La dieta macrobiotica

La dieta macrobiotica è un modello alimentare ideato dal giapponese George Oshawa all'inizio del 1900.

Egli elaborò questa dieta ispirandosi allo stile di vita dei monaci zen.

 

 

Il termine "macrobiotica" significa letteralmente "tecnica di lunga vita" (dal greco makros = lungo e bios = vita) e pone le sua basi sul mantenimento dell'equilibrio le opposte e complementari energie Yin e Yang che governano l'universo e quindi anche la salute degli esseri viventi.

La dieta macrobiotica: Yin e Yang

Secondo la cucina macrobiotica ogni cibo appartiene a una delle due energie Yin e Yang.
Gli alimenti Yin sono quelli dal sapore acido, amaro, molto dolci o aromatici, e contengono una maggiore quantità di potassio. Gli alimenti Yang sono poco acidi, hanno un sapore salato, poco dolce o piccante, e si caratterizzano per la maggiore presenza di sodio.

La cottura aumenta l'energia Yang e va regolata in base ai cicli stagionali: maggiore in inverno, media in primavera e autunno, minore in estate.

La dieta macrobiotica esclude o limita drasticamente molti alimenti tra i quali tutti quelli trasformati da parte dell'industria (zucchero raffinato in primis, ma anche margarina), quelli di origine animale (carni in genere, uova, latte e derivati, miele), le bevande alcoliche, l'aceto, le bibite zuccherate, il caffè. I processi di lavorazione industriale, infatti, altererebbero gli equilibri energetici degli alimenti.

La dieta macrobiotica si basa quindi su cereali integrali (frumento, grano saraceno, mais, riso, miglio, avena, segale), legumi, semi oleosi (sesamo, girasole e zucca), frutta e verdura. I condimenti devono essere naturali: sale marino integrale, olio di oliva e di semi spremuti a freddo, salsa di soia quelli più utilizzati.

Anche gli abbinamenti dei cibi vanno fatti secondo il criterio dell'equilibrio tra Yin e Yiang: nel periodo invernale, essendo il freddo Yin, vanno privilegiati i cibi Yang, l'opposto nel periodo estivo.

 

 

Dieta Macrobiotica: analisi critica

Dieta macrobiotica

La dieta macrobiotica è una vera e propria filosofia alimentare, assolutamente sconsigliabile per chi ricerca un modello alimentare pratico, finalizzato al soddisfacimento dei fabbisogni nutrizionali dell'organismo.

Dal punto di vista squisitamente dietetico presenta tutte le caratteristiche negative delle diete vegane, quindi potenziale carenza di proteine, ferro, calcio, zinco, vitamina B12, vitamina D.

Per ovviare a tali carenze bisogna seguire una dieta particolarmente rigida, che preveda ogni giorno l'assunzione di alimenti ben precisi che contengano le sostanze a rischio e che non contengano sostanze inibenti le stesse (per esempio, i cereali ricchi di fibra contengono fitati che inibiscono l'assorbimento di ferro, calcio e zinco già scarsamente presenti nella dieta).

Il rischio di incorrere in carenze nutrizionali è quindi elevatissimo, per non parlare della monotonia di una dieta che esclude intere categorie di alimenti.

La dieta macrobiotica è uno di quei regimi alimentari che ottiene risultati in termini di dimagrimento perché il soggetto, impoverisce a tal punto la varietà della sua alimentazione (e soprattutto l'appetibilità dei cibi concessi) che questo determina automaticamente un drastico taglio delle calorie.

 

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Alimentazione

Smen (burro fermentato)

Lo smen è il burro salato e fermentato tipico della cucina mediorientale e magrebina. È un prodotto affine al ghee indiano e al niter kibbeh della cucina etiope.

Riso venere: un riso tutto italiano, esclusiva Scotti dal 2021

Il riso venere: un particolare tipo di riso dal chicco nero di origine asiatica ma coltivato anche in Italia.

Fecola di patate: a cosa serve, sostituti e caratteristiche

La fecola di patate viene usata per ricette dolci e salate anche in campo industriale, apprezzata per le sue proprietà addensanti.

Amido di mais o maizena: ricette e proprietà

L'amido di mais, o maizena, viene usato come addensante in diversi prodotti alimentari, ma anche come ingrediente di altri prodotti non alimentari.

 

Amido - Cos'è - Struttura - Tipologie

L'amido si estrae da mais, patate, riso, tapioca e frumento ed è un polisaccaride.

Alimenti ricchi di grassi "buoni"

i grassi buoni sono quelli vegetali e quelli del pesce. Ma è davvero così? In realtà a volte anche i grassi buoni possono diventare cattivi.

Grassi saturi e grassi vegetali

I grassi saturi: dove sono contenuti e perché non vanno demonizzati.

Pesca sostenibile - MSC, Friend of the Sea - Davvero sostenibili?

La pesca sostenibile: il moderno concetto di pesca, per tutelare la salute del mare e delle risorse ittiche.

Accedi ai servizi gratuiti

Se sei già registrato, clicca qui per accedere ai servizi gratuiti:

  • Database Alimenti
  • Calcola Ricetta
  • Slot Machine

Altrimenti, clicca qui per registrarti gratuitamente.