sangue con conseguente aumento della prestazione.

L'ematocrito, in condizioni fisiologiche, può subire variazioni al massimo del 10% (5% in più o in meno), mentre in diversi atleti si verificano oscillazioni molto maggiori che fanno pensare all'uso di eritropoietina (EPO) o altri farmaci (CERA). Purtroppo esiste sempre la possibilità, per questi atleti, di appellarsi al fatto che alcune condizioni fisiopatologiche possano comportare tali variazioni: anche se la maggioranza della comunità scientifica non è d'accordo con questa tesi, essa ha funzionato in diversi casi finiti in tribunale.

 

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Salute

Integratori per la vista e la salute degli occhi

Alcune sostanze contenute nei cibi, ma assumibili anche sottoforma di integratori, possono ritardare l'insorgenza di alcune patologie dell'occhio legate all'età.

Come integrare la dieta quotidiana per il benessere di pelle e capelli

Come integrare la dieta quotidiana per il benessere di pelle e capelli: omega 3 e altri integratori.

Fungo Chaga: l'integratore con più rischi che benefici

Chaga è un fungo al quale vengono riconosciute proprietà terapeutiche contro alcune patologie, in realtà tutte da dimostrare. E non mancano le controindicazioni.

Cannabidiolo (CBD) - cosa sappiamo e cosa no

Il CBD (cannabidiolo) è un cannabinoide che si trova nella cannabis light: scopriamone pregi e difetti.

 

Integratori per la tiroide: quali sono davvero efficaci?

Gli integratori proposti contro le patologie tiroidee sono molti ma nella maggior parte dei casi sono necessarie delle prove a supporto della loro efficacia.

Lattoferrina: benefici e possibili effetti

La lattoferrina è usata come integratore per diversi scopi, molti dei quali non hanno ancora una solida conferma scientifica.

Mucosite perimplantare

La mucosite perimplantare viene definita come un processo infiammatorio reversibile nei tessuti molli che circondano la zona in cui è installato un impianto dentale.

Listeria monocytogenes: alimenti, sintomi e prevenzione

La Listeria monocytogenes è un batterio ubiquitario che si trova in diversi alimenti e sopravvive anche in frigo.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.