La dieta del minestrone

La dieta del minestrone è una delle cosiddette diete a tema, dove ad ogni pasto si mangia un solo alimento preparato in mille salse. La dieta del minestrone fu inventata da un cardiochirurgo del Sacred Memorial Hospital di St. Louis, per soggetti obesi cardiopatici che dovevano essere sottoposti ad interventi di cardiochirurgia e doveva essere seguita per un periodo massimo di 10/14 giorni.

Come funziona la dieta del minestrone

La dieta del minestrone prevede sette giorni a base di minestrone di verdura, tè, succhi di frutta non zuccherati e frutta; al quarto giorno si aggiunge latte o yogurt scremato, al quinto giorno carne di manzo ed al settimo giorno riso integrale. Eventualmente può essere ripetuta per la seconda settimana, ma non oltre.

L'obbiettivo della dieta del minestrone è quello di far perdere al soggetto il maggior numero di kg il più rapidamente possibile. È una dieta "di emergenza": la perdita di peso (amplificata dal fatto che il soggetto è obeso e quindi perde molti più chili, inizialmente, di un soggetto semplicemente sovrappeso) è prioritaria su tutto, anche sull'equilibrio dei nutrienti, che non è quello ottimale. Per questo motivo la dieta del minestrone può essere seguita solo da soggetti obesi la cui priorità assoluta prima di un intervento chirurgico è quella di migliorare la situazione generale dimagrendo qualche kg.

Qualsiasi altro soggetto non otterrà alcun beneficio dalla dieta del minestrone, poiché:

  1. a causa della forte restrizione calorica e dello scarso apporto di proteine, si perdono muscoli e acqua piuttosto che grasso;
  2. chi deve perdere tanti kg deve seguire un regime ipocalorico per diversi mesi, in 2 settimane di privazione otterrà solo un drastico calo delle motivazoni a causa della frustrazione indotta da una dieta monotona e poco appagante;
  3. la dieta del minestrone non prevede alcun tipo di educazione alimentare, anzi è fortemente diseducativa (il ragionamento è semplice: la praticano i medici all'ospedale, significa che è corretta!): dopo la dieta la probabilità di recuperare i kg persi è praticamente del 100%.
Dieta del minestrone

Informazione in rete e dieta del minestrone

Provate a cercare con google "dieta del minestrone" e girate un po' di link: a parte quelli (per fortuna pochi) che la promuovono a pieni voti, ci sono molti siti che la criticano, per poi concludere che tutto sommato la si può seguire, e puntualmente propongono il piano alimentare per due settimane di dieta del minestrone. Alla faccia della coerenza!

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione


Chorizo (salame spagnolo)

Il chorizo: il salame alla paprica, più o meno piccante, tipico della cucina spagnola, portoghese e sudamericana.


Sanguinaccio e morcilla

Il sanguinaccio: l'insaccato a base di sangue di maiale e altre frattaglie ormai praticamente scomparso in Italia.


Salamoia bolognese

La salamoia bolognese o aglione: il sale aromatico a base di erbe, spezie e aglio usato per condire le carni, il pesce o i sughi.


Stinco di maiale

Stinco di maiale: il taglio del maiale con cui si preparano deliziosi arrosti a lunga cottura.

 


Salsa barbecue

La salsa barbecue, il condimento statunitense a base di ketchup immancabile durante le grigliate di carne.


Marmellata

La marmellata (e la confettura): tutto quello che c'è da sapere anche dal punto di vista legislativo.


Il fabbisogno calorico

Il fabbisogno calorico giornaliero è la quantità di energia (espressa in kcal) necessaria al mantenimento del nostro peso corporeo.


Il metabolismo basso

Come capire se si ha un metabolismo davvero basso o se si è dei veri mangioni.