Grasso localizzato sugli addominali

Indice delle risposte pubblicate

Caro andrea, mi alleno in palestra per 50 minuti 4-5 volte la settimana, quasi ogni giorno sul tappeto, utilizzando il programma brucia grassi che mantiene il mio battito cardiaco intorno ai 126 battiti al minuto. L'obiettivo è quello di combattere il grasso localizzato a livello degli addominali. Percorro circa 5 km: devo incrementare?

 

 

Caro Lucio,

purtroppo sei vittima dell'approccio al dimagrimento "da palestra", che si basa su un allenamento soft tutto basato sul concetto che limitando i battiti si consumano più grassi. Ovviamente questa strategia consente ai gestori delle palestre di non perdere i clienti più pigri (che non aspettano altro che gli si dica che non devono fare fatica), ma così facendo tarpano le ali anche a quelli potenzialmente adatti a fare il vero salto di qualità, ovvero ottenere tutti i benefici dell'attività fisica: sconfitta del sovrappeso, aumento colesterolo HDL, controllo della glicemia, produzione di ormone della crescita, aumento della sopportazione della fatica (fortificazione della mente), controllo dello stress.

Grasso localizzato

Mantenendo i battiti a 126 non ottieni NESSUNO di questi risultati, perché le tue prestazioni non migliorano, rimani un sedentario "dentro". 5 km in 50 minuti sono una prestazione mediocre che tutti i sedentari sono in grado di esprimere. Ma che senso ha fare sport se il tuo fisico non cambia dentro, se le tue prestazioni non aumentano?

Ma veniamo a quello che ti sta a cuore, ovvero la perdita del grasso localizzato. Supponiamo che tu pesi 80 kg, 5 km sono 400 kcal. Se tu fossi allenato, ne potresti percorrere 10, consumando 800 kcal, e ti potresti concedere un piatto di pasta in più a parità di velocità di dimagrimento, con un aumento della qualità di vita a tavole enorme. E i grassi consumati? Mettiamo pure che a 126 battiti tu consumi il 65% di grassi, pari a 250 kcal. Percorrendo 10 km in 50 minuti consumeresti almeno il 30% di grassi, pari guardacaso a circa 250 kcal... Quindi stesso grasso consumato, ma un piatto di pasta e 100 g di carne in più al giorno. Che alla lunga, credimi, non è cosa da poco.

 

 

Quindi quello che ti consiglio di fare è di aumentare gradualmente la distanza percorsa, magari alternando tratti di camminata a tratti di corsa, portandola dapprima a 6 km, poi 7, ecc. Un obbiettivo ragionevole, a cui tutti possono aspirare, sono i famigerati 10 km in un'ora.

 

- Consiglia questo articolo su Google

 

 

 

Ultimi articoli sezione: Posta dei visitatori


Perseverare è diabolico

Ho un dubbio che mi turba da molto tempo, sono un ragazzo che ha fatto parecchie volte diete drastiche con risultati ottimi in breve tempo...


Il calcolo della massa grassa

Mi chiedevo come sia possibile che una semplice bilancia misuri anche il metabolismo, la massa grassa, magra ecc...


La dieta Lemme: geniale o banale?

Dieta Lemme: la dieta del farmacista di Desio basata su spaghetti insipidi a colazione.


Eritritolo: un nuovo dolcificante

Ho trovato un prodotto che mi ha incuriosita, il Lakanto, un dolcificante usato e proveniente dal Giappone...

 


Uova a colazione

Uova a colazione: per tutta la vita ho trovato disgustosa la colazione all'italiana fatta di marmellate, cornetti, latte ecc...


Alimentazione e sport serale

Che tipo di cena potrebbe fare per poter avere una "veloce" digestione dopo lo sport serale?


Facciamo confusione...

Come se già non ce ne fosse abbastanza. E poi ci si lamenta se crescono i problemi dovuti al rapporto tra la persona e il proprio peso.


Qualità del gelato

Ultimamente faccio caso alla tabella degli ingredienti ormai presente in molte gelaterie artigianali...